Bistagno

“Otello Unplugged”: una rilettura del classico di Davide Lorenzo Palla

Un cantastorie contemporaneo porta lo spettatore a volare libero nello sconfinato mondo dell’immaginazione, interpreta tutti i personaggi, recita i versi di Shakespeare e subito dopo torna a raccontare la storia rivolgendosi direttamente alla platea. Appuntamento sabato 17 febbraio al Teatro Soms

BISTAGNO - Sabato 17 febbraio alle 21, in scena a Bistagno Tournee da Bar con Otello Unplugged di e con Davide Lorenzo Palla, per il cartellone ufficiale organizzato da Quizzy Teatro e dalla Soms di Bistagno con Fondazione Piemonte dal Vivo.

Lo spettacolo prende vita da una considerazione: tutti conoscono per sentito dire il geloso Otello, ma forse non tutti possono dire di conoscere veramente la storia del grande combattente moro, che dopo essere stato circuito dal diabolico Iago arriva ad impazzire di gelosia e ad uccidere la bellissima e cara Desdemona, che tanto amava. Come è potuto succedere? È proprio questa la domanda da cui è cominciato il lavoro di riscrittura del classico e a cui gli autori hanno cercato di rispondere raccontando la storia nel più semplice dei modi e con mezzi semplici ma potentissimi: il racconto, la fantasia e l’immaginazione.

Lo spettatore è accompagnato ad immaginare eventi, dettagli e particolari di uno spettacolo che non c’è. Un cantastorie contemporaneo porta lo spettatore a volare libero nello sconfinato mondo dell’immaginazione, interpreta tutti i personaggi, recita i versi di Shakespeare e subito dopo torna a raccontare la storia rivolgendosi direttamente alla platea. Il classico viene agito, raccontato e illustrato in un turbinio di situazioni e di atmosfere sempre nuove, evocate di volta in volta dal poli-strumentista in scena.  Il repertorio musicale di riferimento è quello delle bande di paese: marce funebri e marce di festa che accompagnano la fantasia del pubblico durante tutta la storia per arrivare al tragico, e disperatissimo, gran finale.

Il costo del biglietto intero è 12 euro, ridotto 9 euro. Tutti gli spettacoli hanno luogo al Teatro Soms in corso Carlo Testa 10, e, al termine, come d’abitudine, sarà offerto al pubblico un rinfresco, a cura di Delizie di Langa e Marenco Vini e l’inizio sarà anticipato dalla guida alla visione alle 20,30.

Considerata la limitata capienza del Teatro Soms, è consigliata la prenotazione al 348 4024894 o a info@quizzyteatro.it e l’acquisto in prevendita (senza diritti aggiuntivi) presso Cibrario Libreria Illustrata (pizza Bollente 18, Acqui Terme) oppure in teatro stesso, ogni mercoledì, dalle 17 alle 19.
13/02/2018







blog comments powered by Disqus


Lo Straniero racconta il suo 'Quartiere italiano': la band acquese al secondo album

Musica | Scritto e realizzato nell'arco di due anni 'Quartiere italiano' presenta una serie di episodi autoconclusivi per un racconto intrecciato che man mano diventa un fuori orario animato dai volti che abitano le nostre città

Premio Acqui Storia, la premiazione al Teatro Ariston

Acqui Terme | Gina Lollobrigida, Antonio Brunetti e Marco De Paolis Testimoni del Tempo. Guido Melis, Cesare Panizza, Emilio Gentile e Adelaïde De Clermont-Tonnerre sono i vincitori della 51° edizione del Premio Acqui Storia 2018. A Michele Ruggiero il Premio “La Storia in TV” e a Francesco Margiotta Broglio il Premio alla Carriera.

A Star is Born

Cinema | Il film, tra i più visti nelle sale italiane negli ultimi giorni, è fondamentalmente un melodramma che, nonostante l’impegno e la bravura dei suoi interpreti, non si discosta dai cliché del genere, un po’ convenzionale sia a livello narrativo che stilistico

Malattia e infortuni delle assistenti familiari

Economia e Lavoro | La malattia e la relativa indennità per i lavoratori domestici è regolata nel Contratto Collettivo di Lavoro Nazionale (CCLN) che, in qualità di dipendenti privati a tutti gli effetti di legge, devono rispettare le regole generali per le visite fiscali e le fasce orarie di reperibilità

Denunciate per aver 'assunto' una badante irregolare

Sezzadio | Per alcuni mesi ha seguito l'anziana madre, poi è stata cacciata. Senza soldi, senza casa e senza documenti validi, la 41enne ucraina è stata notata dai carabinieri. Per le ex datrici di lavoro non è finita bene