Acqui Terme

Multa di 500 euro per il televisore abbandonato. Le video trappole colpiscono ancora

Invece di usare il servizio comunale gratuito di ritiro degli ingombranti c'è ancora chi abbandona i rifiuti vicino ai cassonetti. In poche settimane le telecamere 'spia' hanno già scoperto tre maleducati, multati a dovere

ACQUI TERME - La video-trappola - come ormai la chiamo ad Acqui - ha colpito ancora. Non pneumatici, come nel primo caso, ma un televisore lcd, che evidentemente era diventato troppo obsoleto. Via in un cassonetto, nonostante sia un rifiuto partcolare da conferire nelle isole ecologiche apposite. 

Così la videosorveglianza mobile - le telecamere vengono spostate settimanalmente in base alle segnalazioni e ai luoghi 'sensibili' - ha stanato in via Nizza il maleducato del TV. E' un 73enne di Acqui, punito con 500 euro di multa.

Il secondo caso vede coinvolta un’impresa di Alessandria, attualmente sotto verifica dalla Polizia Municipale, che ha reiterato comportamenti scorretti in diversi orari e in diverse giornate in via Nizza.

E pensare che Econet ritira gratuitamente gli ingombranti: 800.085.312 www.econetsrl.eu
27/02/2018







blog comments powered by Disqus


Platea Cibis, il festival del cibo di strada

Acqui Terme | Dal 28 al 30 settembre la kermesse culinaria in corso Bagni: i cibi di strada e i sapori della cucina popolare trasformeranno la città in un luogo di aggregazione e convivialità

Quizzy Teatro: al via i corsi e i laboratori

Bistagno | Un laboratorio di gruppo sul Teatro Fisico, Sintetico e un ciclo di lezioni personalizzate e individuali al teatro Soms

Morta in un incidente, il compagno condannato per omicidio colposo

Cronaca | L'incidente nel luglio di due anni fa, a Cavatore. La donna, che viaggiava a bordo di una moto, guidata dal compagno, è morta a seguito di uno scontro con due auto. Ora l'uomo che guidava è stato condannato

Poste, rebus sulle assunzioni e stabilizzazioni

Provincia | In provincia di Alessandria mancano almeno trenta porta lettere, ma l'azienda, dicono i sindacati, non ha intenzione di procedere con nuove assunzioni o di stabilizzare i precari. Cgil, Cisl e Uil chiedono come Poste Italiane intenda garantire gli standard qualitativi del servizio

“Ci vediamo da grandi...”: Pietro Reverdito presenta il suo libro

Acqui Terme | Alle Giornate Culturali del Premio Acqui Storia la presentazione domenica 30 settembre. 40 anni di insegnamento alle prese con molte e diverse generazioni di ragazzi, che l'autore ha aiutato a crescere e a formarsi, non solo come studenti, ma come persone