Serie C - Coppa Italia

Il Pontedera ferma i Grigi sullo 0-0: si decide tutto al 'Mannucci'

Finisce a reti bianche l'andata della semifinale di Coppa Italia. La qualificazione per la finale passerà inevitabilmente per il ritorno in terra toscana

ALESSANDRIA - A distanza di una settimana esatta dal vittorioso quarto di finale con il Renate l’Alessandria scende di nuovo in campo nell’andata delle semifinali di Coppa Italia di categoria: avversario di giornata un più morbido - almeno sulla carta - Pontedera che già in campionato aveva incassato ben cinque reti nella trasferta al “Moccagatta”.

Il clima dell’infrasettimanale però azzera questo tipo di considerazioni, ed il freddo polare che si respira allo stadio fa il resto: la prima vera occasione è infatti al 9’ un diagonale dalla destra di Pinzauti che esce largo sul secondo palo. La risposta dell’Alessandria arriva subito dopo con Biggeri costretto ad alzare in angolo un tiro-cross di Fissore dalla sinistra, mentre la conclusione di Sestu dalla medesima zona al 18’ finisce placida fra le braccia del portiere. In un minuto il Pontedera ha due occasioni incredibili per passare in vantaggio ma le fallisce entrambe: Calcagni sfugge sulla destra e riesce a mettere in mezzo per la sponda di Grassi dal limite che finisce larga sul secondo palo, poi Giosa perde palla finendo per servire Pinzauti ma la conclusione della punta centra il palo alla sinistra di Vannucchi. Al 29’ arriva ancora al tiro il Pontedera: Calcagni riesce a liberarsi per scagliare un destro a giro su cui Vannucchi è attento; la prima mezz’ora scorre senza particolari rischi per la difesa dei toscani e questo, considerato le potenzialità del tridente Sestu-Chinellato-Gonzalez, è un inedito, soprattutto mentre il Pontedera non mostra alcun timore reverenziale e cerca di sorprendere Vannucchi anche da lontano come con un tiro di Pinzauti al 33’. Cinque minuti dopo una magia di Gonzalez che verticalizza improvvisamente mette Sestu in condizione di crossare basso e testo nell’area piccola senza però trovare nessun compagno pronto al tap-in in rete.

Il secondo tempo ricomincia senza cambi e per vedere la prima palla gol bisogna nuovamente attendere dieci minuti: la punizione dalla sinistra di Bellazzini trova Fissore libero di colpire di testa senza però inquadrare lo specchio. Una reazione ingenua dell’esterno basso poco dopo costa il primo cartellino giallo per l’Alessandria, che al 17’ costruisce l’azione più bella della gara: Gonzalez riesce a liberarsi al cross dalla linea di fondo e a centro area Bellazzini colpisce di testa con grande potenza costringendo Biggeri ad alzare in angolo. Al 24’ bella azione dell’Alessandria in velocità con un colpo di testa di Bellazzini che innesca Sestu bravo a girare subito al centro per Gonzalez il cui tiro viene murato dalla schiena di Borri sul nascere. Entrambi i tecnici ricorrono in maniera massiccia alle sostituzioni, in particolare l’Alessandria inserisce Russini per Sestu e Barlocco per Fissore ma la trama della gara non cambia: la girata di testa di Fischnaller su cross di Russini al 35’ è più per la cronaca che per le occasioni pericolose. Il Pontedera si chiude a riccio lasciando le rare sortite offensive ai contropiede nelle praterie che inevitabilmente si creano con l’Alessandria proiettata all’attacco: il recupero è una lunga serie di calci d’angolo pert i grigi senza che il fortino dei ragazzi di Maraia ceda e la qualificazione passerà inevitabilmente per il ritorno in terra toscana. 


ALESSANDRIA - PONTEDERA 0-0

Alessandria (4-3-3): Vannucchi 6; Celjak 5.5, Piccolo 6.5, Giosa 6, Fissore 5.5 (32’ st Barlocco ng); Nicco 5, Gazzi 5.5, Bellazzini 5; Gonzalez 6, Chinellato 5 (17’ st Fischnaller 6), Sestu 6 (29’ st Russini ng). A disp. Pop, Lovric, Sciacca, Gjura, Usel, Ragni, Blanchard, Ahmed Kadi, Barlocco. All. Marcolini
Pontedera (5-3-2): Biggeri 6.5; Corsinelli 6, Frare 6, Borri 6, Romiti 6 (15’ st Risaliti 6), Tofanari 6; Calcagni 6.5, Caponi 5.5, Paolini 6 (29’ st Spinozzi ng); Grassi 5.5, Pinzauti 5 (22’ st Maritato 6). A disp. Contini, Spinozzi, Raffini, Ferrari, Marinca. All. Maraia ARBITRO: Viotti di Tivoli 6.5
21/02/2018
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Quando arriverà da noi il cocktail più buono del mondo?

Alessandria | Si chiama Angelot, è un cocktail che non esiste, ma in altri Paesi una ragazza può essere ordinato al bancone di un bar o in discoteca se si trova in difficoltà, sta ricevendo molestie e vuole sottrarsi da una brutta situazione. Medea: "felici di sostenere il progetto, ma non dimentichiamo che il pericolo maggiore è in ambito domestico"

Alexala verso una ATL Alessandria- Asti? Intanto trasformazione in società consortile e nuovo CdA

Alessandria | La commissione consiliare di Palazzo Rosso vota delle pure "modifiche" notarili nella mattinata di giovedì 21 giugno, proprio mentre l'assemblea dei soci di Alexala è riunita per votare la trasformazione in "società consortile" e nominare il nuovo Consiglio di Amministrazione. "Il comune di Alessandria assente" sottolinea Abonante (PD) che pone tutta un'altra serie di questioni da affrontare in vista di una "ATL Alessandria - Asti?"

In gara per il David grazie ad un film un po' alessandrino

Alessandria | E' stata una delle prime poliziotte in Italia, e pure sull'Isola dei (non) Famosi. Ma nella carriera della poliedrica Viviana Bazzani c'è spazio anche per una nomination

Giovanni Carpenè, il volto sorridente della cooperazione alessandrina

Opinioni | Prete operaio, sindacalista di sinistra e intellettuale perché è da lui che partono gli stimoli in direzione di quello che sarà il suo contributo più importante al nostro vivere civile: la giustizia sociale e l’accoglienza degli immigrati, la cooperazione internazionale

Una sera d'estate alla Cgil

Alessandria  | Sabato 23 giugno la Camera del lavoro festeggia l'inizio dell'estate con una serata sul tema del lavoro. Alla notte bianca dei lettori letture libere sul tema "La voce del Lavoro"