Alessandria

Quattro notti in meno non bastano, prosegue lo stato di agitazione della polizia municipale

Stato di agitazione proclamato dagli agenti di polizia locale di Alessandria per denunciare carenza di personale e carichi di lavoro pesanti. Il Comune ha proposto di ridurre il numero dei turni notturni. Proposta rifiutata dai sindacati: “quattro notti in meno a settimana non risolvono il problema”

ALESSANDRIA – I rappresentanti sindacali della polizia locale di Alessandria rimandano al mittente la proposta avanzata davanti al Prefetto dal Comune: ridurre, a partire dal mese di aprile, il numero dei turni di notte degli agenti in servizio. Prosegue dunque lo stato di agitazione proclamato dagli agenti della municipale che ieri, mercoledì, hanno incontrato il Prefetto per discutere di carichi di lavoro e di sicurezza, sia del personale, sia dei cittadini. Le ragioni che hanno portato alla proclamazione dello stato di agitazione sono l’ormai cronica carenza di personale e i conseguenti carichi di lavoro sul personale in forza.
All'incontro era inviata, oltre ai rappresentanti dei lavoratori, anche l'amministrazione, nella veste di datore di lavoro. “In Prefettura si è presentato però il segretario comunale e non un rappresentante dell'amministrazione”, rileva Luca Righini di Uil.
Sul tavolo della discussione è arrivata la proposta di ridurre il numero dei turni notturni a quattro. “Una proposta che riteniamo inadeguata e insufficiente”, rispondono i sindacati. Il nodo della questione non è tanto il numero dei turni notturni, piuttosto la carenza cronica di personale.
Il corpo di polizia è da tempo sotto organico di decine di unità. “A rischio c'è la sicurezza sia per il lavoratore che per i cittadini”, fa presente Righini. A breve ci saranno inoltre dei pensionamenti e il piano di assunzioni è considerato insufficiente.
I sindacati hanno tuttavia ottenuto l'apertura in prefettura di un tavolo di discussione permanente, che sarà attivato già dalla prossima settimana. “Il Prefetto ha inoltre richiesto che agli incontri sia presente il Sindaco o un suo delegato”, aggiunge il rappresentante sindacale.
7/02/2019







blog comments powered by Disqus


Colombo si presenta: "Dovrò dimostrare di essere all'altezza. Classifica? Non guardiamo le disgrazie altrui"

Serie C - girone A | Alberto Colombo ed il suo vice Gianluca Fasano da ieri pomeriggio alla guida dell'Alessandria: "Come uscire da questa situazione? L'unica medicina sono i risultati. Nei ragazzi vedo grande disponibilità"

Una "Nuova Piscina Comunale" è la proposta delle Piscine di Cassine attraverso i social

Alessandria | E' un post su Facebook a lanciare la proposta: "Alcuni mesi fa abbiamo provato ad interloquire di persona con il competente Comune che però in quella occasione era, per così dire, orientato verso l’ennesimo bando.. oggi che è praticamente sfuma anche la terza stagione riteniamo che, se veramente si abbiano intenzioni serie per l’estate 2020, occorra muoversi!". Ecco da chi arriva la volontà di una "trattativa" seria di gestione o affidamento dell’impianto

“Le donne vengono da Venere gli uomini da Marte”: a Teatro Alessandrino Debora Villa

Alessandria | A portare in scena l’adattamento teatrale, una esilarante terapia di gruppo collettiva, del libro più celebre dello psicologo statunitense John Gray per la prima volta in assoluto una donna. Appuntamento giovedì 21 febbraio al Teatro Alessandrino

“Immagini e Parole” per conoscere Pellizza da Volpedo

Alessandria | Venerdì 22 febbraio nelle Sale Storiche della Biblioteca Civica gli studenti del Liceo G. Peano di Tortona presenteranno alcune letture. E di Quarto Stato, del suo significato e della sua portata storica, parlerà Aurora Scotti, studiosa di Pellizza e direttore scientifico dei Musei di Volpedo

Ad 'Ambra Brama di Teatro” il principe che ha perso la memoria

Alessandria | Sabato 23 febbraio al Teatro Ambra il Teatro del Rimbombo che presenterà lo spettacolo “Von Blau” di Enzo Buarné. Il Principe Von Himmel si risveglia perdendo la memoria e dimenticando di essere il Principe Von Blau, colui che avrebbe voluto rifiutare la società a lui contemporanea...