Alessandria

'MaBim': la culla che consente alla mamma di abbracciare il neonato

La prima culla con queste caratteristiche consegnata in Italia in un ospedale. Il progetto è dell'architetto Mitzi Bollani

ALESSANDRIA - Quando in un nome c'è l'essenza di un oggetto, la sua funzione, anche la sua bellezza. ‘MaBim’ è la sintesi più efficace del rapporto che nasce ancora prima della vita. Mamma e bambino, e bambina, uniti ancora prima dell’abbraccio nel momento del primo incontro, in quei giorni in cui il contatto è conoscenza, è scoperta, è amore. Da oggi, all’ospedale di Alessandria, sarà possibile anche quando la madre ha una disabilità, anche solo temporanea. Grazie al dono che Zonta Club Alessandria ha fatto alla Divisione di Ostetricia e Ginecologia: ‘MaBim’, appunto, la culla per il co-sleeping progettata e realizzata da Mitzi Bollani, l’architetta per tutti, creatice di oggi e spazi che superano le barriera, presente alla cerimonia di consegna, insieme alla presidente di Zonta Elisa Lombardi, alla tesoriera Nadia Biancato, alla cerimoniera Geromina Benso, alle socie Oria Trifoglio, già primario in questo reparto, e Carla Gallini, al direttore generale dell’Aso Giacomo Centini, al primario Nicola Strobelt, all’assessora alle pari opportunità Cinzia Lumiera, alla presidente della Consulta, Vittoria Poggio e a Sergio Montagna dell’Ufficio disabilità del Comune di Alessandria.

Un primato di cui andare orgogliosi: ‘MaBim’ è la prima culla con queste caratteristiche consegnata in Italia in un ospedale, e suggella, ancora di più il rapporto, forte, tra Zonta e il ‘Santi Antonio e Biagio’, iniziato nel biennio 2002 – 2004, che ha contribuito all'assegnazione dei 'bollini rosa' al nosocomio alessandrino,con una attenzione, soprattutto, alla salute e al benessere della donna. In questo biennio il club alessandrino ha scelto di impegnarsi nel sostegno alla disabilità femminile, declinato in modi e forme diversi: una è, appunto, ‘MaBim’, che permette di creare un ospedale sempre più a misura delle persone.
5/04/2019







blog comments powered by Disqus


Doppia operazione a cuore fermo: salvate la mamma e la sua bambina

Alessandria | L’intervento multidisciplinare ha permesso di operare la donna ai polmoni mentre si eseguiva il cesareo. L’ottima riuscita di un’operazione così complessa è stata possibile grazie al lavoro in team multidisciplinare con cui i professionisti hanno saputo e potuto affrontare la situazione estremamente grave e critica

La forza della musica per aiutare l'integrazione

Alessandria | La musica veicolo di dialogo, per andare oltre la solitudine: è il progetto organizzato dall'associazione Cambalache, insieme al Conservatorio di Alessandria

Dsa e sintesi vocale, uno strumento compensativo per lo studente

Alessandria | Gli studenti del Disit dell'Università del Piemonte Orientale hanno partecipato ad un incontro in cui è stato presentato un panorama sui software di sintesi vocale gratuiti attualmente disponibili per Pc Windows e dispositivi mobili Apple

Rivolgimento fetale: una capriola nella pancia

Alessandria | Nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda Ospedaliera una procedura collaudata che viene proposta alle donne che presentano il bambino podalico. Si tratta di una manovra esterna, eseguita manualmente, che ha lo scopo di far girare il feto a testa in giù e permettere di conseguenza un parto naturale

Emergenza abitativa, altri 16 posti per donne e mamme

Alessandria | Accordo tra Comune di Alessandria, Asl Al, Cissaca e Caritas: la struttura in spalto Marengo 37