Cultura

"Molloy", a palazzo Ducale gli autoscatti di Giorgio Musinu

"Molloy" è il titolo della mostra che verrà inaugurata a palazzo Ducale a Genova: protagonisti saranno gli autoscatti in bianco e nero di Giorgio Musinu, fotografo nato nel capoluogo ligure, ma legato da qualche tempo a Stazzano

CULTURA  - Giovedì 11 gennaio alle ore 18.00 nella Sala Dogana di Palazzo Ducale a Genova verrà inaugurata la mostra "Molloy", progetto fotografico di Giorgio Musinu.

“Molloy” è una storia senza Storia in cui l'osservatore è lasciato con un indizio nell'opacità del nostro mondo. Molloy è la ricerca di un mistero, l'inseguimento di un'ossessione. Molloy prende spunto dall'omonimo romanzo di Samuel Beckett. Di quel romanzo questo lavoro riprende le atmosfere e la sospensione del senso proprio della nostra epoca. Il dramma si svolge in una tensione congelata e destinata a divenire memoria di un evento che non avrà mai luogo.

Molloy consiste di un filmato in Super8 e una serie di autoscatti con l'ausilio di telecomandi e temporizzatori, realizzati in svariate location fatiscenti e in stato di abbandono totale. Lo spettatore è invitato a inoltrarsi in questo "mondo" surreale ed estraneo alla vita di tutti i giorni, in compagnia del medesimo personaggio e della sua cinepresa.

Giorgio Musinu è nato a Genova ma da qualche anno risiede a Stazzano. Inizia il suo percorso fotografico studiando fotografia a Genova e frequentando attualmente il master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

Le sue opere non fanno riferimento a una forma riconoscibile ma si avvicinano a una vasta scala di argomenti su più livelli. Con il rifiuto di una verità oggettiva e narrazioni culturali globali, l’interpretazione diviene personale, poliedrica e metaforica. L’autore crea opere in cui l’evento reale deve ancora avere luogo o semplicemente è terminato: momenti suggestivi di atmosfera con il dramma che si svolge in una tensione congelata destinata a divenire memoria di un evento che non avrà mai luogo.

La mostra sarà visitabile fino al 28 gennaio, dal martedì alla domenica dalle 15.00 alle 20.00. Ingresso libero.
9/01/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info







blog comments powered by Disqus


Il teatro "gonfiabile" della Juta ad Ar.Qua.Tra.

Arquata Scrivia | Anche il Teatro della Juta sarà presente alla fiera dell'artigianato, delle qualità e della tradizione in programma ad Arquata Scrivia: il pubblico potrà assistere per l'intera giornata a numerose performance in una locatione interessante e suggestiva

Negozi chiusi la domenica, Cisl: “decidano i territori”

Economia | Nel dibattito politico sulle chiusure domenicali e festive dei negozi, si inserisce anche la voce di Cisl Alessandria-Asti. Per il segretario Marco Ciani “La strada migliore per noi è quella di riaffidare questa competenza alla contrattazione territoriale tra Comuni, aziende e sindacati”

L'Arquatese vince ma si complica il futuro

Promozione - girone D | Buon 2-1 al Santa Rita, ma l'infortunio a Pappadà e l'espulsione di Vera complicano le prossime giornate dei biancocelesti, salvati nel finale da Torre.

Arrivano nuovi infermieri, ma saranno a tempo determinato

Provincia |  Nove milioni di euro in meno dalla Regione Piemonte per le spese di personale dell'Asl Alessandria. La “stangata” arriva nonostante i sindacati denuncino da tempo una cronica carenza di personale. Entro l'anno c'è comunque l'impegno ad assumere, a tempo determinato, 50 infermieri e 30 operatori sanitari

Corso di formazione per proprietari di cani, al via gli incontri

Arquata Scrivia | Comune di Arquata Scrivia e Asl Al organizzano un corso di formazione per proprietari di cani. La docente Raffaella Tamagnone, medico veterinario esperto in comportamento animale. Al termine verrà rilasciato l'attestato di frequenza