Alessandria

Piano del verde pubblico da rivedere? "Il tempo non aiuta... e le risorse nemmeno"

Una commissione consiliare Territorio convocata per affrontare alcune problematiche sul sobborgo di Spinetta Marengo, soprattutto riguardanti aree verdi e giochini dei bambini che ha poi spaziato sul piano e la cura del verde di tutta la città di Alessandria. "Le piogge fanno crescere l'erba più velocemente e abbiamo già quasi esaurito gli interventi di taglio a disposizione". E poi sul diserbo strade e marciapiedi affidati ad Amag Ambiente qualche insoddisfazione....

 ALESSANDRIA - La commissione consiliare Territorio del 7 di agosto era stata convocata per trattare alcune questioni aperte portate all'attenzione dal capogruppo di minoranza Vincenzo Demarte relative al sobborgo di Spinetta Marengo. Al centro del dibattito la cura e manutenzione delle aree verdi, la potatura delle piante, la pulizia e i giochini dei bambini. “Alcuni interventi sa dire il vero sono già iniziati” ha ammesso il consigliere comunale rivolgendosi all'assessore Giovanni Barosini presente insieme ai tecnici degli uffici comunali, il dottor Sacchi per il Verde Pubblico e l'ingegner Baretta.

Tutte problematiche che non si rilevano solo a Spinetta e che hanno quindi allargato il raggio di discussione a tutta la città di Alessandria. E quello che è emerso come messaggio chiaro dell'assessore è che “il piano del verde pubblico, forse, è da rivedere nel suo complesso”. Una piccola critica rivolta a chi oggi ha in mano il servizio, ad esempio del diserbo di marciapiedi e strade, ovvero Amag Ambiente. “Non siamo molto soddisfatti” sono state le parole di Barosini. Che ha però giustificato con la imminente “riorganizzazione” dell'azienda, dalla quale “ci si aspetta una ripartenza a breve a pieno ritmo, dopo la riorganizzazione, per svolgere al meglio il proprio lavoro, specie in termini di pulizia della città”.

Piante e verde: un “ever green” che non può mai mancare. Ma che come molti altri settori deve fare i conti, sempre, con il tempo e le condizioni climatiche della zona e anche con le risorse messe a bilancio dall'amministrazione. Così “l'erba in questo periodo di continue piogge cresce molto più velocemente – ha spiegato il dottor Sacchi – e noi per contratto abbiamo a disposizione in base alle zone dai 4 ai 5 interventi di taglio. Ne abbiamo già fatti 3-4...quindi siamo già oltre il limite considerando che siamo ad agosto e che si deve arrivare ad ottobre, più o meno”. E questo “nonostante qualche risorsa aggiuntiva per poter sforare di uno o due tagli....”.

Una “volontà” dell'amministrazione di cercare di implementare le risorse su questo capitolo, “che sono l'unica possibilità di implementare anche l'attività e l'azione sul verde” ha risposto Barosini. Sempre e comunque bilancio di Palazzo Rosso permettendo.

Ma l'affermazione “un piano da rivedere” nasce anche dall'appunto di alcuni consiglieri comunali (tanto di maggioranza quanto di opposizione) sulle scelte di piantumazione di aiuole o alberi. “Le aiuole delle rose sono tutte secche, morte....forse non sono la specie adatta a questo clima. Magari prima di ripiantumare in quegli spazi, pensiamo a cosa può sopravvivere con il clima alessandrino e senza necessità di troppa manutenzione” è stato il consiglio di Ravazzi della Lega Nord. “Certamente, quelle ormai ci sono. E dove non esistono più, non ci sono ad oggi i soldi per piantumarne di nuove”.

Infine aree verdi significa per molti punti della città e dei sobborghi spazi dove poter portare a giocare i bambini. “Dove i giochini non sono distrutti o pericolosi. Perché non sostituirli con quelli fermi in deposito Amag?”. Un lavoro già fatto in buona parte, come confermato dall'assessore e dai tecnici degli uffici. “Restano solo una decina di panchine da sostituire. I giochini sono stati rimossi e installati di nuovi dove c'era priorità....”. E comunque come dice sempre sui social Barosini #uncentimetroallavolta.
8/08/2018







blog comments powered by Disqus


Che fare di Viale della Repubblica? Alessandria s'interroga su un nodo strategico

Alessandria | Nel progetto presentato dall'azienda dei trasporti dovrebbe diventare un punto fondamentale per l'interscambio dei mezzi, oltre che il luogo principale per la sosta degli autobus. L'opposizione però si mostra perplessa: "sarebbe l'ennesima dimostrazione che il Teatro non interessa più a nessuno. Facciamo uno spazio di socialità"

La sblocca De Luca, poi la Robur su rigore: al 'Mocca' un pareggio che dà morale

Serie C - girone A | Finisce 1-1 tra Alessandria e Robur, un pareggio che può andar bene ad entrambe. Segnali positivi dall'undici di D'Agostino, soprattutto nei secondi 45'. Gol di De Luca al 39', pareggio su rigore di Gliozzi

Attenzione alla nebbia

Meteo | Settimana di stampo autunnale, con tempo nuvoloso e nebbia a banchi

Al Caffè Scienza la sicurezza alimentare “dal campo alla tavola”

Alessandria | L’Unione Europea e l’Oms hanno messo in evidenza come “la sicurezza alimentare sia una responsabilità condivisa dal campo alla tavola”. In quest’ottica sono fondamentali la rintracciabilità e la tracciabilità delle produzioni. Appuntamento lunedì 15 ottobre a Cultura e Sviluppo

Cultura e Sviluppo Community: "si migliora insieme"

Alessandria | Giovedì 18 ottobre l'evento di presentazione delle attività dell’associazione e di ascolto delle idee del territorio. L'incontro sarà anche l'occasione per presentare il cambio generazionale al vertice dell’Associazione stessa: Giorgio Guala passerà il testimone al nipote Francesco