Cronaca

Dirigente delle autostrade sotto accusa per l'incidente di 9 anni fa

Era stato rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio colposo, per un incidente avvenuto nel 2009 sull'autostrada A7 resa scivolosa dalla pioggia gelata. Secondo il pubblico ministero l'autostrada avrebbe dovuto essere chiusa. Chiesti 6 mesi di reclusione. Il giudice deciderà a marzo

CRONACA – Ci fu negligenza nella condotta di un dirigente della concessionaria autostradale del tratto Serravalle Milano la sera del 23 dicembre 2009? Lo stabilirà il giudice che ha fissato la lettura della sentenza per il prossimo 8 marzo. Per quel fatto è finito a processo Claudio Palastanga, 63 anni, di Gravedona. Aveva nevicato ma sull'autostrada era stato gettato il sale, “in quantità superiore a quello necessario”, per non fare gelare la neve. Arrivò però il gelicidio, la pioggia gelata, evento non prevedibile o, per lo meno, non si può prevedere dove esattamente colpirà.
Secondo il pubblico ministero che sostiene l'accusa, però, nel tardo pomeriggio di quel giorno, iniziarono ad arrivare segnalazioni di auto che perdevano il controllo, che uscivano di strada. E l'autostrada rimase aperta. L'incidente nel quale rimase ferito un automobilista di Milano fu segnalato verso le 18,15. Quindi dopo che erano già arrivate altre chiamate ai centralini della polizia stradale, la quale, secondo quanto sostenuto in aula da Pm, avrebbe avvisato di conseguenza anche gli uffici della concessionaria.
L'automobilista venne ricoverato all'ospedale di Pavia e morì dopo qualche tempo. Secondo la procura, però, ci potrebbe essere una responsabilità di chi aveva la facoltà di chiudere il tratto autostradale, tra Castelnuovo e Pavia. Una errata valutazione della situazione? L'accusa è di omicidio colposo.
Per questo chiede che il dirigente venga condannato a 6 mesi di reclusione. La difesa, sostenuta da dagli avvocati Roberto Cavallone e Fausto Bellato chiede invece l'assoluzione per non aver commesso il fatto.
13/02/2018







blog comments powered by Disqus


Rifiuti organici e l'annuncio della mancata raccolta: ecco come comportarsi

Alessandria | L'assessore all'ambiente Paolo Borasio precisa come comportarsi con i rifiuti organici, che per qualche giorno potrebbero non essere più raccolti a causa di un problema sopraggiunto all'impianto di trattamento

Proseguono i lavori per ripristinare il tetto del Palazzo Comunale

Alessandria | L'intervento in corso anche per evitare danni agli affreschi e alle decorazioni del piano nobile in caso di nuoeve piogge. Un intervento più ampio già programmato a partire da settembre

Aral: stop temporaneo alla raccolta dell'umido. Guasto all'impianto di Srt

Provincia | La comunicazione ai Comuni della provincia alessandrina è arrivata dal Consorzio di Bacino: "sospensione della raccolta organica". A causa di un guasto nell’impianto di biodigestione di Srt che ha sospeso lo stoccaggio di quella tipologia di rifiuto, Aral ha disposto il blocco temporaneo del conferimento dell'umido

Fra meno di un mese si inaugura la nuova area commerciale in via Marengo: cosa cambierà?

Alessandria | Il nuovo insediamento di via Marengo, alla rotonda sul fiume Bormida, aprirà i battenti il 12 settembre, e fra le attività che apriranno c'è chi sta cercando personale giovane da impiegare. Roggero: "non abbiamo responsabilità politica su questa nuova apertura, e il nostro modello di sviluppo punta sul commercio di vicinato"

Piazzetta Monserrato: rattoppi non proprio a regola d'arte. Ma "sono provvisori"

Alessandria | Piazzetta Monserrato si è trovata "rattoppata" dopo alcuni lavori non proprio nel migliore dei modi. Barosini: "si tratta di coperture provvisorie. Siamo molto attenti rispetto al passato a questi lavori: sarà ripristinato a regola d'arte il manto stradale dalla ditta che ha eseguito i lavori". Intanto sopralluogo in quella zona per posizionare una panchina sotto l'albero di ulivo, "come ci è stato richiesto dai residenti"