Società

Al via il corso di formazione per mediatore interculturale

Al termine del corso, previo superamento dell'esame finale e della frequenza obbligatoria, verrà rilasciato l'attestato di specializzazione di “Mediatore interculturale”, riconosciuto dalle Regione Piemonte e valido per l'inserimento lavorativo, Iscrizioni entro il 21 settembre

SOCIETA' - Il corso di formazione  per mediatore interculturale prevede attività didattiche finalizzate a sviluppare competenze legali, antropologiche, psicologiche e sociali utili a preparare il mediatore interculturale a svolgere con competenza il ruolo di mediazione e di integrazione sociale tra migranti e comunità locale.

Il corso specifico punterà a promuovere negli allievi competenze di analisi dei bisogni, sia del contesto sia dei singoli casi, e di capacità di progettazione e attuazione degli interventi. Particolare attenzione sarà riservata alla tematica delle pari opportunità e degli strumenti normativi e legali utili all'integrazione dei migranti.

Al termine del corso, previo superamento dell'esame finale e della frequenza obbligatoria, verrà rilasciato l'attestato di specializzazione di “Mediatore interculturale”, riconosciuto dalle Regione Piemonte, valido per l'inserimento lavorativo.

il mediatore o la mediatrice interculturale promuove, sostenendo e accompagnando entrambe le parti nella rimozione delle barriere culturali e linguistiche, nella promozione sul territorio della cultura di accoglienza e del''integrazione socio-economica, nella conoscenza e nella pratica dei diritti e dei doveri vigenti in Italia, in particolare nell'accesso e nella fruizione dei servizi pubblici e privati. Sviluppa il processo di adeguamento delle prestazioni offerte all'utenza immigrata e opera in tutte le le situazioni di difficoltà comunicative e/o di comprensione tra persone di culture diverse al fine di dissipare i malintesi o pi potenziali conflitti dovuti a un diverso sistema di codici e valori culturali.

Il mediatore interculturale è un operatore dell'area professionale sociale che svolge la sua attività di mediazione presso strutture e servizi sia pubblici che privati: centri di accoglienza, servizi socio-assistenziali, carceri, servizi sanitari (Asl, ospedali e consultori), scuole, uffici pubblici dia statali sia locali.

Le lezioni si svolgeranno nei giorni di venerdì e sabato, con moduli di 8 ore, per un totale di 600 ore, (400 di teoria e 200 di stage) nella sede dell'Associazione Cultura e Sviluppo in piazza de André 76 ad Alessandria. Nel programma è incluso il modulo “Sicurezza sul lavoro” da D.Lgs 81/08, con rilascio dell'attestato.

Destinatari: persone straniere con buona conoscenza della lingua italiana e ottima conoscenza di una lingua straniera, in possesso di diploma di II grado o diploma professionale.

Costi: 2.200 euro + Iva. Sconto del 10 % per le iscrizioni effettuate entro il 31 agosto 2018.
iscrizioni: scheda di iscrizione (clicca qui per scaricarla) e quota entro il 21 settembre.

Informazioni: dott.ssa Francesca Brancato, tel 0142 452735, cell. 329 4070192, iovoloformazione@gmail.com, www.iovolo.net.
8/08/2018







blog comments powered by Disqus


Che fare di Viale della Repubblica? Alessandria s'interroga su un nodo strategico

Alessandria | Nel progetto presentato dall'azienda dei trasporti dovrebbe diventare un punto fondamentale per l'interscambio dei mezzi, oltre che il luogo principale per la sosta degli autobus. L'opposizione però si mostra perplessa: "sarebbe l'ennesima dimostrazione che il Teatro non interessa più a nessuno. Facciamo uno spazio di socialità"

La sblocca De Luca, poi la Robur su rigore: al 'Mocca' un pareggio che dà morale

Serie C - girone A | Finisce 1-1 tra Alessandria e Robur, un pareggio che può andar bene ad entrambe. Segnali positivi dall'undici di D'Agostino, soprattutto nei secondi 45'. Gol di De Luca al 39', pareggio su rigore di Gliozzi

Attenzione alla nebbia

Meteo | Settimana di stampo autunnale, con tempo nuvoloso e nebbia a banchi

Al Caffè Scienza la sicurezza alimentare “dal campo alla tavola”

Alessandria | L’Unione Europea e l’Oms hanno messo in evidenza come “la sicurezza alimentare sia una responsabilità condivisa dal campo alla tavola”. In quest’ottica sono fondamentali la rintracciabilità e la tracciabilità delle produzioni. Appuntamento lunedì 15 ottobre a Cultura e Sviluppo

Cultura e Sviluppo Community: "si migliora insieme"

Alessandria | Giovedì 18 ottobre l'evento di presentazione delle attività dell’associazione e di ascolto delle idee del territorio. L'incontro sarà anche l'occasione per presentare il cambio generazionale al vertice dell’Associazione stessa: Giorgio Guala passerà il testimone al nipote Francesco