San Salvatore Monferrato

Re Magi venuti veramente da lontano: migranti nel presepe vivente

Nei panni di Melchiorre e Baldassarre nella rappresentazione 'vivente' della nascita di Gesù Bambino si sono infilati due migranti nigeriani, arrivati un mese fa. Visti inizialmente con diffidenza, hanno fatto breccia nei cuori dei monferrini

SAN SALVATORE MONFERRATO - Sembra proprio la classica storia di Natale, fatta di buoni sentimenti, amicizia e fratellanza. Partendo dalla diffidenza per il 'forestiero', imposto.

Un mese fa circa a San Salvatore sono arrivati quattordici nigeriani. La decisione di ospitarli in paese era stata presa dall'alto, e come tutte le novità imposte, all'inizio la comunità monferrina che si conosce a vista e si ritrova in piazza Carmagnola nel giorno del mercato, non l'aveva presa benissimo.

Giorno dopo giorno, invece, i nuovi ragazzi sono riusciti a farsi volere bene. Vuoi perché hanno incominciato a frequentare la messa della domenica, vuoi perché assistono alle feste di paese, tra cui la sfilata dei trattori, tradizione contadina molto sentita.

Nessuna emarginazione, ma una educata vita di comunità, culminata con la 'favola' moderna di Natale di questi giorni. Al momento di scegliere due figuranti che impersonassero Melchiorre e Baldassarre nel presepe vivente, ecco l'idea: chiedere a due di loro se volessero diventare due dei tre Re Magi, unendosi a Gaspare, interpretato da Riccardo, giovane sansalvatorese. Il presepe vivente era così talmente fedele alla tradizione che non sono mancati gli scatti e i selfie con i 'Re' venuti da lontano ad adorare Gesù Bambino.

Così il paese che inizialmente si era chiuso al loro arrivo, ha cominciato ad accettare i "furestè" e ad imparare un po' di più il vero significato del Natale.







15/12/2017







blog comments powered by Disqus


Al via la Lotteria di Natale della Fondazione Uspidalet: ricchi premi, ma la gioia di aiutare è impagabile

Alessandria | L'obiettivo di quest'anno è l'acquisto di un eco-cardiografo del valore di 100 mila euro per l'ospedale infantile, capace di garantire anche in futuro gli standard di eccellenza per la struttura che è ormai un punto di riferimento in Italia per le cure pediatriche. I biglietti costano 3 euro e il primo premio è uno straordinario soggiorno a 5 stelle

Start Cup Piemonte Valle d'Aosta: il 2° e 3° premio all'Università del Piemonte Orientale

Università | I progetti NoToVir e Analitica Italia si sono aggiudicati due gradini del podio e la partecipazione al Premio Nazionale per l’Innovazione

Cancro al seno: la prevenzione ad alta tecnologia anche grazie alla Fondazione CrAl

Alessandria | Il cancro al seno è una malattia da cui si può guarire se si interviene per tempo. Il Centro di Screening Mammografico è dotato di una strumentazione a tecnologia avanzata che consente di eseguire non solo la mammografia, ma anche una serie di accertamenti di “secondo livello”

Presentato "un passo avanti", il quarto bando contro la povertà educativa

Alessandria | Sono circa 70 i milioni messi a disposizione per progetti di sostegno all'infanzia e all'adolescenza grazie all'impresa sociale "con i bambini" e all'impegno delle fondazioni bancarie, fra le quali quella della Cassa di Risparmio di Alessandria. Saranno premiati progetti particolarmente innovativi. C'è tempo fino al 14 dicembre

Le matite di Alecomics in soccorso della Caritas: raccolti 1800 euro per i più bisognosi

Alessandria | Associazione Culturale ALEcomics e Ascom Confcommercio Alessandria hanno incontrato la Caritas del capoluogo e l'associazione Opere di Giustizia e Carità per la consegna del ricavato dell'asta benefica “Le matite di ALEcomics”, asta benefica svolta grazie alla sensibilità di tanti artisti