Alessandria

Piscina comunale scoperta: nuovo bando per "garantire l'apertura questa estate"

E' una delibera della giunta comunale ad aver deciso che la strada per garantire la riapertura per questa estate della piscina scoperta di Lungo Tanaro San Martino sia un nuovo bando di gara per la "cessione del diritto di superficie ventennale". Un progetto tecnico-economico partendo da una base di 178 mila euro come prezzo....

 ALESSANDRIA - La travagliata vicenda della piscina comunale scoperta di Lungo Tanaro San Martino si era conclusa così ad agosto: “non si riesce ad aprire per questa stagione". Nessuna speranza che la città si riappropriasse dell'impianto nonostante alcuni lavori, quelli più urgenti dopo le lamentele degli abitanti della zona per odori, topi e insicurezza, fossero stati avviati e svolti nei mesi già a ridosso della bella stagione. La stagione estiva è trascorsa, è arrivato l'inverno...ma anche l'ora di riprendere in mano la questione da parte dell'amministrazione comunale di Cuttica per vedere cosa fare di quello spazio e soprattutto per vedere di riaprirla entro questa stagione estiva, entro al massimo il 1 luglio 2018”.

Questo almeno è quello che è stato scritto su una delibera di giunta che apre le porte ad un nuovo bando di gara per la “cessione del diritto di superficie della piscina comunale scoperta per 20 anni” (mentre l'azione messa in moto nel 2017 dall'allora amministrazione di Rita Rosa prevedeva una “vendita temporanea” di 30 anni). “Un bando che uscirà entro il mese di febbraio – spiega l'assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Barosini – Che dovrà accelerare proprio per riuscire ad aprire per questa estate”. E che seguirà ad un passaggio in Consiglio comunale: “noi abbiamo mantenuto la fattispecie giuridica della cessione di diritto di superficie che il Consiglio comunale aveva già deliberato nella precedente amministrazione, ma ci siamo permessi di apportare qualche modifica così da rendere il bando più appetibile e agevole per chi fosse interessato a partecipare”.

Infatti la cessione sarà di 20 anni e così facendo si è ridotto anche l'importo di base da cui si parte (prima era di 267 mila euro): 178 mila euro come stimato da una relazione tecnica del Servizio Patrimonio del Comune del 31 gennaio. “Per agevolare abbiamo anche deciso per una possibilità di pagamento dilazionato – ha aggiunto Barosini – Una prima tranche del 50% dell'importo e il resto in tre rate a cadenza biennale a decorrere dalla data di stipula del contratto e con una garanzia fideiussoria che, nel caso di consegna anticipata dell'impianto, dovrà coprire la somma totale da corrispondere”. Tra le volontà e i paletti del bando ci sarà la “destinazione” dell'impianto, che dovrà restare “ricreativa e sportiva, prevalente per attività inerenti sia la disciplina del nuoto, anche a livello agonistico se compatibile, che di tipo ludico-ricreative rivolte in particolare alle fasce giovanili”.

Se da un lato resta ancora aperta e in fase di “approfondimento” la partita dei lavori iniziati nell'estate 2017, “che non sappiamo se sono stati completati tutti- come precisa l'assessore – Nel qual caso, non verranno pagati”, dall'altro è noto che la piscina comunale scoperta necessita di diversi interventi di riqualificazione generale, interventi di restauro e ripristino impiantistico con un impegno non solo di risorse economiche, ma anche tecniche. Il che significa indirizzare il bando di gara verso possibili soggetti interessati che siano però “professionalmente preposti”. E proprio per questo l'amministrazione ha scritto nero su bianco che sarà valutata (attribuendo un punteggio) non solo l'offerta economicamente più vantaggiosa, ma sarà tenuto in considerazione anche il progetto proposto, quindi la qualità del progetto di investimento. Nella speranza che anche questa volta il bando non vada deserto o sia da dichiarare "fallito"....
9/02/2018







blog comments powered by Disqus


Bando Wecare: alle realtà del nostro territorio interessa davvero?

Alessandria | Lunedì si terrà un convegno per illustrare e discutere la prima fase della strategia "Wecare", insieme di bandi regionali che invitano i soggetti locali a creare sinergia per potenziare il welfare territoriale, anche attraverso strategie innovative. Saranno stanziati 20 milioni di euro: è un'occasione fondamentale, sapremo coglierla?

Mense: "nessuna apertura e rassicurazione". Dal Comune due giorni di tempo per alcune "verifiche"

Alessandria | Tamburi e fischietti hanno accompagnato in coro lo slogan “Noi non ci arrendiamo”: nuovo presidio dei lavoratori e dei sindacati sotto il Comune. E anche nuovo incontro con una parte dell'amministrazione comunale: "nessuna apertura sulla clausola sociale - ha spiegato Maura Settimo della UilTucs - Nessuna rassicurazione sui lavoratori del trasporto e dello scodellamento, ma precisazioni. Con un paio di giorni presi per qualche 'verifica'"

Al 'Mocca' per chiudere la pratica Feralpi. Marcolini: “Siamo in vantaggio, ma loro sempre pericolosi”

Serie C - Play off | Forti del 2-3 maturato a Salò i Grigi possono mettere il sigillo sulla qualificazione ai quarti dei play off di C. Giosa out, recupera Gazzi. Toscani: "Nel calcio niente è impossibile. Si gioca questa sera, mercoledì 23, alle 20.30

Borsalino, possibile società di dipendenti? "La produzione deve continuare"

Alessandria | Per l’assessora Pentenero bisognerà mettere in campo tutto ciò che sarà possibile in vista del 31 maggio quando scadrà il contratto d’affitto del ramo d'azienda. Una delle possibili vie da percorrere quella del workers buyout, un’operazione di acquisto di una società realizzata dai dipendenti dell’impresa stessa

Alla Cisl con Anteas un incontro sul testamento biologico

Csvaa Informa | L’Associazione Anteas e la Cisl Pensionati Asti-Alessandria, in collaborazione con Coordinamento Donne e con il supporto del CSVAA, propongono, ad Alessandria, un incontro dal titolo “Testamento Biologico: come, dove, perché”