Provincia

Dichiarazioni dei redditi: dove abitano i ricchi in provincia

Basso Monferrato, ma solo geograficamente parlando. Nel casalese sono concentrati maggiormente i contribuenti con redditi oltre i 55 mila euro. Nella Cittą dell'Oro, invece, le dichiarazioni irpef piangono. Stando ai dati sulle dichiarazioni...

PROVINCIA - Dove abitano i più ricchi della provincia di Alessandria? Nel Monferrato ncasalese, almeno stando alle dichiarazioni IRPEF del 2017 sui redditi dell’anno precedente. Sono dati pubblicati dal Sole 24 Ore e fanno riferimento ai redditi dichiarati, beninteso: in queste classifiche non sono conteggiate eventuali evasioni fiscali e furbetti del 730.

In media solo il 4,34% della popolazione nazionale ha dichiarato imposte per oltre 55 mila euro, a Terruggia si arriva al 9,59, a Cella Monte al 9,42 e nell’alessandrina Pietra Marazzi la percentuale è poco sopra l’8%. Castelletto Monferrato, paese già entrato in classifiche nazionali per i suoi virtuosismi a riciclare, figura tra i più ricchi del territorio, con il 7 per cento di dichiaranti over 55 (nel senso di migliaia di euro). A Rosignano la quota si ferma al 6,75, mentre Conzano e Tassarolo sono poco sopra il 6%. Il paese di Pellizza, Volpedo, ha il 5,9% di ricchi.

È Tortona il centro zona che sta meglio: 5,48. Alessandria è di poco sopra la media, con il 4,55% delle dichiarazioni sopra i 55 mila. Seguono Casale (4,43), Acqui Terme (4,34), Novi Ligure (4,22), Ovada (4,19). Valenza, la Città dell’Oro ha invece una bassa percentuale di ricchi: solo il 3,43% delle dichiarazioni supera la soglia dei 55 mila.

E al contrario, dove vivono i più poveri, ovvero quelli che nell’ultima dichiarazione dei redditi non sono andati oltre i 10 mila euro? Se la media nazionale di redditi bassi è del 29,13% della popolazione, a Ricaldone si supera il 50%, ad Alice Bel Colle sono 44,22. La geografia dei meno abbienti è varia, non c’è un nord e un sud della provincia, anche se le zone collinari e montuose soffrono maggiormente. Mongiardino ha il 41%, Carrega e Gavazzana il 40%. Castelletto d’Erro il 38,74, Avolasca il 36,57%.

Nelle città grandi è sempre Valenza ad avere il maggior numero di poveri: il 26% delle dichiarazioni IRPEF arriva al massimo a 10 mila euro. Alessandria (23,56), Tortona (22,88), Casale (24,27), Acqui (26,22), Ovada (24,46), Novi (22,89).
21/08/2018







blog comments powered by Disqus


In attesa del Natale, fra musica, escursioni e dialetto

Life | Cruciverba in dialetto, cori in concerto, musiche natalizie, mostra di presepi ed escursioni in val Borbera. L'attesa del Natale si fa coinvolgente grazie alle iniziative organizzate nel terzo weekend di dicembre

Autovelox di nuova generazione sulle strade provinciali

Provincia | Stanno per essere installati ventidue nuovi autovelox sulle strade della provincia di Alessandria. Non si tratta di nuove postazioni, precisano dagli uffici di palazzo Ghilini, bensģ della sostituzione di quelli gią esistenti. Saranno pił efficienti e tecnologicamente avanzati

Sicurezza nei cantieri del Terzo Valico, i sindacati chiedono pił controlli

Lavoro | I lavoratori dei cantieri del Terzo Valico si sono fermati per una giornata di sciopero per chiedere pił sicurezza nei cantieri, dopo la morte dell'operaio caduto dall'impalcatura a Voltaggio. Le proposte presentate al Prefetto, per garantire maggiori controlli

Parenti Serpenti e Christmas Party, teatro protagonista a Gavi e Arquata

Spettacolo | Sarą un weekend all'insegna del buon teatro e della musica quello in programma al teatro Civico di Gavi e al teatro della Juta di Arquata Scrivia

Polfer in azione contro l'attraversamento binari

Cronaca | Nuovo servizio straordinario nelle stazioni piemontesi. In provincia sono state interessate Alessandria, Tortona e Arquata Scrivia. Trovate due persone straniere che non avrebero i documenti in regola per stare in Italia