Casale Monferrato

“Il Duce lava più bianco”: Tagliabue narra la propaganda politica

Una lunga carrellata di poster destinati ai muri delle nostre città descriveranno quasi cento anni di cambiamenti sociali e istituzionali attraverso lo stile e il linguaggio della comunicazione politica. Venerdì 23 marzo appuntamento alla Biblioteca Civica con Corrado Tagliabue

CASALE MONFERRATO - Venerdì 23 marzo alle 21, nella Sala Multimediale della Biblioteca Civica Giovanni Canna avrà luogo l’incontro Il Duce lava più bianco, inserito nel palinsesto di eventi LiberAzioni a cura dell’Anpi. Relatore dell’appuntamento, a ingresso libero, sarà Corrado Tagliabue, professionista della comunicazione ideatore di molte campagne pubblicitarie ed elettorali.

I manifesti di propaganda politica, dal Ventennio in poi, raccontano la storia della nostra vita e sono mutati nella loro grafica e nei loro messaggi così come sono cambiati gli italiani stessi. Una lunga carrellata di poster destinati ai muri delle nostre città descriveranno quasi cento anni di cambiamenti sociali e istituzionali attraverso lo stile e il linguaggio della comunicazione politica. Dalle tavole disegnate come le copertine della Domenica del Corriere, alla grafica futurista, fino alle foto dei giganteschi volti dei candidati, quello che oggi è definito “outdoor advertising” ha subito forti cambiamenti facendo leva inizialmente sulla retorica di regime, passando al disincanto del presente. Cento e più manifesti per leggere la storia d'Italia davanti al tabellone delle affissioni, con un'analisi sulle recenti elezioni politiche.

Corrado Tagliabue
, professionista della comunicazione, copywriting, giornalismo, è ideatore di campagne pubblicitarie e slogan elettorali. Ha seguito l'ideazione di brand e prodotti per grandi aziende e piccole realtà, occupandosi in particolare di pubblicità per prodotti etici, aziende non profit e istituzioni. Per il settore della pubblica amministrazione segue il lancio di servizi, informazione (house organ), campagne informative e di sensibilizzazione. Già sindaco di San Salvatore Monferrato per dieci anni, ne è ora vice e assessore. Dal 2014 è altresì consigliere della Provincia di Alessandria. Nell’ambito del proprio mandato comunale, cura la comunicazione esterna dell'ente ed  è ideatore del progetto editoriale "San Salvatore in Album", la collezione di figurine con i volti dei cittadini del suo paese, iniziativa che ha ottenuto premi e riconoscimenti, assumendo rilevanza nazionale.
20/03/2018







blog comments powered by Disqus


Nel ricordo di Luigino Fassino, la Bertram vince il primo derby al PalaOltrepo contro Casale

Basket - Serie A2 | Alla Novipiù non basta un secondo tempo di grande carattere: Tortona conquista la vittoria e la dedica a Luigino Fassino, scomparso nella notte tra sabato e domenica

Concorso infermieri: "tutti possono partecipare. E' un diritto inalienabile"

Lavoro | E' la Cisl Funzione Pubblica Alessandria e Asti a mettere i "puntini sulle i" dopo aver ricevuto diverse segnalazioni di infermieri, quasi tutti già impiegati nel settore privato-socioassistenziale-cooperative, per sapere se è corretto che il proprio datore di lavoro ostacoli la partecipazione al concorso pubblico indetto a Casale Monferrato il 2 marzo. " la partecipazione a un concorso è un diritto inalienabile di cui nessuno può privarli"

Quei buoni consigli

Società | Simona era stata aggredita dall'ex compagno che, dopo averla picchiata, ha tentato di darle fuoco. E' accaduto non lontano da qui, a Vercelli. Una vicenda che ha colpito, così come i commenti, postati anche sul nostro giornale on line: “si però è anche colpa delle donne... vanno in giro vestite come prostitute...”

Bertram e Novipiù, al PalaOltrepo un derby che sa di riscatto...per entrambe

Basket - Serie A2 | I bianconeri tornano a giocare tra le mura amiche dopo il k.o. di Rieti arrivato però solo al supplementare, i rossoblu scendono sul parquet del PalaOltrepo dopo il nulla di fatto con la Virtus Roma. Palla a due domenica 17 alle 18

Ticket sui farmaci: dal 1° marzo in Piemonte non si pagherà più

Piemonte | La giunta regionale ha deciso di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini in vigore dal 2002. Chiamparino e Saitta: "Cancelliamo una tassa sulla salute"