Alessandria

Festa d'aprile: dal 21 al 26 tanti eventi per celebrare la Liberazione

Comune e Provincia insieme con Anpi ed Isral organizzano 5 giorni di appuntamenti legati alla Festa della Liberazione: mostra, proiezione di film, cena a tema, spettacolo teatrale, messa in Duomo e brindisi a mezzanotte alcune delle tappe principali

ALESSANDRIA  - La Festa della Liberazione, tradizione ormai consolidata nella nostra provincia, medaglia d'oro per la Resistenza, torna anche quest'anno con un programma intenso, variegato e pensato per raggiungere target diversi, puntando sull'importanza di non dimenticare e di trasmettere l'importanza di una celebrazione fondamentale anche alle nuove generazioni, da vivere nel quotidiano e non solamente da gestire come mera ricorrenza simbolica. 

A presentare gli appuntamenti messi in campo, organizzati insieme all'Anpi e all'Isral, sono intervenuti alla conferenza stampa di presentazione il sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco, il presidente della provincia Gianfranco Baldi e l'assessore alle manifestazioni comunali Cherima Fteita Firial. 

"La Festa della Liberazione - ha ricordato Cuttica di Revigliasco - è legata a un momento storico preciso che ha visto la liberazione dalle forze naziste che occupavano la nostra realtà, costituendo l'ultimo atto delle lotte d’indipendenza. E' importante mettere in campo oggi il nostro piccolo sacrificio di impegno quotidiano per rendere giustizia a chi ne ha compiuto uno così grande in passato. Ricordo quest'anno il compleanno della città, 850 anni durante i quali non sono mancati momenti di assedio e di rivolta, diretti a ribadira la propria libertà ed indipendenza. Oggi non dobbiamo conquistare nulla con le armi, ma è importante continuare a lottare con forze diverse perché c'è ancora molto da fare, sempre nel rispetto di una comunità che sia libera di pensare e agire in maniera autonoma". 

Ecco il programma completo degli eventi, inagurato il 21 aprile con l'apertura della mostra "Se sarò buona", dedicata alla celebrazione del ruolo delle donne durante la Resistenza, indispensabili nel fare da staffette e portare informazioni ai partigiani, rischiando ogni giorno la propria vita, come ricordato da Cesare Manganelli dell'Isral. 

Nel pomeriggio del 21 aprile si terrà alla Casa di Quartiere di Alessandria un torneo di scacchi di grande richiamo, considerando che la squadra alessandrina è stata recentemente promossa in seria A. 

Domenica 22 aprile si terrà il "Torneo di Martiri" di Pallavolo al Palasport di Sale, mentre il 24 aprile alla Ristorazione Sociale di Alessandria si proietterà il film di Giuliano Montaldo "l'Agnese va a morire", girato nei luoghi della resistenza e con protagonisti gli stessi partigiani. Seguiranno alle 20 una cena a tema e lo spettacolo del cantautore Fabrizio Zanotti, cui seguirà alle 24 il brindisi per la liberazione con la presidente nazionale dell'Anpi Carla Nespolo. 

Le celebrazioni proseguiranno il 25 aprile, con la celebrazione ufficiale della Liberazione e un corteo per le vie cittadine e il 26 aprile, dalle ore 9 nella Cattedrale di Alessandria con la lettura per le scuole del trattato di resa Nazifascista a cura della compagnia Quizzy Teatro. 

Interprellato in merito alle recenti dichiarazioni del presidente della Commissione Cultura del Comune, Carmine Passalacqua, orgoglioso di essere monarchico, che ha esultato per l'assenza del Gonfalone alla celebrazione del martirio della Benedicta, sottolineando l'approvazione per la scelta del sindaco (che però scelta non fu, come da lui stesso ribadito, ma semplice disguido), il sindaco di Alessandria si è lasciato andare a una replica in tono polemico: "se c'è qualcosa da chiedere in merito alle dichiarazioni di Passalacqua, si chieda a Passalacqua. Da parte mia voglio ricordare che alla lotta di Liberazione parteciparono in tanti, e fra di loro anche i partigiani badogliani, che erano monarchici. Io stesso sono stato presente alla messa del Re e non lo vivo come un gesto dissacrante. Chi pone certi problemi dimostra di non avere conoscenza della storia partigiana". 


17/04/2018







blog comments powered by Disqus


Alessandria, un territorio compatto sull'accoglienza migranti. Orgoglio riemerso

Provincia | Accoglienza diffusa, tavoli di confronto e la ricerca della coesione istituzionale e sociale: il Prefetto Romilda Tafuri, che a breve lascerà la Provincia, fa un bilancio dei sei anni di permanenza a palazzo Ghilini in questa intervista esclusiva

Nubifragio nell'alessandrino, ancora allagamenti e disagi

Cronaca | Un forte temporale si è scatenato sulla provincia di Alessandria. Ancora una volta si sono registrati allagamenti di strade e sottopassi e disagi nella circolazione [AGGIORNAMENTI]

Troppi clienti 'noti', chiuso per tre giorni un bar del centro

Alessandria | In via Plana, secondo la Polizia, un bar era diventato il punto di riferimento di pregiudicati e persone poco raccomandabili. Così il Questore ne ha deciso la chiusura temporanea per riportare un po' più di sicurezza

Parte per le vacanze e lascia i cani in casa: salvati in tempo i tre cani

Alessandria | Tre cani tipo Jack Russel erano stati lasciati soli in casa, con un solo accesso al giardinetto. Ma gli agenti intervenuti hanno trovato una situazione igienica precaria e niente acqua da bere. La padrona se n'era andata in vacanza

Alla rassegna Red Note “Occhi negli occhi – un omaggio a Chico Buarque”

Alessandria | Giovedì 19 luglio la cantante Francesca Elena Monte con Roberto Taufic, chitarrista e arrangiatore di fama internazionale e la partecipazione di Riccardo Fioravanti, personalità tra le più trasversali della scena jazz nazionale