Alessandria

Inaugurato il nuovo 'Nido insieme al Borsalino': punto di incontro tra anziani e bambini

L'inaugurazione del nuovo 'Nido insieme al Borsalino' si è svolta giovedì 8, una sperimentazione di incontro tra generazioni sino dalla prima infanzia

ALESSANDRIA - L’IPAB Soggiorno Borsalino di Alessandria, Centro Servizi Polifunzionale per la Persona, oltre ad azioni rivolte al territorio, persegue l’obiettivo del Ben-essere – Qualità della vita di chi abita quotidianamente l’Ente: ospiti anziani, residenziali e non, familiari, operatori, ognuno con bisogni differenti ma tutti rappresentativi del contesto macro-sociale. Molti operatori sono donne, mamme, mamme singles, nonne con figli e nipoti a carico. 

In questo senso, partendo da richieste ed in seguito all’incontro e poi collaborazioni con la realtà APS La Montanina e nello specifico con la responsabile Sara Sterpin, Educatrice, con cui si sono attuate alcune precedenti azioni in sinergia con i Servizi Socio-Educativi-Culturali dell’Ente, è nata la possibilità concreta di aprire un “Nido in famiglia”, all’interno dell’Ente stesso, aperto al territorio. 

Nido Insieme al Borsalino, la cui inaugurazione/openday si è svolta giovedì 8, è una sperimentazione di incontro tra generazioni sino dalla prima infanzia. La scelta della data rappresenta “la nostra scelta”, per quest’anno, di celebrare la giornata della donna, ricordandoci della quotidianità delle donne, mamme, nonne, lavoratrici a casa e fuori casa. 

In Europa i nidi in casa di riposo cominciano ad essere diffusi, nell’alessandrino rappresentano la sperimentazione e forse la sfida; per l’Ente rappresenta aprire lo spettro di intervento di 360 gradi, accostando bambini, genitori, anziani e facendo vivere in positivo il pregiudizio che vede l’anziano tornato bambino, inutile ed escluso. Non tutti gli anziani sono rimbambiti (dal latino tornati bambini) ma tutti, se in salute psico-fisica, sono fonte di saggezza, premure, curiosità, gioia per i bambini e, ancora, tutti gli anziani desiderano sentirsi ancora utili, importanti. 

Così, spazi adeguati, familiari ma a norma di legge, possono diventare luoghi magici dove incontrare, oltre che operatori preposti e formati, anche grandi nonni/raccontastorie da cui essere coccolati. Spazi facilmente raggiungibili, sostenibili dalle mamme/papà che magari lavorano nello stesso spazio o vicino, in quanto l’Ente è in pieno Centro Storico. 

Le iscrizioni per bambini da 0 a 36 mesi sono aperte. Per informazioni e iscrizioni 393 6239576.
10/03/2018







blog comments powered by Disqus


Solvay e Ausimont, pene ridotte in appello per disastro ambientale

Cronaca | La corte d'Assise d'Appello ha ridotto ad 1 anno e 8 mesi le pene per tre dei manager di Solvay ed Ausimont per disastro ambientale colposo. Assolti gli altri cinque imputati. Solvay annuncia il ricorso il Cassazione. In primo grado la condanna era stata di 2 anni e mezzo

“Aral non paga il fornitore, da mesi 17 lavoratori senza stipendio”

Alessandria | Sciopero e presidio dei lavoratori di Ressia Trasporti e Rst, fornitori di Aral: “da almeno due mesi non ricevono lo stipendio, hanno crediti non saldati per centinaia di migliaia di euro nei confronti di Aral”

"Integrazione" tra Azienda Ospedaliera e Asl Al "per offrire servizi migliori e rispondere alle esigenze"

Economia e Lavoro | L'allineamento di vedute dei due nuovi direttori di Azienda Ospedaliera, Giacomo Centini, e Asl Al, Antonio Brambilla passa attraverso la parola e l'azione di "integrazione" tra le due realtà. Una integrazione che deve portare a supportare l'alta specialità in tutte le realtà locali, attraverso la digitalizzazione, la riduzione di tempi nelle liste di attesa. Ma che deve passare anche attraverso una “riorganizzazione” che stimoli e aiuti a “ fare rete”

Fabbio farà volontariato per evitare il carcere

Alessandria | Il tribunale di sorveglianza di Torino ha preso in esame la richiesta dell'ex sindaco di Alessandria di svolgere servizi socialmente utili al posto della pena detentiva. Era stato condannato in terzo grado a tre anni di carcere per falso ideologico. Dovrà comunque risarcire il Comune

Operazione Triangolo, le prime testimonianze sull'inchiesta rifiuti

Cronaca | Diciannove indagati, tra i quali nomi noti dell'imprenditoria alessandrina nel settore delle cave e della lavorazione rifiuti. Un centinaio i testimoni che saranno chiamati a rendere deposizioni davanti al giudice del tribunale di Alessandria. In aula, ieri, i primi tre testimoni: funzionari e dipendenti della Provincia che hanno effettuato sopralluoghi nei siti oggetto di indagine