MemoriALE

Oggi come ieri, passano i secoli, ma i problemi restano gli stessi

Ecco una carrellata di articoli di fine '800 e inizio '900: sembrano però scritti in questi giorni. Evidentemente ci sono problemi che la città cerca di risolvere, invano, già da un po'...

MEMORIALE - Dall’Osservatore Alessandrino un ampio ventaglio di fatti che accadevano nella nostra città lungo un arco temporale che va dal 1873 al 1915.

Avvenimenti oramai obsoleti nella società civile del terzo millennio!

Nell’articolo del 1873 si mettono in guardia le persone che frequentano luoghi affollati come la stazione ferroviaria di stare attenti a ladri e truffatori.

Nel 1903 ci si lamenta degli schiamazzi notturni in via Mazzini, mentre nel 1904 ce la si prende con i negozianti del centro che hanno serrande “indecenti” che il pubblico decoro vorrebbe più presentabili.

Sempre nel 1904 nasce la vigilanza notturna privata i cui appartenenti indossano la divisa per essere facilmente riconosciuti nelle ore notturne.

Nel 1906 il fenomeno delle "zingare" che sciamano in città a chiedere l’elemosina infastidisce non poco l’opinione pubblica, mentre nel 1915 con l’aumento di giovani soldatini sprovveduti causa il conflitto bellico, ci si allarma per i truffatori che in varie maniere più o meno lecite cercano di far quadrare il bilancio famigliare.

Però a guardare bene bene le problematiche del secondo millennio non sono state del tutto debellate ai giorni d’oggi; questuanti, truffatori, giocolieri, urlatori, taccheggiatori che prima si concentravano alla stazione all’arrivo dei treni ora si possono situare tutto il giorno alle decine di parcheggi. Allora come oggi si ricorre alla vigilanza uniformizzata affidata a privati cittadini.































































































































































































































































 

12/02/2018







blog comments powered by Disqus


Bando Wecare: alle realtà del nostro territorio interessa davvero?

Alessandria | Lunedì si terrà un convegno per illustrare e discutere la prima fase della strategia "Wecare", insieme di bandi regionali che invitano i soggetti locali a creare sinergia per potenziare il welfare territoriale, anche attraverso strategie innovative. Saranno stanziati 20 milioni di euro: è un'occasione fondamentale, sapremo coglierla?

Mense: "nessuna apertura e rassicurazione". Dal Comune due giorni di tempo per alcune "verifiche"

Alessandria | Tamburi e fischietti hanno accompagnato in coro lo slogan “Noi non ci arrendiamo”: nuovo presidio dei lavoratori e dei sindacati sotto il Comune. E anche nuovo incontro con una parte dell'amministrazione comunale: "nessuna apertura sulla clausola sociale - ha spiegato Maura Settimo della UilTucs - Nessuna rassicurazione sui lavoratori del trasporto e dello scodellamento, ma precisazioni. Con un paio di giorni presi per qualche 'verifica'"

Al 'Mocca' per chiudere la pratica Feralpi. Marcolini: “Siamo in vantaggio, ma loro sempre pericolosi”

Serie C - Play off | Forti del 2-3 maturato a Salò i Grigi possono mettere il sigillo sulla qualificazione ai quarti dei play off di C. Giosa out, recupera Gazzi. Toscani: "Nel calcio niente è impossibile. Si gioca questa sera, mercoledì 23, alle 20.30

Borsalino, possibile società di dipendenti? "La produzione deve continuare"

Alessandria | Per l’assessora Pentenro bisognerà mettere in campo tutto ciò che sarà possibile in vista del 31 maggio quando scadrà il contratto d’affitto del ramo d'azienda. Una delle possibili vie da percorrere quella del workers buyout, un’operazione di acquisto di una società realizzata dai dipendenti dell’impresa stessa

Alla Cisl con Anteas un incontro sul testamento biologico

Csvaa Informa | L’Associazione Anteas e la Cisl Pensionati Asti-Alessandria, in collaborazione con Coordinamento Donne e con il supporto del CSVAA, propongono, ad Alessandria, un incontro dal titolo “Testamento Biologico: come, dove, perché”