Acqui Terme

Pedibus: “La nuova avventura: ecologica, educativa ed economica”

Dal 1° ottobre per tutto l’anno scolastico gli studenti delle elementari potranno andare a scuola a piedi, accompagnati da genitori e volontari. Predisposte tre linee

ACQUI TERME - Ripartirà dal 1° ottobre il servizio Pedibus. Per tutto l’anno scolastico gli studenti delle elementari potranno andare a scuola a piedi, accompagnati da genitori e volontari. Sono state predisposte tre linee. Le prime due, la rossa e la gialla, saranno immediatamente attivate, mentre la terza, la linea verde, sarà predisposta solo qualora le iscrizioni di bambini e volontari saranno sufficienti. Sono previsti due accompagnatori ogni 20 bambini: un “autista” davanti e un “conduttore” dietro, muniti di giubbino fosforescente, paletta e fischietto.

La linea rossa partirà da piazza Don Dolermo (ex Caserma C. Battisti) e arriverà all’Istituto Comprensivo 1 in via XX Settembre, con una fermata in via Cavour, all’altezza dell’Istituto Santo Spirito. La linea gialla partirà ugualmente da piazza Don Dolermo fino alla sede di San Defendente. La linea verde, invece, partirà da via Romita (piazzale Conad) alla sede della scuola “Fanciulli” di viale A. Romano. L’autobus umano si snoderà ogni mattina a partire dalle 8, arrivando ai diversi Plessi entro l’orario di inizio delle lezioni, lungo un percorso pedonale reso sicuro e accessibile a tutti i bambini, anche per coloro che hanno una disabilità motoria.

Il pedibus è un autobus che va a piedi. È formato da una carovana di bambini che vanno a scuola in gruppo e, come un vero autobus di linea, parte da un capolinea, segue un percorso stabilito, raccoglie i passeggeri alle ‘fermate’ nell’orario prefissato. Viaggia con il sole e con la pioggia e ciascun passeggero indossa un gilet rifrangente. Le iscrizioni al servizio, fortemente sostenuto da anni dall’Amministrazione comunale, sono aperte e sono raccolte direttamente dal Comune di Acqui Terme.

“Per il secondo anno – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Terzolo – ci impegniamo per la promozione della mobilità sostenibile. Questa iniziativa mette in rete la comunità attorno alla scuola. Penso che sia molto positivo sia per i ragazzi che per i genitori, i quali riscoprono un momento di socialità. È un servizio che da un lato consente di avere meno automobili in circolazione negli orari di apertura e chiusura della scuola, migliorando sia la viabilità sia l'impatto sull'ambiente, e dall'altro dà la possibilità ai bambini di raggiungere da soli i plessi scolastici favorendo così la loro autonomia. Il Pedibus si inserisce in un'idea di città all'insegna della mobilità sostenibile, più attenta all'ambiente, con più piste ciclabili, più biciclette e meno automobili”.

Gli interessati possono contattare gli Uffici di Assistenza e Casa per prendere parte a questa esperienza che unisce l’aspetto educativo a una sana attività motoria. Ricordiamo inoltre che il servizio è a disposizione della cittadinanza gratuitamente. Contattare 0144/770293 oppure assistenza@comuneacqui.com.
27/09/2018







blog comments powered by Disqus


Ticket sui farmaci: dal 1° marzo in Piemonte non si pagherà più

Piemonte | La giunta regionale ha deciso di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini in vigore dal 2002. Chiamparino e Saitta: "Cancelliamo una tassa sulla salute"

Requisiti per Quota 100 e Opzione donna

Lavoro | Per ottenere la pensione anticipata con i requisiti di "Quota 100" sono necessari, sia per gli uomini che per le donne, 62 anni di età e aver maturato 38 anni di contributi, solo così è possibile raggiungere quota 100. Per quanto riguarda "Opzione donna", tutte le donne possono accedere alla pensione interamente calcolata con il sistema contributivo se in possesso dI determinati requisiti

Nuovi contributi ai comuni per la rimozione dell’amianto

Economia | L'assessore regionale all'Ambiente Valmaggia: “a breve potremo pubblicare il bando per finanziare interventi per oltre 2 milioni di euro”

Rapina alle poste di Acqui, bottino da 3.500 euro

Cronaca | Rapina a mano armata giovedì pomeriggio all'ufficio postale di Acqui Terme, in via Trucco. Ha atteso in coda il suo turno e, una volta avvicinatosi allo sportello, ha estratto un coltello

Reddito di cittadinanza, "si rischia il caos se non arrivano direttive operative"

Economia | Di reddito di cittadinanza si parla ormai da mesi. Il provvedimento che lo introduce è stato approvato ed è ormai legge ma mancano direttive operative. Gli addetti ai Caf, ai centri per l'impiego e alle poste brancolano ancora nel buio. “In tanti ci chiedono informazioni, ma al momento non abbiamo altre indicazioni oltre a quelle descritte nel sito del ministero”