Società

Bonus asili nido: dal 17 luglio la presentazione delle domande

Un contributo per il pagamento delle rette dell’asilo nido pubblico o privato autorizzato e per l’introduzione di forme di supporto nella propria abitazione per i bambini al di sotto dei tre anni, impossibilitati a frequentare il nido perché affetti da gravi patologie croniche

SOCIETA' - Con Circolare n. 88 del 22 maggio 2017 l’Inps ha reso operative le misure previste dalla Legge di Bilancio pertanto dal 17 luglio al 31 dicembre 2017 sarà possibile presentare la domanda per il Bonus asili nido. Il Bonus consiste in un contributo per il pagamento delle rette dell’asilo nido pubblico o privato autorizzato, nonché per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione per i bambini al di sotto dei tre anni, impossibilitati a frequentare il nido perché affetti da gravi patologie croniche. Il Bonus interessa i bambini nati o adottati dal 1 gennaio 2016 in avanti ed è pari a 1.000 euro su base annua, corrisposti dall’Inps in 11 mensilità, al genitore che ne faccia richiesta presentando idonea documentazione che dimostri l’avvenuto pagamento della retta del nido. Il Bonus è erogato anche come contributo per servizi di assistenza familiare a bambini con gravi patologie, il pagamento è in un’unica soluzione e necessità la dichiarazione del pediatra che attesti, per l’intero anno di riferimento, l’impossibilità del bambino a frequentare il nido in ragione di una grave patologia cronica.

Per poter accedere al Bonus il genitore richiedente, oltre a essere residente in Italia, convivente con il bambino e a sostenere di persona l’onere della retta deve essere in possesso della cittadinanza italiana, oppure cittadinanza di uno Stato Ue oppure, in caso di cittadino di Stato extra Ue, del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo.

Il beneficio non è soggetto a particolari condizioni reddituali e non è cumulabile con la detrazione fiscale per le spese di iscrizione in asili nido, in questo caso l’Inps provvederà a comunicare all’Agenzia delle Entrate l’avvenuta erogazione al genitore richiedente del beneficio. Il Bonus asilo nido è cumulabile con i voucher per l’acquisto di servizi all’infanzia, ma le due misure non possono essere fruite contemporaneamente nello stesso mese.

Dal prossimo 17 luglio fino al 31 dicembre, la domanda può essere presentata tramite il sito internet dell’Inps, chiamando il Contact Center dell’Inps e di persona rivolgendosi a un patronato.
Nella provincia di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato Acli presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:

Sede Provinciale di Alessandria
Via Faà di Bruno 79
Tel. 0131/25.10.91 - Cell. 333.29.94.285

Segretariato Sociale di Acqui Terme
Via Nizza 60/B
Tel. 349.97.54.687

Sede Zonale di Casale Monferrato
Via Mameli, 65
Tel. 0142/41.87.11 - Cell. 366.95.59.797

Sede Zonale di Tortona
Via Emilia 244
Tel. 0131/81.21.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di Novi Ligure
Via P. Isola 54/56 -
Tel. 0143/74.66.97 - Cell. 331.57.46.362

Segretariato Sociale di Valenza
c/o Comunità Parrocchiale
Via Pellizari 1
Tel. 0131/94.34.04 – Cell. 392.70.51.519
 
15/07/2017







blog comments powered by Disqus


Ferragosto tra castelli, musei e mostre

Cultura | Con Castelli Aperti visite ad Acqui Terme, Volpedo, Casale Monferrato, Bistagno, Trisobbio e Rocca Grimalda. Aperture straordinarie a Marengo, alla Gambarina di Alessandria, al Museo dei Campionissimi a Novi Ligure, al Forte di Gavi e alla Pinacoteca di Voltaggio. Ad Acqui Terme l'antologica su Lucio Fontana

Titti Palazzetti scrive a Trump: “l'utilizzo dell'amianto sia bandito”

Casale Monferrato | Il sindaco: “Ci indigna profondamente sapere che un Paese come gli Stati Uniti continui a permettere l'importazione e l'utilizzo di amianto”

“Manca personale, risposte insufficienti anche dalla nuova direzione”

Provincia | Il sindacato Fials torna a denunciare la “cronica carenza di personale”, che dura ormai da due anni ma che, nel periodo estivo, è ancora più evidente. Sono un centinaio le figure mancanti, soprattutto negli ospedali di Casale e Novi Ligure. Ma l'azienda assumerà da settembre solo 9 infermieri a tempo determinato

Dall'alessandrino la petizione "Si Vax" contro l'autocertificazione dell'obbligo vaccinale

Terruggia | Tutto parte da un paese del casalese, Terruggia: è la famiglia di Viola ad aver fatto partire una petizione che ha portato ad una raccolta che ha superato in pochi giorni le 200 mila firme. La petizione Si Vax lanciata da Roberta Amatelli, insieme a un gruppo di altre mamme di bambini immunodepressi a seguito di un trapianto di fegato vuole portare la questione dell'autocertificazione dell'obbligo vaccinale a livello nazionale

Vendemmia minacciata da caprioli e cinghiali: “siamo sempre alle solite e nulla è stato risolto”

Provincia | Le associazioni degli agricoltori lanciano ancora una volta l'allarme per le culture danneggiate dalla fauna selvatica: "danni rilevanti, ormai molti agricoltori non procedono nemmeno più alla richiesta dei danni"