Società

Quando la “pattuglia in bicicletta” fa scuola. Corso di formazione a Bassano

Mauro Di Gregorio e Alberto Stoppino bike patrol alessandrini sono stati gli insegnanti di 10 agenti tra Polizia Municipale e di Stato a Bassano del Grappa, in qualità di istruttori esperti dell'AIPIB - Accademia Italiana Pattuglie in Bicicletta. Un altro esempio nostrano che si replica fuori dai confini locali....

 ALESSANDRIA - Dall' 8 al 12 aprile Bassano del Grappa è stata location di un innovativo corso di formazione presso il Comando di Polizia, che ha coinvolto 10 agenti, 8 della Municipale e 2 della Polizia di Stato per formare nuove figure di “pattuglie in bicicletta”. L’istituzione di una pattuglia in bicicletta può essere un valido strumento per migliorare la rapidità degli interventi. Infatti, uno dei principali vantaggi è la capacità di avere un contatto più diretto con le persone e con l’ambiente circostante, permettendo azioni di pronto intervento molto veloci ed efficaci. Questo è l'obiettivo dell'amministrazione del comune veneto che per 5 giorni si è avvalsa dei due istruttori esperti dell'AIPIB - Accademia Italiana Pattuglie in Bicicletta, Mauro Di Gregorio e Alberto Stoppino “bike patrol” alessandrini che stanno girando in diverse realtà del nord per formare una agente sulle due ruote.

“L'attenzione non deve essere rivolta alla bicicletta, ma a chi la conduce”: questa è la filosofia alla base di questa nuova figura di sicurezza in città. Come spiega il presidente dell'AIPIB Mauro di Gregorio, “è necessario insegnare e formare su tecniche specifiche l'operatore di polizia che si muove in bicicletta”. Perché deve poter operare in sicurezza per lui e per i cittadini e in certi casi saper affrontare l'azione “in emergenza”. Ci sono quindi vere e proprie tecniche operative da imparare nel destreggiarsi in centro, tra la gente, ed essere sempre pronti ad intervenire, considerando che si ha in mano una bicicletta.

A Bassano il corso è stato allargato anche ad altri dipendenti comunali che si muovono in sella alle due ruote durante le ore di lavoro. Altri 5 lavoratori dell'area Lavori Pubblici e una dipendente dell'area Scuola/Sport. Perché la pattuglia in bicicletta – nata ad Alessandria - continua a fare scuola....
18/04/2019







blog comments powered by Disqus


Il Gruppo Amag ha un nuovo Consiglio di Amministrazione: Arrobbio confermato presidente

Alessandria | Il Gruppo Amag si rinnova: l'assemblea dei soci ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione. Paolo Arrobbio confermato Presidente. Nei prossimi giorni la nomina del nuovo Amministratore Delegato che prenderà il posto di Mauro Bressan. Michela Ivaldi, Adelio Ferrari, Maria Rapetti e Giancarlo Faletti i membri

Bilancio 2018: "sofferenza di cassa". Difficoltà di riscossione crediti

Alessandria | In commissione bilancio è stato presentato il consuntivo 2018 che ha il parere favorevole dei Revisori dei Conti con una serie di "suggerimenti" da seguire, soprattutto in vista del piano di riequilibrio da redarre nei prossimi mesi. L'accantonamento sul fondo svalutazione crediti fa chiudere con conto economico negativo. Pesano la sofferenza di risorse in cassa e l'utilizzo massiccio dell'anticipazione di tesoreria, sebbene diminuiscano i debiti

Adunata degli Alpini, la provincia rilancia la candidatura di Alessandria

Società  | Il Consiglio Provinciale ha approvato un ordine del giorno, proposto da Corrado Tagliabue, per supportare la candidatura della città di Alessandria ad ospitare nel 2021 l'adunata nazionale

"Per recuperare risorse riduciamo gettoni, indennità e rimborsi degli amministratori"

Alessandria | Questa è la proposta che arriva dal consigliere di minoranza, Giorgio Abonante, che ha presentato una mozione. "Per un anno riduzione del 30% di gettoni, indennità e rimborsi spese di sindaco, giunta e consiglieri comunali che potrebbero offrire risorse ai servizi in sofferenza". Un gesto simbolico, ma che comunque porterebbe nelle casse comunali dai 150 ai 200 mila euro: "destinazione decisa dal Consiglio e inserita nel piano di riequilibrio"

Nuovi posti di lavoro in Salini grazie a Ponte di Genova e Terzo valico

Lavoro | Le assunzioni ripartono dalla Liguria, con il Ponte di Genova su cui sono partite le attività di esecuzione lavori e che nel 2019 occuperà 450 persone, e il Terzo Valico, che a regime nel 2021 occuperà 5.000 persone. Campania, Puglia e Sicilia, con la reti ferroviarie ad alta velocità, occuperanno circa 1200 persone. Altri 3500/4000 assunzioni potrebbero arrivare se partissero i cantieri già finanziati