Alessandria

Silvestro, il gatto nero salvato il 31 dicembre, cerca famiglia

Happy end per il gatto trovato randagio in una via del centro: grazie alla sensibilità dei volontari è bastato un giro di telefonate per recuperarlo e fargli iniziare il 2017 al calduccio. Ora il Gattile di Alessandria cercherà di farlo adottare.

ALESSANDRIA - Serata a lieto fine nella notte di San Silvestro, la notte di festa più lunga, in cui si brinda e si spera in un anno migliore. La favola metropolitana inizia alle 20 del 31 dicembre, ad Alessandria. Molti imbandiscono la tavola, altri si preparano per il veglione o incominciano a postare e wattsappare gli auguri agli amici... Ma il telefono del Gattile incomincia a squaiilare una, due, tre volte non certo per il buon anno: "Nel giro di mezz'ora arrivano tre telefonate per segnalare un gatto steso a terra in via Lumelli", racconta Elena Gamalero, vice presidente dell'ATA, l'associazione tutela animali che gestisce la struttura: "riferivano che era vivo,  ma incapace di tirarsi sulle quattro zampe...". I cittadini preoccuoati avevano già chiamato la Polizia Municipale e persino i Carabinieri, che ovviamente stavano lavorando per la sicurezza dei festeggiamenti cittadini, intorno al ponte e un po' in tutta la città. Non c'è tempo per un gatto in difficoltà: "Abbiamo fatto un giro di telefonate tra i volontari: chi è lontano, chi lavora, chi ha la febbre o chi è già attorno al tavolo. Ma alla fine uno di loro dà la disponibilità al recupero, e un'altra a riceverlo in casa".

Così quel gatto viene chiamato Silvestro, come il santo del giorno e come il gatto, anche lui nero, dei cartoni animati. "Ora è sotto controllo e appena si stabilizzerà si potrà capire quante sono le sue probabilità di buona vita", prosegue Gamalero. "l''importante è che, grazie alla sensibilità di chi ha chiamato e il costante impegno dei volontari un gattone di strada non è morto di freddo".

Silvestro ora è al sicuro. Sarà curato, assistito e quando sarà il momento, potrà trovare una famiglia pronta ad adodattorlo e a fargli trascorrere tanti capodanni al caldo.
2/01/2017







blog comments powered by Disqus


Pedibus: riconfermato il progetto per il servizio di trasporto scolastico

Acqui Terme | Il servizio è completamente gratuito, il suo funzionamento è simile a quello dello scuolabus, i bambini vengono raccolti da operatori a fermate prestabilite e accompagnati in comitiva a scuola seguendo dei percorsi in sicurezza

Progetto Mobilità Garantita: Il Comune aderisce ed un nuovo automezzo viene donato all’Aism

Alessandria | L’associazione da qualche mese aveva segnalato la necessità di provvedere alla sostituzione di un automezzo per svolgere la propria attività. Il Comune ha pertanto ritenuto di individuare Aism Alessandria come beneficiaria della donazione dell’automezzo, concedendo il patrocinio gratuito a sostegno di questa iniziativa

Inaugurato il progetto "Lara": gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale

Alessandria | Iniziativa di umanizzazione resa possibile grazie alla Fondazione Uspidalet Onlus, che ha visto la risistemazione del giardino interno dell'Ospedale, ora ricco di verde, con un dehor e box in cui incontrare i propri amici animali, oltre a un piccolo spazio in cui poter coltivare piante e fiori

Le persone al primo posto: Cambalache a Ginevra per il suo impegno con i rifugiati

Alessandria | Si è aperto l'incontro mondiale dedicato alle ong partner dell'UNHCR - Agenzia ONU, dal titolo: “Putting People First”. Alessandria è rappresentata da Cambalache e dal suo progetto Bee My Job, finanziato dalla fondazione SociAL e finalizzato all'inserimento lavorativo dei migranti nel settore dell'apicoltura

Inaugurato ai giardini Pittaluga il centro Giovani di Alessandria. "Uno spazio per tutti i giovani della città"

Alessandria | Nell'occasione premiati anche i progetti per il concorso "Ideali tu" che prevederanno attività di animazione dell'area e proposte culturali e ricreative per i giovani. Grazie a Comune, Compagnia di San Paolo e Associazione Cultura e Sviluppo i giardini torneranno finalmente a vivere