Alessandria

Emergenza abitativa: diminuiscono le occupazioni abusive

Qualcosa si muove nella gestione del problema abitativo in città: il Comune vara la nuova commissione per l'emergenza abitativa mentre dalla collaborazione con Atc pare migliorare la gestione dei casi di occupazione e l'assegnazione di alloggi popolari. E sono tante le famiglie aiutate per far fronte al pagamento di affitti e bollette

ALESSANDRIA - L'emergenza freddo in città ha ormai superato la sua fase di criticità e, sebbene sia presto per fare dei bilanci esaustivi, gli interventi messi in campo dal tavolo per le nuove povertà del comune sembrano aver dato buoni frutti.

Il programma d'interventi per l'inverno, finanziato dalla Cassa di Risparmio di Alessandria con 50 mila euro, sta aiutando come ogni anno famiglie e persone sole in difficoltà, potenziando l'accesso ai dormitori gestiti dalla Caritas, mettendo a disposizone risorse per inteventi mirati a sostegno di chi per diverse ragioni rimane in strada la notte, ma anche mediante piccole quote erogate a sostegno del pagamento di affitti, bollette per il riscaldamento e altre misure che scongiurino sfratti per chi si trova con morosità pendenti. 

Intanto l'Atc ha fornito al tavolo un elenco aggiornato degli occupanti abusivi in città, cementando una collaborazione che nell'ultimo periodo pare sia migliorata rispetto al passato. Le cifre ufficiali parlano di circa 65 casi, ma è facile immaginare che le cifre possano essere in realtà più alte.

E' compito del coordinamento guidato dal comune, che comprende anche servizi sociali e associazioni di volontariato attive sul territorio, riuscire a trovare le giuste modalità d'intervento per restituire gli alloggi a dispozione dell'Atc, trovando soluzioni per le persone che vivono senza un tetto ma anche garantendo il regolare processo di assegnazione degli alloggi. Le graduatorie per l'emergenza abitativa del 2016 sono quasi completamente esaurite, un bel passo avanti rispetto a qualche anno fa, sebbene le nuove richieste d'alloggi siano ancora tantissime e in numero molto maggiore rispetto alle case ad oggi effettivamente disponibili

Un aiuto concreto e fondamentale per la gestione dell'emergenza abitativa arriverà dalla nuova commissione comunale appena varata con una deliberazione della giunta, un atto che aprirà la strada al recepimento di specifici finanziamenti regionali legati ai fondi per morosità incolpevole e inaugurerà una nuova modalità di gestione delle pratiche di assegnazione degli alloggi, non più mediante uno o due bandi annuali ma con un lavoro più costante della commissione, che dovrebbe riunirsi periodicamente per analizzare le richieste di alloggi in emergenza abitativa assegnandoli via via non appena si rendono disponibili. 
7/02/2017







blog comments powered by Disqus


Inaugurato il progetto "Lara": gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale

Alessandria | Iniziativa di umanizzazione resa possibile grazie alla Fondazione Uspidalet Onlus, che ha visto la risistemazione del giardino interno dell'Ospedale, ora ricco di verde, con un dehor e box in cui incontrare i propri amici animali, oltre a un piccolo spazio in cui poter coltivare piante e fiori

Le persone al primo posto: Cambalache a Ginevra per il suo impegno con i rifugiati

Alessandria | Si è aperto l'incontro mondiale dedicato alle ong partner dell'UNHCR - Agenzia ONU, dal titolo: “Putting People First”. Alessandria è rappresentata da Cambalache e dal suo progetto Bee My Job, finanziato dalla fondazione SociAL e finalizzato all'inserimento lavorativo dei migranti nel settore dell'apicoltura

Inaugurato ai giardini Pittaluga il centro Giovani di Alessandria. "Uno spazio per tutti i giovani della città"

Alessandria | Nell'occasione premiati anche i progetti per il concorso "Ideali tu" che prevederanno attività di animazione dell'area e proposte culturali e ricreative per i giovani. Grazie a Comune, Compagnia di San Paolo e Associazione Cultura e Sviluppo i giardini torneranno finalmente a vivere

Quando arriverà da noi il cocktail più buono del mondo?

Alessandria | Si chiama Angelot, è un cocktail che non esiste, ma in altri Paesi una ragazza può essere ordinato al bancone di un bar o in discoteca se si trova in difficoltà, sta ricevendo molestie e vuole sottrarsi da una brutta situazione. Medea: "felici di sostenere il progetto, ma non dimentichiamo che il pericolo maggiore è in ambito domestico"

Terra Madre: salvare le biodiversità per salvare noi stessi

Alessandria | Terra Madre Salone del Gusto: da Alessandria a Torino grazie all'impegno di Slow Food per ribadire la centralità della biodiversità.