Alessandria

Riqualificazione urbana: il contributo della Regione c'č. Ora tocca ai Comuni reperire risorse

Alessandria e Ovada sono i due comuni "premiati" dal bando regionale "Percorsi urbani del commercio". Il capoluogo si classifica terzo e riceve il contributo di quasi 147 mila euro per la riqualificazione di via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria, con un progetto da 500 mila euro. "Aspettiamo il si di Cassa Depositi e Prestiti per la nostra parte, 350 mila euro di mutuo". Con "ottimismo" si spera per il 2019....

POLITICA - Il contributo del 30% da parte della Regione Piemonte c'è: Alessandria e Ovada sono i due comuni della provincia alessandrina premiati (su un totale di 17 finanziati) dal bando “Percorsi urbani del commercio”. Ovada si è posizionata seconda (subito dopo il comune di Pino Torinese) e riceverà un contributo di 124 mila euro per la riqualificazione di via Torino e piazza XX Settembre.

Il progetto di Alessandria, per un importo complessivo di 500 mila euro, per la riqualificazione urbana, come centro commerciale “naturale”, di via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria, è arrivato terzo in graduatoria (con un punteggio di 29,20 rispetto ai 31,30 di Pino Torinese), ottenendo il contributo di quasi 147 mila euro. “Un progetto di valore e qualità – sono state le prime parole dell'assessore Giovanni Barosini – Saremmo potuti essere ancora più in alto in classifica ma non ci sono stati dati i tre punti perché non è la prima volta che partecipiamo al bando”. Alessandria può vantarsi di essere “di fatto” arrivata al primo posto per la qualità intrinseca della propria proposta progettuale come sostiene l'amministrazione di Palazzo Rosso.

Una riqualificazione che riguarda l'illuminazione e l'arredo urbano: i lavori riguarderanno specificamente il rifacimento del manto stradale di via San Lorenzo e di via San Giacomo della Vittoria, in vista di una eventuale e futura pedonalizzazione con l’inserimento di attraversamenti pedonali e anche una sorta di punto di ritrovo davanti alla Chiesa di San Giacomo della Vittoria. Cambierà l’illuminazione con nuove luci a led la cui gradazione sarà scelta di concerto con i commercianti. Non saranno sostituiti i lampioni; saranno invece installati nuovi elementi di arredo urbano come panchine, cestini, rastrelliere per biciclette e complessivamente sono 115 le attività commerciali che beneficeranno di queste migliorie. Questo era il progetto presentato dall'amministrazione di Cuttica di Revigliasco nel mese di febbraio di questo anno redatto dallo studio di architettura Baldi e Rinaudo.

Un contributo importante che deve però fare i conti con il co-finanziamento che deve invece arrivare da Palazzo Rosso. “Dobbiamo aspettare la risposta da Cassa Depositi e Prestiti a cui abbiamo chiesto un mutuo di 350 mila euro, ovvero la parte di finanziamento a carico del Comune per questa operazione di riqualificazione” ha spiegato Barosini. Che con “ottimismo” guarda al 2019 per poter avere tutte le risorse a disposizione e partire con i lavori, considerando che ora per il progetto esecutivo il Comune ha tempo 4 mesi, quindi entro la fine dell'anno. Una volta approvato il progetto esecutivo, la durata dei lavori è prevista di quattro mesi e la realizzazione del progetto dovrebbe iniziare entro maggio 2019 contenendo al minimo i disagi dal momento che il fondo stradale non dovrà essere toccato.
“Per questo motivo, visto il successo di partecipazione a questo bando, queste due vie non saranno interessate in questo periodo ad interventi e lavori grossi di sistemazione, nell'ottica di un vero e proprio cambiamento del centro commerciale con questo progetto di riqualificazione”.

Soddisfazione anche dell'assessore al Commercio Mattia Roggero, che ha preso il posto del suo predecessore, Riccardo Molinari, anche nel tavolo permanente costituito proprio per lo sviluppo di politiche di riqualificazione di quello che è il centro commerciale “naturale” della città. "Mentre mi unisco alla generale soddisfazione per questo posizionamento — precisa Mattia Roggero, Assessore comunale al Commercio di Alessandria — credo sia importante inserire l’azione progettuale di cui stiamo parlando in un ragionamento più ampio che si fonda su due aspetti. Il primo è la consapevolezza che il finanziamento regionale che riceviamo rappresenta certamente una boccata d’ossigeno per il commercio alessandrino. Il secondo aspetto è invece quello della consapevolezza che, per quanto gli ultimi dati rilevati ci dicano che, contrariamente a quello che spesso si pensa, ad Alessandria gli esercizi commerciali sono in crescita costante con un saldo positivo che riguarda in modo uniforme tutti i generi, la vitalità del tessuto economico imprenditoriale e commerciale alessandrino va in tutti i modi sostenuta e valorizzata. Le finalità di riqualificazione del centro cittadino che il progetto riguardante due delle vie principali di Alessandria intende perseguire vanno proprio in questa direzione e l’Assessorato che ho l’onore di guidare è impegnato, insieme all’Amministrazione Comunale tutta, a concretizzare con scelte strategiche e condivise proprio questa filosofia operativa, per dare ad Alessandria una nuova prospettiva di crescita portatrice di benessere per tutti i cittadini".

"Esprimo particolare soddisfazione per l’eccellente posizionamento della nostra Città in questo Bando regionale — ha dichiara il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco — e ritengo che l’area individuata dall’intervento sia particolarmente interessante in quanto limitrofa all’area dell’ex Ospedale Militare e ai Giardini Pittaluga che analogamente saranno oggetto di un importante intervento di recupero del nostro centro storico, voluto convintamente dalla nostra Amministrazione e che verrà realizzato grazie anche ai fondi POR FERS".

"Quando, come amministrazione Comunale, abbiamo insediato lo scorso gennaio il Tavolo Permanente sullo Sviluppo di Politiche di Sostegno al Commercio — ha sottolineato l’onorevole e ex assessore Riccardo Molinari — avevamo ben chiari gli obiettivi congiuntamente fissati: quelli di lavorare per creare una programmazione condivisa con i principali soggetti attivi sul territorio in grado di precisare al meglio le migliori politiche di sostegno al commercio alessandrino e di finalizzare questo approfondimento alla definizione di progetti di riqualificazione e valorizzazione dei luoghi del commercio di particolare pregio e portata". Tavolo permanente al quale partecipano diversi attori: Camera di Commercio, Ordine degli Architetti di Alessandria e Ordine degli Ingegneri di Alessandria e ovviamente le associazioni di categoria del commercio alessandrino. Che sono le prime a “spronare” l'amministrazione a partecipare a questi bandi che sono ancora quelli che mettono sul piatto delle risorse nell'ambito di sviluppo del commercio e della riqualificazione urbana, nonostante questi finanziamenti siano stati depauperati nel corso degli anni sotto il profilo economico.

8/08/2018







blog comments powered by Disqus


La prima di Colombo termina con un (altro) pareggio: con il Gozzano č 1-1

Serie C - girone A | Chiarello al 77' la raddrizza subito dopo il rigore segnato da Carletti. Buono l'esordio in panchina di Colombo, meglio la difesa, ma in avanti c'č ancora tanto da lavorare

Carnevale, il 10 marzo uno spettacolare corteo in centro cittą

Alessandria | Una grande sfilata con oltre 300 figuranti per le vie del centro, con festa finale in piazza Marconi: č stato finalmente svelato il Carnevale di Alessandria, che si terrą domenica 10 marzo

L'Alessandria ricomincia dal Gozzano...e da mister Colombo: "Mi aspetto una buona prestazione"

Serie C - girone A | Oggi, sabato 23, al 'Piola' di Vercelli si gioca l'anticipo della 28^ giornata tra il Gozzano e l'Alessandria per la prima in panchina di mister Colombo dopo l'esonero di Gaetano D'Agostino

Monitoraggio al sottopasso di via Maggioli: senso unico alternato

Alessandria | Dal 25 febbraio al 1° marzo dalle 9 alle 17 senso unico alternato regolato da un semaforo per consentire il posizionamento delle attrezzature e della strumentazione necessaria per lo svolgimento di indagini di monitoraggio e attivitą di rilievo geometrico-strutturale

Oltre 370 chiamate al giorno al numero unico per le emergenze

Cronaca | La centrale operativa, con sede a Saluzzo, traccia un primo bilancio dopo l'entrata in funzione, dal gennaio 2017, del numero unico per le emergenze 112. Di queste, il 36% č stata inoltrata alla centrale dei carabinieri; nel 21% dei casi si tratta di una emergenza sanitaria