Alessandria

La chiesa del Monserrato, “sempre chiusa”. Ma ci sono associazioni disposte ad aprirla

Un pezzo di storia della dominazione spagnola in Alessandria: questo rappresenta la chiesa della Beata Vergine del Monserrato che si trova nell'omonima piazzetta cittadina, vicino a Santa Maria di Castello. “Cosa ne vogliamo fare? Merita di essere visitabile” sostengono i 5 Stelle con una interpellanza rivolta all'amministrazione. “A maggior ragione vista la disponibilità di associazioni di farlo...”

 ALESSANDRIA - Un vero peccato non rendere fruibile “un pezzo di storia così importante della dominazione spagnola in Alessandria”. Forse l'unico esempio di edificio rimasto in città: la chiesetta della Beata Vergine del Monserrato che sorge nell'omonima piazzetta cittadina, vicino a Santa Maria di Castello. Si pensa che a fondare la chiesetta sia stato proprio uno spagnolo: il Maestro di Campo e Capitano Generale della fanteria spagnola Matheo Otanez, che governò Alessandria dal 1625 al 1627.

“Si tratta di un edificio storico che è presente anche nelle guide turistiche (ad esempio Travelitalia, ndr), peccato che sia sempre chiuso. E non è nemmeno semplice trovare il modo di farsi aprire” sono state le parole del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Francesco Gentiluomo che ha presentato una interpellanza, rivolgendosi all'amministrazione comunale. “Cosa vogliamo fare?Visto che ci sarebbero associazione pronte a mettere a disposizione tempo e denaro per aprirla e renderla di nuovo visitabile”.

La risposta in Consiglio comunale arriva direttamente dal primo cittadino Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ben dotto in materia. “Un monumento interessante del periodo spagnolo, che ha tutta una sua storia e tradizione nel culto della Madonna del Monserrato”. Le difficoltà di un'azione diretta da parte di Palazzo Rosso – che infatti non è stata intrapresa fino ad ora – sono legate alla “proprietà” di quell'edificio. “La chiesetta non appartiene al patrimonio comunale – ha spiegato il sindaco – E' da sempre legata all'altro edificio, l'Asilo del Monserrato, da sempre un Ipab, il cui destino oggi è nelle mani della Regione Piemonte”.

“Ma vista la disponibilità di alcune associazioni, che non si sono però mai messe in contatto diretto con me perché come Comune non abbiamo ricevuto mai alcuna proposta di gestione di quella chiesa, possiamo parlarne e e ragionare per la possibilità di una sua riapertura, per renderla fruibile a tutti, alessandrini e chi arriva da fuori”. Finale ironico, del primo cittadino, rivolgendosi al consigliere pentastellato: “mi faccia avere i riferimenti di queste associazioni interessate. Spero non sia la stessa (Non Una di Meno,ndr) che oggi occupa abusivamente lo spazio vicino, l'asilo del Monserrato, perché avremmo se no qualche difficoltà a relazionarci....”
9/02/2019







blog comments powered by Disqus


Capolinea (e ripartenza). Il punto sul fallimentare campionato dei Grigi

Materia Grigia | "Tre vittorie, quattordici pareggi e otto sconfitte, il bilancio fallimentare della gestione del tecnico siciliano, che con l'esonero ha pagato per tutti, anche se, con tutta evidenza, è solo uno (e forse non il principale) dei responsabili di questa stagione dell'Alessandria, che definire infelice è un eufemismo"

L’Ortopedia dell'ospedale all'avanguardia per le protesi dell'anca e del ginocchio

Alessandria | Lo staff dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria negli ultimi dieci anni è diventato uno dei reparti che può vantare in Italia maggiore esperienza in Italia in questo settore di attività

Niente bevande in contenitori di vetro durante il 'Carnevale al Cristo'

Alessandria | Per tutti gli esercizi commerciali di Corso Acqui e piazza Ceriana vigerà il divieto di somministrare e vendere bevande in contenitori di vetro per asporto

Piscina comunale: "non servono investimenti milionari? E' tutto distrutto e niente a norma"

Alessandria | Queste sono le parole critiche di "replica" del consigliere comunale di maggioranza Federico Guerci dopo l'annuncio attraverso i Social delle Piscine di Cassine di un "interesse" a trattare con il Comune per la gestione della piscina comunale scoperta. Guerci: "chi si propone è socio di chi ha contribuito a lasciare la struttura in condizioni disastrose. Niente è a norma, senza le autorizzazioni base e con edifici che andrebbero demoliti"

Bressan (Amag): "Investimenti da 210 milioni per un sistema integrato ed efficiente”

Alessandria | “Acqua bene prezioso e diritto di tutti: investimenti da 210 milioni di euro per un sistema integrato ed efficiente” dichiara Mauro Bressan, amministratore delegato di Amag Reti Idriche