Arquata Scrivia

"Arquata con Genova" nel ricordo di Alessandro e Giovanna

Ricordare gli amici Ale e Gio, ma anche inviare un messaggio di cordoglio ai parenti di coloro che in quel tragico 14 agosto hanno perso la vita e di solidarietą agli sfollati. "Arquata con Genova" - serata benefica per ricordare coloro che hanno perso la vita in seguito al tragico crollo del ponte Morandi, e in particolare Alessandro Robotti e Giovanna Bottaro - si svolgerą al Cinema Teatro Roma

ARQUATA SCRIVIA - Ricordare gli amici Ale e Gio, ma anche inviare un messaggio di cordoglio ai parenti di coloro che in quel tragico 14 agosto hanno perso la vita e di solidarietà agli sfollati. “Arquata con Genova” - serata benefica voluta dal Comune di Arquata, da cittadini e associazioni per ricordare coloro che hanno perso la vita in seguito al tragico crollo del ponte Morandi, e in particolar modo gli amici arquatesi Alessandro Robotti [nella foto] e Giovanna Bottaro - si svolgerà domenica 14 ottobre, dalle ore 21.00 al Cinema Teatro Roma di Arquata Scrivia.

Allo spettacolo, condotto dall'attrice Federica Sassaroli, parteciperanno la Corale e la Banda Musicale arquatese, il coro gospel Saint Nicolas Gospel Choir, Le Arcobalene, il Gruppo Spontaneo Trallallero, Antonella e Giulia. Saranno presenti Robby Pensato e Martina Nuovo, autori e interpreti della canzone “Genova è”, diventata ormai un inno per la città. Ci sarà anche il contributo di Simone Repetto, attore arquatese che per l'occasione ha scritto una poesia.

Il teatro della Juta, che è anche uno dei promotori della serata, partecipa con un estratto dallo spettacolo ispirato alla capoluogo ligure dal titolo “Quel giorno a Genova”, che vede protagoniste numerose canzoni dei più famosi interpreti genovesi, insieme a testi ispirati a Genova e al crollo del ponte Morandi; gli interpreti saranno Dado Bargioni, Daniela Tusa e Andrea Negruzzo.

L’intero ricavato della serata, per volontà delle famiglie di Alessandro e Giovanna, sarà devoluto a sostegno di un progetto promosso dal Gruppo Astrofili di Arquata Scrivia, a cui collaborava attivamente anche la coppia.

Tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’iniziativa - i gruppi musicali, il grafico Fabio Pestarino, Inforgrafika che ha stampato i manifesti, lo staff del Teatro della Juta, Federica Sassaroli, Simone Repetto e gli sponsor - lo hanno fatto a titolo gratuito in segno di rispetto ed affetto per tutte le vittime del 14 agosto. «Si ringraziano monsignor Lino Piccinini e i volontari della parrocchia di Arquata per aver concesso l’uso della sala», concludono gli organizzatori.
10/10/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info







blog comments powered by Disqus


Terzo Valico, sciopero a oltranza nel cantiere Radimero

Arquata Scrivia | Sciopero a oltranza nel cantiere del Terzo Valico allestito in localitą Radimero, ad Arquata Scrivia. L'hanno proclamato i sindacati degli edili per protestare contro il mancato pagamento della retribuzione

HSL Derthona ed Arquatese passano il turno, Castellazzo k.o.

Coppa Italia Dilettanti - Coppa Promozione | Ancora una goleada fra tortonesi e termali: passano i padroni di casa. Il Canelli espugna il "Centogrigio" ed elimina i biancoverdi

Amministratori comunali al voto per il rinnovo del consiglio provinciale

Politica | Sindaci e consiglieri dei 188 comuni della provincia sono chiamati alle urne per il rinnovo del consiglio provinciale. Due liste per dodici posti che dovranno rapportarsi alla giunta del presidente Baldi, che resta in carica

"Quattro ore nelle tenebre": guerra, fughe e il coraggio di don Luigi Mazzarello

Arquata Scrivia | Introdotto da Silvana Montecucco, Paolo Mazzarello, docente di Storia della medicina all'universitą di Pavia, parlerą del suo libro "Quattro ore nelle tenebre", edito da Bompiani. L'incontro si terrą negli spazi della biblioteca civica Poggi di Arquata Scrivia

Donna scomparsa, proseguono le ricerche: appello a chi ha informazioni utili

Gavi | Proseguono le ricerche della donna di 47 anni allontanatasi volontariamente da casa, a Gavi. Le forze dell'ordine hanno diffuso le generalitą, la foto e la targa dell'auto per raccogliere eventuali segnalazioni