Società

La riabilitazione occupazione e l'integrazione sociale passano per lo zafferano

Nel progetto avviato dalle cooperative astigiane La Strada e No Problem e sostenuto dalla Fondazione SociAL, adolescenti in situazione di disagio e giovani adulti con disabilità psichica coltivano zafferano e ortaggi, allevano galline e acquisiscono abilità relazionali

SOCIETA' - Nell'astigiano gli operatori e i ragazzi di due cooperative sociali collaborano per promuovere la partecipazione attiva e l'integrazione sociale di adolescenti in età lavorativa e giovani adulti con disabilità psichica. 
Si tratta delle cooperative La Strada e No Problema che, sostenuti anche dalla Fondazione SociAL di Alessandria, hanno avviato un progetto di agricoltura sociale:  
"Il nostro obiettivo - spiegano da La Strada - è quello di sviluppare, a partire dai laboratori, competenze valide per attività lavorative che permettao il riconoscimento di un ruolo ed un compenso ai ragazzi coinvolti".

Il progetto risponde, infatti, a tre bisogni fondamentali degli adolescenti e dei giovani adulti in situazioni di disagio e con disabilità psichica e intellettiva del territorio astigiano: il bisogno di realizzazione del sè, di autostima e di inclusione sociale.
"Attraverso la strutturazione di laboratori occupazionali in quattro ambiti diversificati (attività agricole, attività di cura degli animali, laboratori espressivi e inclusivi, tirocini), i giovani destinatari fanno esperienza di attività stimolanti, in grado di valorizzarne attitudini, abilità e di rispettarne i tempi. Inoltre, attraverso il loro coinvolgimento  nell’attività di vendita dei prodotti presso i mercatini locali o internamente alla cooperativa e la partecipazione attiva alle attività didattiche e ricreative aperte alle scuole e alle famiglie, si contribuisce a favorirne abilità relazionali e a incrementare la loro inclusione sociale".

Ma come mai lo zafferano? 
"L’idea di coltivare lo Zafferano è nata per introdurre nuovamente nelle nostre zone una coltura antica una volta presente sul nostro territorio Infatti, nel 1400, il Monferrato era una delle più importanti zone di produzione di questa spezia".  

Ma non si tratta dell'unica attività. Il fiore di questa antica spezia viene lavorato in stimmi essicati che vengono venduti in vasetti da diversi formati; sono state avviate colture orticole che vengono vendute in cesti nel periodo da Aprile a Novembre; un allevamento a terra di galline consente la vendita di uova durante tutto l'anno. 

Sono beneficiari diretti del progetto circa 10 adolescenti e giovani adulti tra i 14 e i 23 anni con disabilità psichica e/o in situazioni di disagio sociale, in carico a Servizi Sociali e Asl o provenienti dalle strutture residenziali e diurne.





[Ulteriori informazioni sul sito della Fondazione SociAL]
28/08/2017







blog comments powered by Disqus


Università del Piemonte Orientale: 1,7 milioni in più dal Ministero

Alessandria | Prima in Italia per l'incremento del Fondo di Funzionamento Ordinario: l'Upo premiata per i risultati nella ricerca, l’eccellenza dei Dipartimenti e la gestione virtuosa del “costo standard” per studente

Arriva FestivAL Park: workshops, musica, teatro, giochi e buon cibo per lanciare il Centro Giovani

Alessandria | Il Festival in programma dal 21 al 23 settembre in piazza Santa Maria di Castello e ai Giardini Pittaluga, dove verrà inaugurato il nuovo spazio polifunzionale a disposizione dei giovani in città, che potranno richiederlo con procedure "snelle" e utilizzarlo. Il progetto nasce in collaborazione con l'Associazione Cultura e Sviluppo

Dal 17 al 23 settembre una settimana di corsi dedicati al benessere in prova gratuita con YAM

Alessandria |  L’associazione Yam lancia la prima Open Week dal 17 al 23 settembre con tanti corsi, workshop e conferenze: yoga, ayurveda, mindfullness, per tutti in prova gratuita

AL Centro me.dea: dieci anni di lavoro per contrastare la violenza di genere

Alessandria | L’APS me.dea si appresta a festeggiare i suoi primi 10 anni di attività, al fianco delle donne, contrassegnati da battaglie durissime, ma anche da molti successi, condivisi con la comunità. E con l'occasione regala alla città importanti appuntamenti

“Minori e comunità: Mind The Gapp”: ecco i progetti di sostegno

Alessandria | Nasce il progetto “Minori e comunità: Mind The Gapp”, avendo colto l’importanza di una presa in carico specialistica dei disagi di giovani e famiglie con difficoltà socio-economiche