Alessandria

Progetto Mobilità Garantita: Il Comune aderisce ed un nuovo automezzo viene donato all’Aism

L’associazione da qualche mese aveva segnalato la necessità di provvedere alla sostituzione di un automezzo per svolgere la propria attività. Il Comune ha pertanto ritenuto di individuare Aism Alessandria come beneficiaria della donazione dell’automezzo, concedendo il patrocinio gratuito a sostegno di questa iniziativa

ALESSANDRIA - È stato formalizzato nell’ufficio del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, l’iter per la consegna di un nuovo pulmino per il trasporto assistito all’Aism di Alessandria. Il Comune ha aderito, infatti, al progetto di Mobilità Garantita promosso dalla società Pmg Italia spa che si pone l’obiettivo di mettere a disposizione di enti pubblici o istituti assistenziali, in forma totalmente gratuita, dei mezzi, anche appositamente modificati, per il trasporto di anziani, disabili o persone con ridotte possibilità motorie.

L’associazione Aism - Alessandria da qualche mese, aveva segnalato, con istanza motivata al Comune, la necessità di provvedere alla sostituzione di un automezzo per svolgere la propria attività. Il Comune ha, pertanto, ritenuto di individuare questa associazione come beneficiaria della donazione dell’automezzo, concedendo il patrocinio gratuito a sostegno di questa iniziativa.

“L’Amministrazione comunale ha sostenuto da subito questa proposta attivandosi nelle sedi opportune per concludere l’iter di passaggio in tempi rapidi – ha spiegato l’assessore alle Politiche Sociali Piervittorio Ciccaglioni –. Nel mese di maggio l’associazione Aism aveva segnalato agli uffici la necessità di provvedere alla sostituzione di un automezzo, ormai obsoleto, per svolgere la propria funzione di trasporto sociale a favore della cittadinanza. Non abbiamo perso tempo e ci siamo subito attivati aderendo al progetto promosso dalla società Pmg in modo da poter formalizzare la consegna di un mezzo nuovo, perfettamente adeguato alle funzioni che l’associazione deve svolgere. Si tratta di un epilogo virtuoso che grazie alla sinergia fra Comune e privati dà una risposta concreta ai bisogni della nostra città”.
25/07/2018







blog comments powered by Disqus


"Il gusto della solidarietà": giovedì 6 dicembre la cena per sostenere un progetto musicale in carcere

Alessandria | A preparare la cena di beneficienza, dal menù gourmet, saranno gli stessi ospiti degli Istituti Penitenziari alessandrini, con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare un interessante progetto dedicato alla musica in carcere, realizzato con il sostegno del Conservatorio Vivaldi e di Franco Mussida

“Natale è un po’ bambino”: da domenica 2 dicembre decine di eventi per bambini e famiglie

Alessandria | Presentato il programma per il mese di dicembre, con decine di laboratori per le fasce di età 0-4 anni, 5-7 anni e 8-11 anni, oltre a proposte dedicate a genitori e pubblico adulto in generale. Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti e come parteciparvi

"Muoversi senza barriere": il Cissaca punta su sport e integrazione, insieme a tante realtà del territorio

Alessandria | Il 10 dicembre si terrà un incontro al Punto D del Cristo per presentare i primi progetti sul territorio: l'obiettivo del Cissaca è fare rete per offrire numerose occasioni alle persone con disabilità sia motoria che intellettiva per fare sport e accedere ad attività inclusive, puntando sulla forza del team e del gioco di squadra

Firmato accordo tra Cia, Coompany e Istituto penitenziario: i detenuti a scuola di agricoltura

Alessandria | L'accordo consentirà ai detenuti più meritevoli di seguire corsi professionalizzanti svolti all'interno del carcere per acquisire competenze in ambito agricolo direttamente spendibili nel mondo del lavoro una volta scontata la pena

Artiviamoci: festival delle arti recluse per scoprire due quartieri "particolari" della città

Alessandria | Dal 7 al 16 dicembre la città ospiterà il la rassegna "Artiviamoci - Le mani e le arti" dedicata alle attività svolte all'interno delle due carceri alessandrine, da poco riunite formalmente sotto un unico istituto. Dalla pittura all'arte contemporanea, dalla fotografia al teatro, ecco il programma degli eventi pensati per osservare il carcere sotto una nuova luce