Ovada

Da ottobre 2018 parte il "Porta a Porta" a Ovada e Acqui Terme

Comunicato ufficiale di Econet, società responsabile del servizio di raccolta dei rifiuti, con le modalità alle quali attenersi per il nuovo servizio

 OVADA - Da ottobre 2018 nei Comuni di Acqui Terme ed Ovada i rifiuti verranno raccolti “porta a porta”. Conclusa la fase di progettazione ed organizzazione del nuovo servizio, con la distribuzione ai Cittadini degli appositi contenitori e calendari di raccolta, Econet S.r.l., titolare del servizio di raccolta rifiuti ed igiene urbana sul territorio dell’Acquese e dell’Ovadese, comunica l’avvio ufficiale della raccolta domiciliare dei rifiuti.

Nell’ambito dei servizi di raccolta “porta a porta” i territori comunali sono suddivisi in diverse zone, ciascuna delle quali identificata da un colore e dal relativo calendario con giorni e orari prestabiliti per il conferimento dei diversi rifiuti.

Ciascuno deve dunque adottare le indicazioni riportate nel calendario ricevuto.

Si comunicano le date ufficiali di avvio della raccolta dei rifiuti “porta a porta” per i diversi calendari distribuiti ai Cittadini di Acqui Terme ed Ovada:

CALENDARIO

DATA DI AVVIO SERVIZIO

CALENDARIO VERDE

1° OTTOBRE

CALENDARIO VIOLA

8  OTTOBRE

CALENDARIO ARANCIONE   

15  OTTOBRE

A partire da queste date i rifiuti dovranno essere esposti secondo le nuove modalità “porta a porta”. La raccolta stradale rimane attiva solo per la frazione del vetro, da conferire sfuso nelle apposite campane.

Si ricorda che ciascuno sarà responsabile di svolgere correttamente la raccolta differenziata; dovranno essere esposti esclusivamente gli appositi contenitori destinati alle diverse tipologie di rifiuto, nei giorni ed orari indicati negli appositi calendari.

Tutti i cittadini dei Comuni di Acqui Terme ed Ovada potranno inoltre usufruire del servizio Ecobus, mezzi di raccolta con fermate programmate in luoghi e orari prestabiliti, che risponde all’esigenza di conferire i rifiuti nella fascia oraria pomeridiana e serale, in aggiunta a quanto programmato per la raccolta a domicilio.

L’avvio del nuovo sistema di raccolta rappresenta un importante cambiamento che richiede la collaborazione di tutti per adeguarsi in modo concreto e responsabile alle normative nazionali ed europee.

Raggiungere importanti traguardi di raccolta differenziata è un obiettivo che occorre perseguire assieme, adottando le regole condivise nei materiali informativi.

Raccolta differenziata: il ciclo di corretta gestione dei rifiuti parte da qui!

27/09/2018
INFORMAZIONE DALLE AZIENDE







blog comments powered by Disqus


Ticket sui farmaci: dal 1° marzo in Piemonte non si pagherà più

Piemonte | La giunta regionale ha deciso di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini in vigore dal 2002. Chiamparino e Saitta: "Cancelliamo una tassa sulla salute"

Requisiti per Quota 100 e Opzione donna

Lavoro | Per ottenere la pensione anticipata con i requisiti di "Quota 100" sono necessari, sia per gli uomini che per le donne, 62 anni di età e aver maturato 38 anni di contributi, solo così è possibile raggiungere quota 100. Per quanto riguarda "Opzione donna", tutte le donne possono accedere alla pensione interamente calcolata con il sistema contributivo se in possesso dI determinati requisiti

Nuovi contributi ai comuni per la rimozione dell’amianto

Economia | L'assessore regionale all'Ambiente Valmaggia: “a breve potremo pubblicare il bando per finanziare interventi per oltre 2 milioni di euro”

Rapina alle poste di Acqui, bottino da 3.500 euro

Cronaca | Rapina a mano armata giovedì pomeriggio all'ufficio postale di Acqui Terme, in via Trucco. Ha atteso in coda il suo turno e, una volta avvicinatosi allo sportello, ha estratto un coltello

Reddito di cittadinanza, "si rischia il caos se non arrivano direttive operative"

Economia | Di reddito di cittadinanza si parla ormai da mesi. Il provvedimento che lo introduce è stato approvato ed è ormai legge ma mancano direttive operative. Gli addetti ai Caf, ai centri per l'impiego e alle poste brancolano ancora nel buio. “In tanti ci chiedono informazioni, ma al momento non abbiamo altre indicazioni oltre a quelle descritte nel sito del ministero”