Cronaca

Agente assicurativo a processo: oltre a maltrattamenti e violenza anche l'accusa di estorsione

Sembra aggravarsi la posizione processuale dell'agente assicurativo finito a processo, nel 2011, per maltrattamenti e violenza sessuale nei confronti di suoi dipendenti. Ora il pubblico ministero contesta anche l'accusa di estorsione

CRONACA – A processo dal 2011 per maltrattamenti e violenza sessuale consumata, secondo l'accusa, ai danni di tre dipendenti, potrebbe aggravarsi ulteriormente la posizione di Claudio Cuppone, 56 anni di Torino: il pubblico ministero Marcella Bosco, infatti, nell'udienza di ieri davanti ai giudici del tribunale di Alessandria, ha contestato anche il reato di estorsione, una tentata e due consumate, nei confronti di altri dipendenti.
I fatti risalgono tra il 2009 e il 2011. Cuppone ricopriva l'incarico di agente generale di una agenzia assicurativa ad Alessandria.
I dipendenti, sentiti come testimoni, hanno descritto un ambiente lavorativo non certo gradevole, ed un atteggiamento del Cuppone tale da fare scattare la denuncia.
Il processo di aprì nel 2011 ma, nel frattempo, è cambiato il collegio giudicante. Di rinvio in rinvio si è arrivati all'udienza di ieri, nuovamente con un nuovo collegio, formato dal presidente Camposaragna e dai giudici a latere Tacchino e Avanzino. Nel frattempo, anche il pubblico ministero ha avanzato una nuova accusa, quella di estorsione. Cuppone avrebbe cioè “messo alle stratte” i collaboratori, ponendoli davanti alla scelta: o così, alle attuali condizioni economiche, o fuori.
L'avvocato di difesa, Giulia Boccassi, ha quindi invocati i termini di difesa, ossia il tempo necessario per valutare le nuove accuse.
Si tornerà in aula il 22 febbraio, quando saranno risentiti i testimoni e le parti offese. Nel procedimento si è costituita parte civile anche l'associazione contro la violenza sulle donne Medea.
11/01/2018







blog comments powered by Disqus


In gara per il David grazie ad un film un po' alessandrino

Alessandria | E' stata una delle prime poliziotte in Italia, e pure sull'Isola dei (non) Famosi. Ma nella carriera della poliedrica Viviana Bazzani c'è spazio anche per una nomination

Giovanni Carpenè, il volto sorridente della cooperazione alessandrina

Opinioni | Prete operaio, sindacalista di sinistra e intellettuale perché è da lui che partono gli stimoli in direzione di quello che sarà il suo contributo più importante al nostro vivere civile: la giustizia sociale e l’accoglienza degli immigrati, la cooperazione internazionale

Quando arriverà da noi il cocktail più buono del mondo?

Alessandria | Si chiama Angelot, è un cocktail che non esiste, ma in altri Paesi una ragazza può essere ordinato al bancone di un bar o in discoteca se si trova in difficoltà, sta ricevendo molestie e vuole sottrarsi da una brutta situazione. Medea: "felici di sostenere il progetto, ma non dimentichiamo che il pericolo maggiore è in ambito domestico"

Una sera d'estate alla Cgil

Alessandria  | Sabato 23 giugno la Camera del lavoro festeggia l'inizio dell'estate con una serata sul tema del lavoro. Alla notte bianca dei lettori letture libere sul tema "La voce del Lavoro"

Alexala verso una ATL Alessandria- Asti? Intanto trasformazione in società consortile e nuovo CdA

Alessandria | La commissione consiliare di Palazzo Rosso vota delle pure "modifiche" notarili nella mattinata di giovedì 21 giugno, proprio mentre l'assemblea dei soci di Alexala è riunita per votare la trasformazione in "società consortile" e nominare il nuovo Consiglio di Amministrazione. "Il comune di Alessandria assente" sottolinea Abonante (PD) che pone tutta un'altra serie di questioni da affrontare in vista di una "ATL Alessandria - Asti?"