Ovada

Tornano i treni ma la polemica non si stempera

Acqui - Genova alla normalità da lunedì dopo le cinque settimana di trasporto con i bus. Lunedì sera alla Loggia l'assemblea convocata dall'associazione Pendolari

OVADA - Si chiude di fatto oggi l’estate più travagliata sull’Acqui – Genova. Terminano le cinque settimane di trasporto sostitutivo in bus, il periodo più lungo mai decretato. Chiusura della tratta ferroviaria determinata, anche se in minima parte, dalla necessità di fare manutenzione all’interno delle stazioni, ma soprattutto dall’esigenza di risparmiare risorse. Fermo, su questo punto il presidente del Comitato Trasporti, Fabio Ottonello. “Quella di quest’anno – spiega – è stata la chiusura più lunga. Ma la Regione ci ha già comunicato che il provvedimento tornerà anche l’anno prossimo. Il risparmio è una delle ragioni. Ma anche la necessità di far passare da questa tratta più treni merci impossibilitati a transitare dalla linea per Busalla ha inciso. Se non altro proprio questo ha rimesso in mostra le potenzialità della linea”. Proprio il passaggio dei merci, particolarmente frequente nelle prime settimane di agosto, ha animato la polemica più calda. A lamentarsi i viaggiatori, che si sono sentiti beffati, e i residenti nelle aree limitrofe agli attraversamenti della linea nelle città. Per questo il comitato ha provato a scrivere in Regione, non ricevendo risposte soddisfacenti. Di tutto questo si parlerà lunedì sera alla Loggia di San Sebastiano, nell’annuale assemblea per fare il punto. Lo scorso anno sul banco degli imputati i tagli imposti dell’entrata in vigore del nuovo orario. Quest’anno il fronte si sposta sulla prospettiva di medio periodo.  Invitati i pendolari e i sindaci dei 27 Comuni attraversati o serviti in qualche modo dalle linea che nei mesi scorsi hanno sottoscritto con il comitato un protocollo di collaborazione.
2/09/2017







blog comments powered by Disqus


Gianfranco Baldi è il nuovo presidente della Provincia

Provincia |  Storico cambio della guardia a palazzo Ghilini dove ha vinto la corsa per la presidenza Gianfranco Baldi, esponente del centro destra e sindaco di Cassine

Primo stop Acqui: infortuni e sfortuna la fanno da padroni

Promozione - girone D | Giornata da dimenticare per i bianchi che incassano la prima sconfitta in campionato contro un Vanchiglia coraggioso e propositivo. Infortunio serio a Morabito, rigore fallito dallo specialista Mirone

Settimana di sole, grazie al 'cuneo'

Meteo | A parte lunedì e martedì, per tutta la settimana si potrà godere ancora di giornate soleggiate, con cielo sereno o poco nuvoloso. Clima gradevole durante il giorno

Il sindaco Lucchini seccato dall’atteggiamento della proprietà Terme di Acqui Spa

Acqui Terme | Acque agitate tra la società che gestisce Terme di Acqui S.p.A. e il comune della città della bollente. Il sindaco Lucchini si dice "seccato" dall'atteggiamento della famiglia Pater che propone continui incontri con i legali. "Dobbiamo parlare di piano industriale e di investimenti. La famiglia Pater deve capire che non ha acquisito un insieme di piccoli immobili all’asta, bensì una realtà economica che impatta su tutta la città"

Export alessandrino: "Bilancio di metà anno formidabile"

Economia e lavoro | Secondo posto in Piemonte appena dietro Asti. La Francia supera la Svizzera come quota export. La nuova Camera di Commercio si prospetta export-oriented