Sanità

Tutti a letto, è arrivata l'influenza

Si sta registrando in questi giorni il picco influenzale, arrivato con circa un mese di ritardo rispetto allo scorso anno. In Piemonte sono 310 mila i malati da inizio anno. I più colpiti risultano essere i bambini. Secondo l'Istituto superiore di sanità la "coda" dell'influenza potrebbe proseguire ancora per diverse settimane

SANITA' – E' arrivata in ritardo di circa un mese rispetto allo scorso anno e non è certo un ospite gradito. Si sta registrando proprio in questi giorni il picco influenzale in tutto il Paese. La provincia di Alessandria non fa eccezione. A rilevare il dato è l'istituto superiore di Sanità, tramite i servizi di epidemiologia di Asl e Regioni.
Secondo i dati regionali – non essendo disponibili quelli suddivisi per singole province – in Piemonte, da inizio anno, si sono registrati 310 mila casi di sindrome influenzali, in media 14 casi ogni 1000 abitanti.
Febbre alta e tosse prolungata sembrano essere i sintomi più comuni. L'istituto classifica l'influenza della stagione 2018/2019 come “intensa”, anche se potrebbe non raggiungere, c'è da augurarselo, i livelli dell'anno scorso. E' presto, tuttavia, per fare un bilancio. Se in questi giorni si sta raggiungendo il picco, c'è da attendersi che l'andamento vada scemando.
“Al momento non sappiano quanto potrà essere lunga la coda influenzale – spiega il direttore dell'Iss Giovanni Rezza - Vari sono infatti i fattori che potranno influire, dalla quota di popolazione ancora suscettibile ai virus, soprattutto in età scolare, al clima freddo che continuerebbe a favorire la maggiore aggregazione in luoghi chiusi aumentando così la circolazione dei virus".

In Piemonte si registra un aumento del contagio tra i bambini in età pediatrica, tra i 0 e il 14 anni, mentre sembra stabile quello tra gli ultrasessantacinquenni.
Nella fascia d'età 0-14 l'incidenza è di 28,7 casi ogni mille persone. Negli adulti ha colpito 14 persone su 1000; tra gli ultrasessantacinquenni l'incidenza è del 4,3 ogni 1000 abitanti. Questo grazie ad una politica della vaccinazioni attiva.
Sempre a livello regionale, fino ad oggi 43 sono i casi gravi registrati e 3 i decessi. L'istituto specifica tuttavia che i decessi sono avvenuti in pazienti che presentavano altre patologie croniche.
E' invece disponibile il numero dei vaccini effetuati in provincia di Alessandria: sono 56.426.
Il numero tuttavia non è ancora definitivo poiché i medici hanno tempo fino a marzo a registrare presso il servizio di epidemiologia i dati relativi ai propri assistiti.
Ad inizio della campagna influenzale, in Provincia erano stati distribuiti 60 mila vaccini.
10/02/2019







blog comments powered by Disqus


Capolinea (e ripartenza). Il punto sul fallimentare campionato dei Grigi

Materia Grigia | "Tre vittorie, quattordici pareggi e otto sconfitte, il bilancio fallimentare della gestione del tecnico siciliano, che con l'esonero ha pagato per tutti, anche se, con tutta evidenza, è solo uno (e forse non il principale) dei responsabili di questa stagione dell'Alessandria, che definire infelice è un eufemismo"

L’Ortopedia dell'ospedale all'avanguardia per le protesi dell'anca e del ginocchio

Alessandria | Lo staff dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria negli ultimi dieci anni è diventato uno dei reparti che può vantare in Italia maggiore esperienza in Italia in questo settore di attività

Niente bevande in contenitori di vetro durante il 'Carnevale al Cristo'

Alessandria | Per tutti gli esercizi commerciali di Corso Acqui e piazza Ceriana vigerà il divieto di somministrare e vendere bevande in contenitori di vetro per asporto

Piscina comunale: "non servono investimenti milionari? E' tutto distrutto e niente a norma"

Alessandria | Queste sono le parole critiche di "replica" del consigliere comunale di maggioranza Federico Guerci dopo l'annuncio attraverso i Social delle Piscine di Cassine di un "interesse" a trattare con il Comune per la gestione della piscina comunale scoperta. Guerci: "chi si propone è socio di chi ha contribuito a lasciare la struttura in condizioni disastrose. Niente è a norma, senza le autorizzazioni base e con edifici che andrebbero demoliti"

Bressan (Amag): "Investimenti da 210 milioni per un sistema integrato ed efficiente”

Alessandria | “Acqua bene prezioso e diritto di tutti: investimenti da 210 milioni di euro per un sistema integrato ed efficiente” dichiara Mauro Bressan, amministratore delegato di Amag Reti Idriche