Società

Al via il corso di formazione per mediatore interculturale

Al termine del corso, previo superamento dell'esame finale e della frequenza obbligatoria, verrà rilasciato l'attestato di specializzazione di “Mediatore interculturale”, riconosciuto dalle Regione Piemonte e valido per l'inserimento lavorativo, Iscrizioni entro il 21 settembre

SOCIETA' - Il corso di formazione  per mediatore interculturale prevede attività didattiche finalizzate a sviluppare competenze legali, antropologiche, psicologiche e sociali utili a preparare il mediatore interculturale a svolgere con competenza il ruolo di mediazione e di integrazione sociale tra migranti e comunità locale.

Il corso specifico punterà a promuovere negli allievi competenze di analisi dei bisogni, sia del contesto sia dei singoli casi, e di capacità di progettazione e attuazione degli interventi. Particolare attenzione sarà riservata alla tematica delle pari opportunità e degli strumenti normativi e legali utili all'integrazione dei migranti.

Al termine del corso, previo superamento dell'esame finale e della frequenza obbligatoria, verrà rilasciato l'attestato di specializzazione di “Mediatore interculturale”, riconosciuto dalle Regione Piemonte, valido per l'inserimento lavorativo.

il mediatore o la mediatrice interculturale promuove, sostenendo e accompagnando entrambe le parti nella rimozione delle barriere culturali e linguistiche, nella promozione sul territorio della cultura di accoglienza e del''integrazione socio-economica, nella conoscenza e nella pratica dei diritti e dei doveri vigenti in Italia, in particolare nell'accesso e nella fruizione dei servizi pubblici e privati. Sviluppa il processo di adeguamento delle prestazioni offerte all'utenza immigrata e opera in tutte le le situazioni di difficoltà comunicative e/o di comprensione tra persone di culture diverse al fine di dissipare i malintesi o pi potenziali conflitti dovuti a un diverso sistema di codici e valori culturali.

Il mediatore interculturale è un operatore dell'area professionale sociale che svolge la sua attività di mediazione presso strutture e servizi sia pubblici che privati: centri di accoglienza, servizi socio-assistenziali, carceri, servizi sanitari (Asl, ospedali e consultori), scuole, uffici pubblici dia statali sia locali.

Le lezioni si svolgeranno nei giorni di venerdì e sabato, con moduli di 8 ore, per un totale di 600 ore, (400 di teoria e 200 di stage) nella sede dell'Associazione Cultura e Sviluppo in piazza de André 76 ad Alessandria. Nel programma è incluso il modulo “Sicurezza sul lavoro” da D.Lgs 81/08, con rilascio dell'attestato.

Destinatari: persone straniere con buona conoscenza della lingua italiana e ottima conoscenza di una lingua straniera, in possesso di diploma di II grado o diploma professionale.

Costi: 2.200 euro + Iva. Sconto del 10 % per le iscrizioni effettuate entro il 31 agosto 2018.
iscrizioni: scheda di iscrizione (clicca qui per scaricarla) e quota entro il 21 settembre.

Informazioni: dott.ssa Francesca Brancato, tel 0142 452735, cell. 329 4070192, iovoloformazione@gmail.com, www.iovolo.net.
8/08/2018







blog comments powered by Disqus


La prima di Colombo termina con un (altro) pareggio: con il Gozzano è 1-1

Serie C - girone A | Chiarello al 77' la raddrizza subito dopo il rigore segnato da Carletti. Buono l'esordio in panchina di Colombo, meglio la difesa, ma in avanti c'è ancora tanto da lavorare

Carnevale, il 10 marzo uno spettacolare corteo in centro città

Alessandria | Una grande sfilata con oltre 300 figuranti per le vie del centro, con festa finale in piazza Marconi: è stato finalmente svelato il Carnevale di Alessandria, che si terrà domenica 10 marzo

L'Alessandria ricomincia dal Gozzano...e da mister Colombo: "Mi aspetto una buona prestazione"

Serie C - girone A | Oggi, sabato 23, al 'Piola' di Vercelli si gioca l'anticipo della 28^ giornata tra il Gozzano e l'Alessandria per la prima in panchina di mister Colombo dopo l'esonero di Gaetano D'Agostino

Monitoraggio al sottopasso di via Maggioli: senso unico alternato

Alessandria | Dal 25 febbraio al 1° marzo dalle 9 alle 17 senso unico alternato regolato da un semaforo per consentire il posizionamento delle attrezzature e della strumentazione necessaria per lo svolgimento di indagini di monitoraggio e attività di rilievo geometrico-strutturale

Oltre 370 chiamate al giorno al numero unico per le emergenze

Cronaca | La centrale operativa, con sede a Saluzzo, traccia un primo bilancio dopo l'entrata in funzione, dal gennaio 2017, del numero unico per le emergenze 112. Di queste, il 36% è stata inoltrata alla centrale dei carabinieri; nel 21% dei casi si tratta di una emergenza sanitaria