Alessandria

Inchiostro fa un lustro e presenta il suo fuori Festival

La Commissione Cultura ha conosciuto da vicino gli organizzatori di Inchiostro Festival che hanno preparato un mese di 'preludio' all'evento vero e proprio. Resta in sospeso la questione della sede fisica di un festival che muove migliaia di appassionati da tutta Italia

ALESSANDRIA - La prossima edizione di Inchiostro sarà quella del 'lustro', cinque anni di festival di illustratori, calligrafi e stampatori al Chiostro di Santa Maria di Castello.

Come ogni grande evento che si rispetta anche Inchiostro ha un suo 'fuori', appuntamenti di avvicinamento: un mese di date a partire dal 3 maggio con l'inaugurazione della mostra di Riccardo Guasco "Veni Vidi Bici! L’arte di illustrare la bicicletta", presso Palazzo Monferrato, sede del Museo della Bicicletta, per arrivare al 2-3 giugno al week-end fra le performance live degli artisti in residenza artistica, workshop e spettacoli.

A Palazzo Rosso, in Commissione cultura è stato presentato il ricco programma di maggio: incontri con illustratori, feste, arte. “Questo evento è seguito da 12.000 fans con oltre 2.000 visitatori nel weekend, 40 workshop e un seguito che colloca questo festival come uno dei più innovativi sul panorama nazionale, grazie anche agli eventi OFF e le collaborazioni attive con tutto il mondo dei festival dedicati alla comunicazione visiva”, ha spiegato Giancarlo Sansone, uno dei fondatori del festival davanti ai consiglieri comunali che hanno unanimamente riconosciuto che l'appuntamento di giugno possa rappresentare una grande occasione per tutta la città di Alessandria. “E' fondamentale la collaborazione logistica del Comune”, prosegue Sansone, “permessi, viabilità, attrezzature sono importanti tasselli per la riuscita dell'evento”.

L'incontro a Palazzo Rosso per far conoscere Inchiostro Festival al mondo politico, anche nella speranza di trovare nuove forme di sponsorizzazioni, magari dalla Regione Piemonte.

Resta ancora irrisolto il problema della sede fissa di Inchiostro, ancora 'vacante'. Fa dispiacere vedere che fuori Alessandria Inchiostro sia apprezzato e ricercato – è stato 'adottato' dallo IED di Milano – mentre in patria si fatichi per trovare anche solo un magazzino dove stipare le attrezzature per i laboratori.
 
21/03/2018







blog comments powered by Disqus


Travolse con l'auto un gruppo di conoscenti: “Tra loro c'era chi mi aveva tirato un pugno”

Cronaca | E' stato condannato a svolgere per un anno lavori socialmente utili un cittadino di origine straniera, residente nel novese, accusato di lesioni. All'uscita di un locale dove era scoppiata una rissa, in retromarcia, cercò di investire chi, a suo dire, gli aveva sferrato un pugno

Sui social “non bisogna solo esserci, ma starci bene”

Alessandria | “Comunicazione e trasparenza per il cittadino: un nuovo modello di PA” è stato al centro del convegno promosso dall'Azienda Ospedaliera in occasione degli eventi per la settimana del Santo Patrono. Centini: “Noi viviamo di reputazione. Utilizzare i canali adeguati per dare informazioni e ricevere dalla cittadinanza feedback deve essere l'aspirazione superiore su cui puntare”. E la riorganizzazione per la comunicazione deve “partire dal front office”

Braccianti prima sfruttati poi accusati di diffamazione, presidio davanti al tribunale

Cronaca | Gli attivisti del Presidio Permanente di Castelnuovo Scrivia hanno manifestato ieri davanti al tribunale di Alessandria mentre era in corso la prima udienza, sezione civile, a seguito della denuncia di due imprenditori che chiedono un risarcimento milionario per danni morali e materiali ai braccianti che scioperarono contro lo sfruttamento. Per lo sfruttamento gli imprenditori patteggiarono la pena ad un anno e 7 mesi

“Alimentare, Watson!”: Cambalache lancia un nuovo progetto di inclusione sociale

Alessandria | Un polo alimentare e opportunità di formazione e lavoro per migranti, persone con disabilità e disoccupati over 50. Gli ambiti scelti sono la panificazione, quello del miele e dell’ortofrutta

Confindustria: vince il pessimismo all'ombra della crisi

Economia | La prima indagine congiunturale 2019 di Confindustria apre l'anno all'insegna del pessimismo. Si teme un calo di ordinativi, compensati solo in parte dall'export. Stabili investimenti ed occupazione. Su Penigotti: "auspichiamo una svolta positiva anche se la proprietà ha dimostrato rigidità"