San Salvatore Monferrato

Gli “orti sociali” di San Salvatore, una storia nata da una donazione

Un anno fa il Comune riceve in dono un terreno, da lì l’idea di creare i primi cinque orti sociali destinati a chi vuole coltivare la propria voglia di fare. Il bando scade il 31 agosto

SAN SALVATORE MONFERRATO - La storia è di quelle belle. Un anno fa l’Amministrazione Comunale riceve in dono da un sansalvatorese, il signor Secondo Pistone, un terreno nella valle che degrada verso la pianura, in zona Baldone, a pochi metri dal Campo sportivo e dalla piscina. Da qui l’idea di fare di quel dono un’opportunità per altre persone, creando così i primi cinque orti sociali di San Salvatore, appezzamenti di terreno pronto per essere coltivato a ortaggi e frutta. 

Il bando è stato pubblicato il 16 agosto e chiuderà alle 12,30 del 31 agosto, e chi otterrà l’orto potrà procedere con le prime lavorazioni e le semine autunnali e così farà per i prossimi tre anni, durata della concessione. L’appezzamento comunale, piuttosto esteso, è stato utilizzato in parte e per il momento sono stati tracciati i perimetri di cinque orti; se l’iniziativa avrà successo c’è terra per farne altrettanti.

La domanda di ammissione alla procedura è aperta a chi è residente a San Salvatore Monferrato ed è disoccupato, inoccupato, lavoratore in cassa integrazione, lavoratore in mobilità o pensionato. Fra i requisiti è richiesta la presentazione dell’ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) sotto i 6000 euro e dimostrare di non possedere altri terreni. 

Le domande di ammissione dovranno essere consegnate a mano all’ufficio anagrafe/assistenza che, dopo l’istruttoria, provvederà alla graduatoria. San Salvatore non è certo il primo Comune in Italia ad avere degli orti sociali, ma il modo con il quale questa idea è nata è singolare perché dal gesto di generosità di uno solo può nascere il benessere di tanti.
23/08/2017







blog comments powered by Disqus


Biennale d'arte di Alessandria: "Caos Colore" al via sabato 20 gennaio

Alessandria | Grazie all'impegno dell'Associazione Libera Mente torna in città, nelle prestigiose sale di Palazzo Monferrato, la biennale d'arte: decine di artisti italiani e internazionali esporranno le proprie opere nella mostra curata da Matteo Galbiati

La mia Cittadella: aneddoti, foto e curiosità da un cicerone

Alessandria | Tanti alessandrini possono raccontare di avere un rapporto speciale con una parte della città, che finisce per sfociare, nei casi più fortunati, in un vero e proprio amore. E' forse il caso di Sergio, volontario e cicerone del Fai, che ci porta a scoprire alcuni aspetti della fortezza che dimostrano quanto possa essere viva e affascinante

Un pianoforte all'ospedale per musica in corsia: chiunque può suonarlo

Alessandria | La famiglia Taulino ha donato un pianoforte in ricordo del figlio Alessandro. E' a disposizione di musicisti e amatori che vogliano allietare i degenti e chi aspetta in sala d'attesa

Spesa Donata al supermercato

Alessandria | Analogamente al Caffè Sospeso, in occasione delle festività natalizie, chiunque volesse donare la spesa a famiglie in difficoltà, può farlo direttamente al Carrefour Express con l'applicazione di un 10% di sconto

L'Istituto Saluzzo-Plana 'adotta' il complesso monumentale della chiesa di San Francesco

Alessandria | Il progetto, ispirato a un gestito particolarmente rivoluzionario compiuto nel 1500 dal papa Leone X, ha l'obiettivo di condurre i ragazzi in un percorso di formazione innovativo che porterà alla valorizzazione dell'ex Ospedale Militare, in partnership con il Comune, ben lieto di accogliere e sostenere questa iniziativa