Alessandria

Virus West Nile in provincia: un test consente di continuare a donare il sangue

Dal Ministero della Sanità arriva la conferma della presenza del virus in provincia, trasmesso dalle zanzare. Sebbene sia pericoloso solo in una piccola percentuale dei contagi, diventa difficile donare il sangue per chi vive sul territorio, ma la necessità di sangue d'estate è ancora più forte. Ecco cosa fare per continuare a donare

ALESSANDRIA - Il West Nile Virus non è ormai una novità in Italia: diffuso per via della zanzara comune (del tipo Culex), rimane asintomatico nella maggior parte delle persone.

L'Incubazione e i sintomi: come riportato dal sito d'informazione Epicentro ISS, il periodo di incubazione dal momento della puntura della zanzara infetta varia fra 2 e 14 giorni, ma può essere anche di 21 giorni nei soggetti con deficit a carico del sistema immunitario.

La maggior parte delle persone infette non mostra alcun sintomo.

Fra i casi sintomatici, circa il 20% presenta sintomi leggeri: febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, sfoghi cutanei. Questi sintomi possono durare pochi giorni, in rari casi qualche settimana, e possono variare molto a seconda dell’età della persona. Nei bambini è più frequente una febbre leggera, nei giovani la sintomatologia è caratterizzata da febbre mediamente alta, arrossamento degli occhi, mal di testa e dolori muscolari. Negli anziani e nelle persone debilitate, invece, la sintomatologia può essere più grave.

I sintomi più gravi si presentano in media in meno dell’1% delle persone infette (1 persona su 150), e comprendono febbre alta, forti mal di testa, debolezza muscolare, disorientamento, tremori, disturbi alla vista, torpore, convulsioni, fino alla paralisi e al coma. Alcuni effetti neurologici possono essere permanenti. Nei casi più gravi (circa 1 su mille) il virus può causare un’encefalite letale. 

Ora, a seguito del riscontro di positività del West Nile Virus (WNV) in un pool di zanzare delle province di Alessandria e Cuneo, segnalato dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle D'Aosta, la Struttura di Coordinamento regionale per le attività trasfusionali della Regione Piemonte ha disposto l'introduzione del test NAT per WNV sulle donazioni di sangue ed emocomponenti raccolti in provincia. 

Il test si rende necessario per consentire a chi vive in provincia di proseguire con la donazione di sangue anche nel periodo estivo, così da garantire l'autosufficienza per gli ospedali del territorio: l'alternativa sarebbe infatti "la sospensione della donazione per 28 giorni dopo aver lasciato, dopo aver soggiornato almeno una notte nell'area a rischio per l'infezione del virus della del Nilo", vale a dire, nei fatti, l'impossibilità per chi vive in provincia di donare il sangue nel periodo estivo, a meno appunto che non venga eseguito il test NAT.

Il provvedimento è stato trasmesso ai centri che raccolgono sangue in provincia, così da poter garantire l'esecuzione del test e consentire ai donatori di proseguire la loro fondamentale, e meritoria, attività.  
21/08/2018







blog comments powered by Disqus


Danni ungulati, dopo Torino gli agricoltori puntano a Roma

Economia | Una delegazione di agricoltori della Cia, confederazione agricoltori Italiani, è stata ricevuta in consiglio regionale per discutere delle misure per arginare i danni alle colture provocate da cinghiali e caprioli. Anche Cia Alessandria era presente. Secondo l'assessore Ferrero i limiti di intervento sono fissati dalle legge nazionali

L'HSL torna alla vittoria, l'Acqui non esce dalla crisi. Ok la ValeMado

Promozione - girone D | Pareggiano Gaviese (2-2 a Moncalvo) ed Arquatese (1-1 con il Cenisia), Valenzana corsara a Torino 2-0

Reddito di cittadinanza, "si rischia il caos se non arrivano direttive operative"

Economia | Di reddito di cittadinanza si parla ormai da mesi. Il provvedimento che lo introduce è stato approvato ed è ormai legge ma mancano direttive operative. Gli addetti ai Caf, ai centri per l'impiego e alle poste brancolano ancora nel buio. “In tanti ci chiedono informazioni, ma al momento non abbiamo altre indicazioni oltre a quelle descritte nel sito del ministero”

I Provinciali, musica e parole "di frontiera" per uno spettacolo made in Arquata

Arquata Scrivia | Note e parole per raccontare sogni e vita in una città come tante, in una provincia come tante. Al Teatro della Juta di Arquata Scrivia va in scena fuori cartellone una delle nuove produzioni dell'associazione Commedia Community/Teatro della Juta, dal titolo "I Provinciali-ballate per inguaribili ottimisti"

HSL, ad Arquata ancora un pareggio

Promozione - girone D | Un gol annullato, un legno per parte e l'espulsione di Russo per doppia ammonizione movimentano lo 0-0 finale