Alessandria

Problemi di viabilità e sicurezza: richieste di intervento al Cristo e in zona "Marengo Retail Park"

Intersezione critica tra corso Acqui, via Casalbagliano e via Casalcermelli al quartiere Cristo dove tra poco i mezzi pesanti non potranno più svoltare dal semaforo del corso verso sinistra. Ipotesi anche per cambiare l'impianto semaforico che regola il traffico. E poi c'è la "mancanza di attraversamenti pedonali" nella zona del nuovo centro commerciale di via Marengo. "Semaforo a chiamata con isola centrale o passerella aerea?"

 ALESSANDRIA - Ci sono arterie stradali in città più pericolose di altre. Dove il traffico è intenso oppure dove le strade sono troppo strette ma nonostante tutto la possibilità data alle auto è di svoltare in più direzioni, magari sotto la regolamentazione di un semaforo o di segnaletica orizzontale.
Viabilità, ma anche sicurezza tanto dei pedoni quanto dei mezzi in transitano sono tra i temi che ha affrontato il Consiglio comunale in una seduta a tema “interpellanze”, quella di mercoledì 6 febbraio. Sotto l'occhio del ciclone sono finiti sia il quartiere Cristo che la zona di ingresso e uscita dalla città, all'altezza del nuovo centro commerciale che ha inaugurato lo scorso settembre, “Marengo Retail Park” in zona Alessandria 2000.

L'attenzione è stata posta da Giuseppe Bianchini, capogruppo di maggioranza di SiAmo Alessandria, sul quartiere Cristo. E riguarda l'intersezione tra corso Acqui, via Casalbagliano e via Casalcermelli, all'altezza del semaforo vicino alla scuola Zanzi. “Vorrei che fosse integrata la viabilità di quella zona, senza rivoluzionare nulla!”. Oggi le problematiche sono concentrate su due questioni: la prima è il semaforo che regola il transito dei mezzi, che è “a due tempi”; la seconda è la possibilità di svolta anche per i mezzi di grosse dimensioni verso via Casalcermelli arrivando da corso Acqui, “dove lo spazio per girare è davvero poco”. Soluzioni in osservazione, come è stato risposto dal vicesindaco Davide Buzzi Langhi, che ha ammesso le difficoltà nella risoluzione immediata di tutte le criticità. “Sicuramente sarà imposto un divieto per i tir e i mezzi pesanti di svolta in via Casalcermelli. Dovranno percorrere tutta corso Acqui, fino alla rotonda in fondo”. Diverso il discorso dell'impianto semaforico: “stiamo valutando con la Polizia Municipale per la possibilità di sostituzione con un semaforo a tre tempi. Ma serve uno studio sul traffico della zona, per evitare che si facciano cambiamenti che poi in realtà portano più coda”.

Ai pedoni pensa invece il capogruppo di Forza Italia, Maurizio Sciaudone. “E' un problema di mancanza di attraversamenti pedonali, soprattutto per i residenti della zona antistante in nuovo centro commerciale di via Marengo, per poterlo raggiungere. Forse si sarebbe dovuto pensare alla costruzione di una struttura idonea per ovviare a questa criticità....” (con riferimento al coinvolgimento di chi ha costruito il nuovo Retail alessandrino, ndr). Anche in questo caso è l'assessore Davide Buzzi Langhi a dover dare delle risposte: “la prima ipotesi è stata quella di creare un semaforo a chiamata, con isola centrale. Visto che oggi l'attraversamento più vicino è quello all'altezza del centro sportivo Borsalino”. Ma poi c'è sempre l'idea di una “passerella aerea” per collegare le due zone, in un punto della città “ancora interessato da interventi e investimenti”, visto che si tratterebbe di un'opera invasiva, anche a livello economico. E così la speranza – non potendo più guardare indietro ai privati che hanno realizzato il centro commerciale – è rivolta al Palazzo dell'Edilizia. “Aspettiamo la nascita di questa struttura per ragionare ad un intervento di questo tipo”. E va bene che la speranza è sempre l'ultima a morire....però.
8/02/2019







blog comments powered by Disqus


Capolinea (e ripartenza). Il punto sul fallimentare campionato dei Grigi

Materia Grigia | "Tre vittorie, quattordici pareggi e otto sconfitte, il bilancio fallimentare della gestione del tecnico siciliano, che con l'esonero ha pagato per tutti, anche se, con tutta evidenza, è solo uno (e forse non il principale) dei responsabili di questa stagione dell'Alessandria, che definire infelice è un eufemismo"

L’Ortopedia dell'ospedale all'avanguardia per le protesi dell'anca e del ginocchio

Alessandria | Lo staff dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria negli ultimi dieci anni è diventato uno dei reparti che può vantare in Italia maggiore esperienza in Italia in questo settore di attività

Niente bevande in contenitori di vetro durante il 'Carnevale al Cristo'

Alessandria | Per tutti gli esercizi commerciali di Corso Acqui e piazza Ceriana vigerà il divieto di somministrare e vendere bevande in contenitori di vetro per asporto

Piscina comunale: "non servono investimenti milionari? E' tutto distrutto e niente a norma"

Alessandria | Queste sono le parole critiche di "replica" del consigliere comunale di maggioranza Federico Guerci dopo l'annuncio attraverso i Social delle Piscine di Cassine di un "interesse" a trattare con il Comune per la gestione della piscina comunale scoperta. Guerci: "chi si propone è socio di chi ha contribuito a lasciare la struttura in condizioni disastrose. Niente è a norma, senza le autorizzazioni base e con edifici che andrebbero demoliti"

Bressan (Amag): "Investimenti da 210 milioni per un sistema integrato ed efficiente”

Alessandria | “Acqua bene prezioso e diritto di tutti: investimenti da 210 milioni di euro per un sistema integrato ed efficiente” dichiara Mauro Bressan, amministratore delegato di Amag Reti Idriche