Alessandria

Accordi territoriali: agevolazioni per proprietari, inquilini e studenti

Grazie agli accordi che saranno sottoscritti a breve sarà possibile risparmiare sull'affitto, che avrà un prezzo calmierato, mentre i proprietari otterranno benefici fiscali, anche in caso di affitto a studenti di singole stanze. Ecco tutti i dettagli

ALESSANDRIA - Sarà firmato a giorni il rinnovato Accordo Territoriale per il Comune di Alessandria, presentato giovedì 22 marzo durante una conferenza stampa alla presenza del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, dell’assessore ai Servizi alla Persona e Politiche Sociali, Abitative e per la Famiglia, Piervittorio Ciccaglioni, dell’assessore al Bilancio, Cinzia Lumiera e dei rappresentanti delle associazioni di proprietari (Confedilizia, Uppi, Appc, Confappi, Federproprietà, Confabitare) e delle organizzazioni sindacali degli inquilini (Sunia, Sicet, Uniat).

"Nel corso dell’anno 2017 le parti hanno avviato un proficuo confronto per l’aggiornamento dell’Accordo Territoriale vigente, sottoscritto nell’anno 2015, a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (n. 62, 15 marzo 2017) del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti contenente i criteri generali per la realizzazione degli accordi (da definire in sede locale) per la stipula di contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato, per la stipula dei contratti di locazione transitori e per i contratti per studenti universitari" - come spiegato durante la conferenza di presentazione. 

Il confronto, proseguito nel 2018, ha indotto le parti a prevedere anche il contestuale aggiornamento del vigente Accordo territoriale per gli studenti universitari sottoscritto nell’anno 2016.

I patti territoriali prevedono agevolazioni importanti sia per gli inquilini che per i proprietari, a patto che il prezzo d'affitto risulti calmierato e almeno una delle associazioni di categoria certifichi che i requisiti dell'accordo siano stati rispettati. 

Il nuovo accordo territoriale alla luce delle novità previste dalla normativa, prevede due importanti innovazioni:

- L'estensione del beneficio previsto dalla Legge di Stabilità 2016 dell’abbattimento del 25% dell’aliquota ordinaria (10.6 per mille) anche per i contratti di natura transitoria. Questa tipologia di contratto è stipulata per soddisfare particolari esigenze dei proprietari o dei conduttori con particolare riferimento a quelle derivanti da mobilità lavorative e connesse allo studio, all’apprendistato e alla formazione professionale (sarà possibile affittare anche singole stanze agli studenti a prezzo calmierato, purché conviventi con i proprietari dell'alloggio). 

- Le comunicazioni che devono essere inviate al Comune e con le quali i contribuenti informano di trovarsi nelle condizioni di poter usufruire del beneficio fiscale, devono prevedere l’attestazione a cura e con assunzione di responsabilità da parte di almeno una organizzazione firmataria dell’accordo. Fino ad oggi ai contribuenti era lasciata la scelta di avvalersi o meno dell’assistenza di una organizzazione firmataria dell’accordo Territoriali. A seguito di questa modifica le organizzazioni si impegnano a contenere l’importo a carico del contribuente (sarà di circa 40 euro) relativo al costo da sostenere per l’attestazione da presentare al Comune di Alessandria ai fini dell’ottenimento dell’agevolazione tributaria (fino all'anno scorso lo stesso era a carico del Comune e risultava gratuito per i sottoscrittori).

A seguito del deposito presso l’Ufficio Protocollo del rinnovato Accordo Territoriale sottoscritto, vi sarà la presa d’atto da parte del Comune di Alessandria con deliberazione della Giunta Comunale.

I contenuti dell’accordo saranno riportati nel sito istituzionale con la relativa documentazione per usufruire del beneficio fiscale nelle pagine:

http://www.comune.alessandria.it/servizi/casa-e-politiche-sociali/accordi-territoriali/
http://www.comune.alessandria.it/servizi/imposte-tariffe-e-finanze/tributi/imu-imposta-municipale-propria/

Gli accordi prevedono una riduzione degli affitti rispetto al passato, compensata nei casi in cui siano state realizzate migliorie agli alloggi da parte dei proprietari (categorie energetiche caratterizzate da particolare efficienza, doppi servizi, costruzione di un'ascensore). Per esempio su un alloggio di 84 metri quadrati l'affitto massimo potrà andare dai 300 euro per i sobborghi ai 420 in zona centrale, con un risparmio considerevole per i locatari, vista la possibilità di accedere alla cedolare secca del 10% (rispetto al 23% o più che si pagherebbe senza  accordo) e a uno sconto sul pagamento dell'Imu. Nel corso del 2017 tali agevolazioi sono costate al comune 650 mila euro di gettito fiscale in meno, "ma sono costi che sosteniamo volentieri se servono a sostenere il mercato degli affetti ed agevolare proprietari, inquilini e studenti", ha sottolineato il sindaco. 

“Abbiamo inteso proseguire sulla strada già intrapresa per dare ulteriore rilievo alle politiche di assistenza alle famiglie, già in essere in questo Comune, introducendo elementi migliorativi funzionali nel testo dell’accordo, finalizzate ad agevolare un maggior numero di utenti – ha commentato l’assessore alle Politiche Abitative dell’Ente , Piervittorio Ciccaglioni – . I confronti fattivi che abbiamo portato avanti, in questi mesi, con le Organizzazioni di proprietari e le Organizzazioni sindacali di inquilini ci hanno permesso di arrivare, oggi, alla firma di questo accordo che ritengo soddisfacente sia la Città che per i cittadini che ne beneficeranno”.

“Questa firma è un risultato importante per la Città ed i cittadini e le novità che sono state introdotte allargano la forbice dei potenziali fruitori – ha concluso l’assessore al Bilancio, Cinzia Lumiera –. Si tratta di un impegno forte per il Comune di Alessandria perché questa tipologia di contratti incide pesantemente sul Bilancio della Città di Alessandria nei termini di abbattimento dell’IMU ed agevolazioni IRPEF, il cui mancato gettito è significativo per le casse dell’Amministrazione. Si tratta tuttavia di uno sforzo che ci assumiamo volentieri, nell’ottica di un investimento per il rilancio della nostra Città su cui tutti dobbiamo puntare”.
23/03/2018







blog comments powered by Disqus


Piscina e impianti sportivi, prezzi 'tagliati' e si punta al no profit

Alessandria | Nuovi bandi per le strutture sportive di città e sobborghi: per la storica 'comunale', la proposta è un diritto di superficie ventennale con l'obiettivo di riaprire nell'estate del 2020

L'analisi sul commercio, ma non solo. "Non abbiamo più necessità di stare insieme"

Alessandria | Il sociologo Enrico Ercole spiega come cambia la città. Un centro commerciale artificiale copia esattamente il modello del centro cittadino e i vecchi portici sono rimpiazzati dai negozi del retail park

Alessandria Film Festival: assegnati i premi al termine dei tre giorni di manifestazione

Alessandria | I direttori artistici Lucio Laugelli e Stefano Careddu: “L’Alff è una bellissima creatura che sta crescendo con noi, con la città e con l’entusiasmo di un pubblico sempre più ampio di cui avvertiamo davvero l’affetto”. Tutto esaurito per Pupi Avati

Il 4 maggio 'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto

Alessandria | Il 4 maggio alla Casa di Quartiere di via Verona si terrà il primo Festival della canapa, promosso dalla Comunità San Benedetto al Porto e dal punto vendita 'New Biogroup'. "Vogliamo far capire che questa pianta può essere una preziosa risorsa per il territorio, anche dal punto di vista lavorativo" commentano gli organizzatori

Agli 'Incontri d'autore' il giornalista Stefano Talia

Alessandria | Martedì 26 marzo a Cultura e Sviluppo il giornalista presenta "Una volta era un Paese. Come bambini nella ex Jugoslavia". Attraverso l’esperienza del volontariato all’interno delle scuole, l'autore racconta una comunità che cerca di superare le divisioni del passato per trovare una nuova identità