Novi Ligure

Accusata di stalking per le lettere anonime inviate all'ex compagno e ai familiari

Un medico di Novi è a processo davanti al tribunale di Alessandria con l'accusa di stalking e diffamazione per una serie di lettere inviate al termine della relazione all'uomo, ai familiari e ai superiori

CRONACA – La relazione tra un medico di Novi, A. M. 60 anni e un militare all'epoca di fatti nella guardia di Finanza è finito davanti al tribunale di Alessandria, dove si sta svolgendo il processo per stalking e diffamazione. Sul banco degli imputati c'è la donna, medico appunto, autrice, secondo l'accusa, di una serie di lettere anonime inviate all'indirizzo dell'uomo, dei parenti di lui e dei superiori. La donna, assistita dall'avvocato Domenico Ghio, smentisce che le lettere siano state scritte di suo pugno.

Parole pesanti sono contenute nelle missive: “lurido schifoso, ha sporcato tutto quello che hai toccato”, tra le altre frasi. Ai superiori scriveva invece che “le mele marce vanno isolate”, ipotizzando per lui, che si è costituito parte civile, il “congedo con disonore dall'arma”.

Di mezzo c'è finita anche la relazione che lo stesso uomo aveva avuto, o aveva, con un'altra donna e persino il rapporto con una signora all'epoca ottantenne, che si rivolse al militare, tramite un amico comune, per un favore, lo spostamento dell'urna funeraria del marito dell'anziana. Da qui l'illazione che l'uomo avesse rapporti “a pagamento” con la ottantenne. “Mantenuto, corrotto” e altri termini simili sono contenute in quelle missive di cui il processo dovrà stabilire se furono o meno scritte da A.M.

Ieri, in aula, l'uomo ha ripercorso quella storia, portando tutte le lettere e e-mail che, secondo lui, collegherebbero il nome del medico a quello della stalker. I fatti risalgono al periodo 2008-2012. A. M. sostiene, invece che la relazione fosse finita, per sua scelta, nel 2010.
Il processo va avanti da diversi anni. Si cercarono anche impronte digitali e tracce di saliva nella busta, per un esame del Dna. Ma non emerse nulla. Ci fu anche una perizia calligrafica che mise a confronto la scritta della donna novese con quella delle buste. Ma anche il quel caso la perizia non riuscì a dare una risposta precisa. Il perito parlò di “verosimiglianza” che non equivale ad una prova schiacciante.
Il giudice Seddaiu, che ieri ha condotto l'interrogatorio non facile, ha rinviato l'udienza al 13 febbraio, quando saranno sentiti altri testimoni.
17/01/2018







blog comments powered by Disqus


Bando Wecare: alle realtà del nostro territorio interessa davvero?

Alessandria | Lunedì si terrà un convegno per illustrare e discutere la prima fase della strategia "Wecare", insieme di bandi regionali che invitano i soggetti locali a creare sinergia per potenziare il welfare territoriale, anche attraverso strategie innovative. Saranno stanziati 20 milioni di euro: è un'occasione fondamentale, sapremo coglierla?

Mense: "nessuna apertura e rassicurazione". Dal Comune due giorni di tempo per alcune "verifiche"

Alessandria | Tamburi e fischietti hanno accompagnato in coro lo slogan “Noi non ci arrendiamo”: nuovo presidio dei lavoratori e dei sindacati sotto il Comune. E anche nuovo incontro con una parte dell'amministrazione comunale: "nessuna apertura sulla clausola sociale - ha spiegato Maura Settimo della UilTucs - Nessuna rassicurazione sui lavoratori del trasporto e dello scodellamento, ma precisazioni. Con un paio di giorni presi per qualche 'verifica'"

Al 'Mocca' per chiudere la pratica Feralpi. Marcolini: “Siamo in vantaggio, ma loro sempre pericolosi”

Serie C - Play off | Forti del 2-3 maturato a Salò i Grigi possono mettere il sigillo sulla qualificazione ai quarti dei play off di C. Giosa out, recupera Gazzi. Toscani: "Nel calcio niente è impossibile. Si gioca questa sera, mercoledì 23, alle 20.30

Borsalino, possibile società di dipendenti? "La produzione deve continuare"

Alessandria | Per l’assessora Pentenro bisognerà mettere in campo tutto ciò che sarà possibile in vista del 31 maggio quando scadrà il contratto d’affitto del ramo d'azienda. Una delle possibili vie da percorrere quella del workers buyout, un’operazione di acquisto di una società realizzata dai dipendenti dell’impresa stessa

Alla Cisl con Anteas un incontro sul testamento biologico

Csvaa Informa | L’Associazione Anteas e la Cisl Pensionati Asti-Alessandria, in collaborazione con Coordinamento Donne e con il supporto del CSVAA, propongono, ad Alessandria, un incontro dal titolo “Testamento Biologico: come, dove, perché”