Alessandria

In vacanza ad Amsterdam tre alessandrini salvano un passante

Al primo giorno da turisti in Olanda i tre infermieri alessandrini si sono trovati di fronte ad una scena di ordinaria (per loro) emergenza: prestati i primi soccorsi ad un uomo in arresto cardiaco, hanno ricevuto i ringraziamenti inaspettati della polizia locale

ALESSANDRIA - Abituati alle emergenze del pronto soccorso di Alessandria e alle notti sulle ambulanze da volontari del 118 non ci hanno pensato un secondo di più ad aprire la camicia dell'uomo steso a terra e a praticargli il massaggio cardiaco.
Un'azione di grande responsabilità e senso civico, fatta a migliaia di chilometri di distanza da casa. Daniele Pastore, Matteo Peruzzo e Luca Piccinino sono tre infermeri. I primi due lavorano al Pronto Soccorso, il terzo alla casa di riposo Borsalino.
Lunedì 11 dicembre si trovavano in vacanza con le rispettive fidanzate, ad Amsterdam. Quattro giorni di relax in una città mai visitata.

A poche ore dall'arrivo, la vacanza ha preso subito una piga che nessuno dei sei avrebbe mai immaginato.

“Nei pressi del quartiere a luci rosse”, racconta Daniele, “abbiamo notato un capannello di persone attorno ad un uomo disteso a terra”. Visto che nessuno dei presenti pareva particolarmente allarmato, le tre coppie hanno dapprima pensato ad un malore, magari dovuto a troppa birra. “Avvicinati, ci siamo accorti del colorito blu: era un evidente arresto cardiaco. Pensavamo che l'impreparazione a situazioni del genere fosse tipico degli Italiani. Invece anche gli Olandesi si sono dimostrati incapaci di reagire”.

In quelle situazioni ogni minuto che passa può essere fatale. Così invece di aspettare i soccorsi i tre alessandrini si sono precipitati sull'uomo, praticando il massaggio cardiaco a turno. Cinque minuti interminabili di pressioni sul torace, fino all'arrivo degli aiuti. L'auto della polizia era dotata di DAE, defibrillatore semiautomatico, preso in 'consegna' dai tre giovani infermieri. Che poi hanno passato la mano ai sanitari olandesi, comunque giunti in meno di dieci minuti.

La giornata ricca di emozioni non era però ancora finita: “Ce ne siamo inizialmente andati, senza aspettarci un grazie. Avevamo fatto ciò che dovevamo. Ma avevo dimenticato lo zaino a terra!”. Tornato indietro, Daniele viene avvicinato da una poliziotta che gli chiede i documenti e l'hotel in cui alloggiavano. “Al ritorno, il receptionist ci ha invitato ad andare alla stazione di polizia. Abbiamo pensato a qualche incombenza burocratica… invece ci aspettava una bella sorpresa”.

Al commissariato li attendavano i poliziotti intervenuti, con una bottiglia di vino in mano. “Era per ringraziarci per quello che avevamo fatto”, prosegue Daniele, “ll dono (un merlot italiano, sigh, ndr) era accompagnato da un biglietto di complimenti. Tutti insieme abbiamo fatto una foto, postata poi su Facebook e credo sul giornale locale”.

Il post della polizia olandese recitava più o meno così: “Questa mattina, un uomo è stato rianimato. L'uomo era giù per strada, ed è stato visto da un gruppo di turisti italiani. Uno di questi si è trasformato in un infermiere e ha subito iniziato la rianimazione e il personale di un bar vicino chiamato il 112… Siamo molto lieti che i turisti abbiano agito così in modo adeguato ed è per questo che li abbiamo ringraziati per i loro sforzi”.

Daniele, Matteo e Luca hanno cercato di contattare nuovamente la polizia per sapere le condizioni di salute dell'uomo di mezza età soccorso al primo giorno olandese, per ora senza esito: “Ci hanno solo detto che all'ospedale è arrivato con battito cardiaco”. Una vacanza decisamente indimenticabile.
15/12/2017







blog comments powered by Disqus


"Il gusto della solidarietà": giovedì 6 dicembre la cena per sostenere un progetto musicale in carcere

Alessandria | A preparare la cena di beneficienza, dal menù gourmet, saranno gli stessi ospiti degli Istituti Penitenziari alessandrini, con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare un interessante progetto dedicato alla musica in carcere, realizzato con il sostegno del Conservatorio Vivaldi e di Franco Mussida

“Natale è un po’ bambino”: da domenica 2 dicembre decine di eventi per bambini e famiglie

Alessandria | Presentato il programma per il mese di dicembre, con decine di laboratori per le fasce di età 0-4 anni, 5-7 anni e 8-11 anni, oltre a proposte dedicate a genitori e pubblico adulto in generale. Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti e come parteciparvi

"Muoversi senza barriere": il Cissaca punta su sport e integrazione, insieme a tante realtà del territorio

Alessandria | Il 10 dicembre si terrà un incontro al Punto D del Cristo per presentare i primi progetti sul territorio: l'obiettivo del Cissaca è fare rete per offrire numerose occasioni alle persone con disabilità sia motoria che intellettiva per fare sport e accedere ad attività inclusive, puntando sulla forza del team e del gioco di squadra

Firmato accordo tra Cia, Coompany e Istituto penitenziario: i detenuti a scuola di agricoltura

Alessandria | L'accordo consentirà ai detenuti più meritevoli di seguire corsi professionalizzanti svolti all'interno del carcere per acquisire competenze in ambito agricolo direttamente spendibili nel mondo del lavoro una volta scontata la pena

Artiviamoci: festival delle arti recluse per scoprire due quartieri "particolari" della città

Alessandria | Dal 7 al 16 dicembre la città ospiterà il la rassegna "Artiviamoci - Le mani e le arti" dedicata alle attività svolte all'interno delle due carceri alessandrine, da poco riunite formalmente sotto un unico istituto. Dalla pittura all'arte contemporanea, dalla fotografia al teatro, ecco il programma degli eventi pensati per osservare il carcere sotto una nuova luce