Provincia

Il colpo di coda dell'inverno preoccupa gli agricoltori

Preoccupazione degli agricoltori rivolta alle colture orticole, alcune già in fase di crescita, il gelo ha distrutto il 20 per cento dei raccolti, soprattutto lattughe, patate, carciofi, cavoli, verze, cicorie e broccoli

PROVINCIA - La nuova irruzione di freddo e il forte maltempo di queste ore stanno mettendo alla prova l’agricoltura alessandrina.
Lo rivela la Coldiretti provinciale. In pericolo ci sono le coltivazioni che si stanno risvegliando con l’arrivo della primavera. A subire gli effetti di questo “colpo di coda dell’inverno” che ha accompagnato l’ ondata di maltempo con abbassamento delle temperature e neve in tutta la provincia sono soprattutto coltivazioni come cavoli, verze, cicorie e broccoli, coltivati in pieno campo.
Per affrontare la caduta della neve che sta mandato in tilt il traffico su molte strade, sono stati mobilitati anche gli agricoltori della Coldiretti con trattori utilizzati come spalaneve e spandiconcime adattati per la distribuzione del sale contro il gelo.
La presenza diffusa delle imprese agricole sul territorio assicura, infatti, la possibilità di un intervento capillare a tutela dei cittadini e salvaguardia del territorio.

Ad essere maggiormente colpite potrebbero essere le coltivazioni cerealicole ma sono a rischio gli alberi da frutto, in fase di germinazione, le primizie primaverili di questa stagione ma anche le coltivazioni di fragole, pomodori, fiori e piante da vivai in serra.
La preoccupazione è rivolta alle colture orticole, alcune già in fase di crescita.
“Dai continui sbalzi termici alla neve, siamo di fronte - sostiene il presidente Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino - ai drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si manifestano con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense e il repentino passaggio dal sereno al maltempo con vere e proprie bombe d'acqua che il terreno non riesce ad assorbire”.
Come sempre però, ciò che preoccupa di più è la sicurezza idrogeologica del territorio e “in questa situazione è fondamentale che le aziende agricole si dotino della polizza assicurativa contro i danni da maltempo – aggiunge il direttore provinciale Leandro Grazioli – per coprire i rischi connessi alle calamità naturali che purtroppo negli ultimi tempi sono sempre più frequenti. I danni ricadono pesantemente sui redditi aziendali e la polizza diventa strumento indispensabile per far fronte ai rischi”.
Il colpo di coda dell’inverno con l’arrivo di una ondata di maltempo può essere accolto "positivamente" solo per un aspetto: consente di ripristinare le scorte di acqua necessarie a sconfiggere nelle città e nelle campagne l’allarme siccità, anche se preoccupano gli effetti sulle coltivazioni che potrebbero provocare le gelate notturne.
“La caduta della neve e della pioggia per essere utile ad alimentare le riserve idriche deve però avvenire in modo costante e durare nel tempo – aggiunge il presidente Paravidino - mentre i forti temporali, soprattutto se si manifestano con precipitazioni intense, rischiano di provocare danni poiché i terreni secchi non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento. L’ondata di gelo rischia invece di provocare gravi danni nelle campagne, soprattutto dove sono già in fiore le piante di pesco e mandorlo”.



2/03/2018







blog comments powered by Disqus


Autonoleggio per malviventi, scoperto un giro di ottanta vetture ad un prestanome

Casale Monferrato | La truffa dev'essere andata avanti da molto tempo, se il 36enne era riuscito a rifarla per un'ottantina di volte. Le vetture venivano affittate a persone poco raccomandabili per motivi loschi. Denunciati in due

Il Commissario a fumetti entra nelle scuole per insegnare la legalità

Alessandria | Concorso tra gli studenti della provincia per disegnare o realizzare un video ispirato al protagonista di un fumetto tutto 'poliziesco', nel senso che è nato sulla rivista ufficiale della Polizia. L'iniziativa serve per incontrare i ragazzi e spiegare loro il senso della legalità

Produzione industriale in provincia: con +2,8% è il miglior dato in Piemonte

Economia | Nel quarto trimestre 2018 è stata la media industria a trainare, in particolare l'industria chimica. Bassi gli investimenti senza sfruttare gli incentivi a disposizione. Poca innovazione e ricerca e sviluppo interna all'azienda

Castelletto comune virtuoso e 'riciclone', dove la juta prende il posto della plastica

Provincia | A Castelletto Monferrato la raccolta del verde si fa con i sacchi di juta, "totalmente biodegradabili, traspiranti e più resistenti di quelli in plastica". Il sindaco Colletti: "Da noi differenziata all'86%, ridurre la Tari nei comuni virtuosi come il nostro". L'idea del vice sindaco: "Sostituire il polistirolo per imballaggi con i pop corn"

13enne all'ospedale per intossicazione da alcol, denunciati i gestori dell'Associazione

Casale Monferrato | Una comitiva di minorenni che beve alcol, il più giovane che si sente male e finisce in ospedale. Diagnosi: acuta intossicazione da alcolici. Così i gestori che non hanno vigilato adesso dovranno vedersela con un po' di problemi