Politica

Anche Alessandria aderisce a "Ero Straniero. L’umanità che fa bene"

Una campagna per cambiare il racconto dell’immigrazione, una legge di iniziativa popolare per superare la Legge Bossi-Fini e investire su Accoglienza, Lavoro e Inclusione. AGGIORNAMENTO: i luoghi per la raccolta firme a settembre

POLITICA - Dove si può firmare a settembre ad Alessandria
mercoledì 13, ore 21,30-23: Associazione Cultura e Sviluppo, pia.zza De Andrè 76 all'incontro Cina di oggi e di domani: incontro con l'Occidente e la nuova via della seta (Festa del pensiero)
giovedì 21, ore 21-23: Associazione Cultura e Sviluppo, piazza De Andrè 76 all'incontro con il Sindaco di Alessandria sui primi mesi di governo cittadino della nuova giunta
giovedì 21, ore 20: Ratafià, via Lodi 19 all'incontro Ius Soli. Italiano sono anch'io. Cena di pensieri (Festa del pensiero)
domenica 24, ore 10-12, 15-18, Casa Di Quartiere, via Verona 116, Mercatino del vicinato
mercoledi 27, ore 21-23: Associazione Cultura e Svilupp, piazza De Andrè 76 all'incontro Ero straniero. L'umanita che fa bene con M. Veglio, avvocato Asgi. W. Massa, presidente Arci Liguria, Igor Boni, Associazione Radicali Aglietta Torino


Martedì 29 agosto nella sede della Cgil, si è costituito il Comitato provinciale alessandrino che aderisce alla Campagna nazionale promossa dai Radicali “Ero straniero. L'umanità che fa bene” con l'adesione di ACLI, ASGI, Casa della Carità, CILD, A Buon Diritto, Centro Astalli, CGIL.
Si tratta di un progetto di legge di iniziativa popolare che propone la modifica della Bossi Fini, facendo anche emergere l'altra Italia, quella che accoglie e non respinge. L'obiettivo è raccogliere 50.000 firme entro il 25 ottobre. Ad Alessandria si potrà firmare durante gli eventi pubblici promossi da Associazione Cultura e Sviluppo, Casa di Quartiere e nelle sedi che verranno successivamente indicate.
Che cosa proponiamo

1. Introduzione di canali legali e sicuri d'arrivo in Europa:
- implementando i programmi di reinsediamento e favorendo la creazione di corridoi umanitari;
- garantendo mobilità interna a quanti giungono nel territorio europeo e chiedono protezione: lo Stato membro competente va determinato tenendo conto innanzitutto delle esigenze familiari o umanitarie del richiedente asilo garantendo il rispetto del principio dell'unità familiare e delle clausole umanitarie del regolamento di Dublino.

2. Diversificazione dei meccanismi di ingresso per lavoro:
- a partire dall'introduzione di un permesso di soggiorno temporaneo per ricerca di occupazione e dalla reintroduzione del sistema dello sponsor ( già presente nella Legge Turco Napolitano);
- forme di regolarizzazione su base individuale degli stranieri irregolari, anche nel caso di richiedenti asilo diniegati
- qualora sia dimostrabile l'esistenza in Italia di un'attività lavorativa o di formazione, di legami familiari, sul modello spagnolo del "radicamento". A Torino da alcune settimane la Prefettura concede il permesso di soggiorno anche a persone a cui è stato negato lo status di rifugiato, ma che siano all'interno di un percorso d'integrazione effettivo che preveda una proposta d'assunzione concreta.

3. Riforma del sistema di accoglienza:
- adottando unicamente il modello Sprar;
- migliorando la qualità dei servizi attraverso meccanismi di monitoraggio efficaci;
- investendo sul lavoro, valorizzando le forze produttive del territorio e mettendo i Centri per l'impiego nelle condizioni di erogare con efficacia servizi di formazione e avviamento lavorativo attraverso appositi sportelli per l'integrazione da finanziare, a livello nazionale e regionale, ricorrendo ai fondi europei.

Primi aderenti al Comitato Provinciale Alessandrino
ICS Onlus, CGIL, Associazione Cultura e Sviluppo, Comunità San Benedetto al Porto, Aps Cambalache, Aps Sine Limes, Cooperativa Coompany, Caritas Diocesana di Tortona, Emergency, Associazione Verso il Kurdistan, Acli.
11/09/2017







blog comments powered by Disqus


Archi’n Rock. Una settimana di musica live

Acqui Terme | Dal 24 al 30 giugno note e colori agli Archi Romani e nelle vie della zona Bagni. Sette giorni all’insegna della musica e del divertimento prodotto da musicisti che si esibiranno per la città. Il principio ispiratore è semplice: musica live, libera e gratuita, partecipazione aperta a tutti

Ludi Aquaenses. Un abbraccio lungo venticinque secoli

Acqui Terme | Sabato 23 e domenica 24 la città termale festeggia la sua storia con un ricco calendario di eventi culturali e manifestazioni storico-ludiche che culmineranno con la Notte Romana

Fallimento La Cuntrò S.R.L. (Tribunale di Alessandria – RG 34/2018)

Informazione dalle aziende | Il Curatore raccoglie, entro il 2 luglio 2018, offerte irrevocabili d’acquisto dei contratti d’affitto d’azienda relativi a due attività di ristorazione/pizzeria site in Acqui Terme (AL) e Bistagno (AL).

"Integrazione" tra Azienda Ospedaliera e Asl Al "per offrire servizi migliori e rispondere alle esigenze"

Economia e Lavoro | L'allineamento di vedute dei due nuovi direttori di Azienda Ospedaliera, Giacomo Centini, e Asl Al, Antonio Brambilla passa attraverso la parola e l'azione di "integrazione" tra le due realtà. Una integrazione che deve portare a supportare l'alta specialità in tutte le realtà locali, attraverso la digitalizzazione, la riduzione di tempi nelle liste di attesa. Ma che deve passare anche attraverso una “riorganizzazione” che stimoli e aiuti a “ fare rete”

Basta morti sul lavoro, sindacati e Prefettura pensano ad un protocollo

Provincia | Un centinaio i manifestanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil davanti alla Prefettura di Alessandria in occasione dello sciopero di quattro ore proclamato per chiedere misure di sicurezza sui luoghi di lavoro. Quattro gli incidenti da inizio anno in Provincia. L'ultimo alla Sli di Vignole dove ha perso la vita un giovane di 22 anni