Casale Monferrato

Let's Rock 2018: al via l'edizione del trentennale

Venerdì 2 e sabato 3 febbraio al Salone Tartara i primi appuntamenti con la sfida dedicata al 1988. Le 10 migliori reinterpretazioni creative verranno inserite nella compilation celebrativa dei 30 anni della rassegna musicale

CASALE MONFERRATO - Si apre la nuova edizione celebrativa dei 30 anni di Let's Rock con il primo week end in programma per venerdì 2 e sabato 3 febbraio al Salone Tartara. La storica rassegna musicale casalese, organizzata dall'Associazione Culturale Vitamina T con il patrocinio del Comune , torna con un programma ricco e variegato, che abbraccerà diversi generi musicali, valorizzando i progetti indipendenti presenti sul territorio casalese e ospitando musicisti provenienti da tutto il nord-ovest. In omaggio alla prima edizione del 1988, le 18 realtà musicali selezionate tramite il bando aperto da Vitamina T che si alterneranno sul palco del Tartara nel corso della manifestazione, dovranno sfidarsi proponendo all'interno del proprio repertorio la reinterpretazione creativa di un brano celebre pubblicato nel 1988.

A fare da ponte tra la storia degli esordi di Let's Rock e il presente, la prima serata di venerdì 2 febbraio sarà aperta dalla reunion della storica band casalese Pigalle Bistrot: Marco Almirante (batteria), Lino Colangelo (basso e cori), Massimo Sartor (chitarra e voce) e Mirko Patrucco (tastiere e voce) torneranno ad esibirsi insieme proponendo brani del loro repertorio originale e una cover del 1988.
Inizierà quindi il programma della nuova edizione con i casalesi Last 4 Minutes: Giacomo Coppo (chitarra e backvocals), Alex Albu (voce e tastiere), Alessandro Re (batteria), Leonardo Coppo (basso) e Marco Rossello (chitarra e backvocals). Le influenze e i gusti musicali di ciascun componente sono diverse ma la voglia di suonare e comporre insieme va oltre e lo stile della band assume una connotazione pop rock, con influenze funky, rap, dance e alternative. Cover 1988: Sign your name (Terence Trent d'Arby).
Seguirà la band roots, pop, rap di Acqui Terme Beppe Malizia e i Ritagli Acustici. “Un basso distorto, una batteria, uno sporco campionatore e un timido synth”: si presenta così l’attuale formazione, composta da Beppe Malizia (voce, campionetore, synth), Andrea Scagnelli (basso) e Gian Piero Malizia (batteria e percussioni), evolutasi “regredendo” verso l’essenziale. Meno melodia e più sound, un’accennata ironia espressiva, campioni d’ogni genere, batteria sempre presente sono le caratteristiche del loro stile, un po’ rap e un po’ rock, un crossover insolito, una cupa allegria.

Special guest della serata sarà la band modern metal casalese Ivory Times: Il Cinque (voce e basso), Phil Bertone (chitarra) e Daniele Cocco (batteria), ospiteranno per l'occasione Tiziano Spigno, voce di gruppi metal di fama nazionale (Extrema, Lucky Bastardz, Kings of Broadway), e presenteranno i nuovi brani del loro ultimo album "Paraboloid Pt.One" pubblicato nell’ottobre 2017.

La sfida Back to '88 riprenderà quindi sabato sera con gli astigiani Le Forbici. Luciano Ferrante, (voce), Max D'Amico (chitarra), Alessandro Giuga (batteria) e Ferruccio Battaglino (basso) proporranno il loro repertorio pop-rock che negli ultimi anni vanta numerosi singoli arrivati ai vertici di gradimento delle radio italiane conquistando migliaia di fan lungo lo stivale. Cover 1988: E ti vengo a cercare (Franco Battiato).
Sarà quindi la volta del giovane cantautore torinese Nicolò Vignolo, in arte Tosches (chitarra classica e voce), che, accompagnato al pianoforte da Francesco Cristiani, presenterà per la prima volta live i brani del suo primo ep Finding Myself, ispirato “dalla poetica Degregoriana e dalle armonie dei Dire Straits”. Cover 1988: Baby can I hold you (Tracy Chapman).

A concludere le esibizioni di questo primo week end saranno i L.E.D., band milanese nata dalla collaborazione artistica tra Massimiliano Tordini (voce e chitarra, Miura, Mesas) e Marco Mangone (chitarra La Nuit), insieme a Yuri Melis (basso, elettronica). Musicalmente si tratta di un progetto in cui la ricerca del suono è stata fondamentale e da cui è nato un ambiente post-rock con un richiamo all’elettronica.

Durante le serate il pubblico a una giuria di qualità saranno chiamati ed esprimere un voto sulle cover del 1988 proposte dai musicisti, e al termine della manifestazione, che proseguirà con altri appuntamenti tra febbraio e l’inizio di marzo, le 10 migliori reinterpretazioni creative verranno inserite nella compilation celebrativa dei 30 di Let’s Rock, che verrà registrata presso The Temple Recording Studio di Alessandro Panella.

Entrambe le serate proseguiranno oltre il termine delle esibizioni live con il dj set curato da Dj Rec (Marco Rota). Grazie alla collaborazione con il centro diurno l'Albero in Fiore, sarà possibile seguire sul canale web di Radio Fiore le interviste ai gruppi, le anteprime e la diretta radio delle esibizioni. Partner di Let's Rock 2018, la sezione Avis-Admo di Casale Monferrato sarà presente con un punto informativo all'interno del Salone Tartara per tutta la durata della manifestazione.

L'orario di inizio dei concerti è previsto per le 21 e i biglietti per le serate saranno in vendita direttamente in loco al costo di 3 euro. All'interno della struttura saranno presenti servizio bar a cura di Vitamina T e punto ristoro gestito dalla piadineria Girodido di Casale Monferrato.
1/02/2018







blog comments powered by Disqus


I lavoratori all’estero e il modello 730

Lavoro | Le persone italiane che attualmente lavorano all’estero dove devono presentare la domanda? In Italia o nello stato in cui lavorano?

Pasqua e Pasquetta in agriturismo: territorio, enogastronomia, cultura e relax

Life | Aumentano le presenze, una tendenza favorita dal calendario di una “Pasqua alta”. Con i piatti cucinati dagli agrichef, la meta scelta soprattutto attraverso il web

Malore improvviso, muore un uomo di 75 anni

Cronaca | È successo la notte scorsa in un locale di Casale Monferrato

Il viaggio di Yao

Cinema | Road e buddy movie insieme, “Il viaggio di Yao” è un racconto divertente, emozionante, lirico, dalla struttura narrativa semplice ma efficace, che riesce a veicolare con immediatezza allo spettatore temi come il senso di appartenza a un luogo, l’amicizia fra generazioni diverse, la conoscenza della storia - personale e collettiva - che sta alle nostre spalle, la riscoperta delle radici, la genitorialità

Novipiù, la regular si chiude a Biella. Ferrari: "Una partita da play off"

Basket - Serie A2 | L’ultima gara della Regular Season è anche quella più attesa: il derby con l’Edilnol Biella. Palla a due alle 20.30 di questa sera, sabato 20