San Salvatore Monferrato

Re Magi venuti veramente da lontano: migranti nel presepe vivente

Nei panni di Melchiorre e Baldassarre nella rappresentazione 'vivente' della nascita di Gesù Bambino si sono infilati due migranti nigeriani, arrivati un mese fa. Visti inizialmente con diffidenza, hanno fatto breccia nei cuori dei monferrini

SAN SALVATORE MONFERRATO - Sembra proprio la classica storia di Natale, fatta di buoni sentimenti, amicizia e fratellanza. Partendo dalla diffidenza per il 'forestiero', imposto.

Un mese fa circa a San Salvatore sono arrivati quattordici nigeriani. La decisione di ospitarli in paese era stata presa dall'alto, e come tutte le novità imposte, all'inizio la comunità monferrina che si conosce a vista e si ritrova in piazza Carmagnola nel giorno del mercato, non l'aveva presa benissimo.

Giorno dopo giorno, invece, i nuovi ragazzi sono riusciti a farsi volere bene. Vuoi perché hanno incominciato a frequentare la messa della domenica, vuoi perché assistono alle feste di paese, tra cui la sfilata dei trattori, tradizione contadina molto sentita.

Nessuna emarginazione, ma una educata vita di comunità, culminata con la 'favola' moderna di Natale di questi giorni. Al momento di scegliere due figuranti che impersonassero Melchiorre e Baldassarre nel presepe vivente, ecco l'idea: chiedere a due di loro se volessero diventare due dei tre Re Magi, unendosi a Gaspare, interpretato da Riccardo, giovane sansalvatorese. Il presepe vivente era così talmente fedele alla tradizione che non sono mancati gli scatti e i selfie con i 'Re' venuti da lontano ad adorare Gesù Bambino.

Così il paese che inizialmente si era chiuso al loro arrivo, ha cominciato ad accettare i "furestè" e ad imparare un po' di più il vero significato del Natale.







15/12/2017







blog comments powered by Disqus


Università del Piemonte Orientale: 1,7 milioni in più dal Ministero

Alessandria | Prima in Italia per l'incremento del Fondo di Funzionamento Ordinario: l'Upo premiata per i risultati nella ricerca, l’eccellenza dei Dipartimenti e la gestione virtuosa del “costo standard” per studente

Arriva FestivAL Park: workshops, musica, teatro, giochi e buon cibo per lanciare il Centro Giovani

Alessandria | Il Festival in programma dal 21 al 23 settembre in piazza Santa Maria di Castello e ai Giardini Pittaluga, dove verrà inaugurato il nuovo spazio polifunzionale a disposizione dei giovani in città, che potranno richiederlo con procedure "snelle" e utilizzarlo. Il progetto nasce in collaborazione con l'Associazione Cultura e Sviluppo

Dal 17 al 23 settembre una settimana di corsi dedicati al benessere in prova gratuita con YAM

Alessandria |  L’associazione Yam lancia la prima Open Week dal 17 al 23 settembre con tanti corsi, workshop e conferenze: yoga, ayurveda, mindfullness, per tutti in prova gratuita

AL Centro me.dea: dieci anni di lavoro per contrastare la violenza di genere

Alessandria | L’APS me.dea si appresta a festeggiare i suoi primi 10 anni di attività, al fianco delle donne, contrassegnati da battaglie durissime, ma anche da molti successi, condivisi con la comunità. E con l'occasione regala alla città importanti appuntamenti

“Minori e comunità: Mind The Gapp”: ecco i progetti di sostegno

Alessandria | Nasce il progetto “Minori e comunità: Mind The Gapp”, avendo colto l’importanza di una presa in carico specialistica dei disagi di giovani e famiglie con difficoltà socio-economiche