Serie D - girone A

Un Casale eroico supera il Como

Nerostellati prima in 10 e poi in 9 per le espulsioni di Fassone e Cintoi, ma Birolo a 2' dal termine decide la gara

CASALE MONFERRATO - Più forte del freddo, della pioggia e del terreno pesante. Più forte anche del Como, secondo in classifica. Il Casale, almeno per novanta minuti, si dimostra di ferro, impermeabile, e batte i lariani al termine di un match tesissimo e decisamente d’altri tempi. Per larghi tratti i padroni di casa fanno la partita, contrapponendosi ad un avversario più nervoso che ordinato, forse sovraccaricato dai 300 giunti dalla Lombardia.

La prima rete si sfiora già al 7’ di gara: punizione dai 25 metri calciata da Buglio, ben angolata ma debole, quindi respinta da Kucich. La risposta comasca arriva al 29’ con un corner dalla sinistra calciato da Cicconi, su cui arriva per primo Sentinelli, sfortunato nell’impatto che fa finire alta la sfera e conclude le note sul taccuino per quanto riguarda il primo tempo. 

Dagli spogliatori esce un Como meno arrogante e più quadrato, subito presente in zona offensiva con D’Aiello che, al 7’ st, approfitta di una buona punizione calciata dalla sinistra impegnando alla respinta Varesio. Gli azzurri dunque cominciano a crederci, inanellando una buona serie di palle gol: la prima, al 23’ st, quando Cicconi carica a testa bassa, fa partire il tiro rasoterra dalla distanza e colpisce il palo. Poi con una punizione dalla destra, un quarto d’ora più tardi, respinta malamente da Varesio, riciclata ancora da Cicconi in favore di Sentinelli che, col destro al volo, colpisce l’esterno della rete. In fine di nuovo con Sentinelli, al 40’, che arriva per primo su una palla deviata, calcia e centra in pieno la traversa. Forse il Casale, per una volta, ha strizzato l’occhio ai nerostellati. Dunque tanto vale crederci, nonostante l’intervento osceno di Fassone, espulso per una scivolata a piedi uniti. Punizione dalla trequarti calciata da Buglio, torre di Cardini ed inserimento vincente di Birolo: è l’1-0. Il risultato non cambierà più, nonostante un altro rosso, altrettanto stupido per un fallo nella metà campo avversaria di Cintoi: il Casale porta a casa il risultato a sorpresa della giornata ed i tre punti. 


CASALE - COMO 1-0
Rete: 43’ st Birolo 

Casale (3-5-2): Varesio 6.5; Villanova 6.5, Cintoi 4.5, Marianini 6.5; Mazzucco 7, Fassone 4.5, Buglio 6.5, Alvitrez 6.5 (29’ st Birolo 6.5), M’Hamsi 6; Pavesi 5 (35’ st Tambussi 6), Cappai 6 (15’ st Cardini 6). A disp.: Fistolera, Battista, Alberici, Simone, Garavelli, Anastasia. All.: Stefano Melchiori
Como (4-4-2): Kucich 6; Adobati 6, Anelli 5.5 (11’ st De Nuzzo 5.5), Sentinelli 6, D’Aiello 6; Cicconi 6.5, Molino 6.5, Loreto 5.5 (39’ st Bovolon NG), Gentile 5 (42’ pt Buono 5.5); Camarlinghi 6 (11’ st Meloni 5.5), Gabrielloni 6. A disp.: Gozzi, Bradaschia, Bova, Fusi, Zukic. All.: Antonio Andreucci

Arbitro: Repace di Perugia: 7

Note: Ammoniti: Cappai, Villanova (CA), Anelli, Sentinelli, D’Aiello (CO). Espulsi: al 30’ st e al 45’ st Fassone e Cintoi per condotta violenta. Giornata piovosa, terreno in condizioni pesanti. Prima dell’inizio della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Davide Astori. Spettatori 600 circa. Angoli: 3-4. Recupero: 2’+5’.
12/03/2018
Tiziano Fattori - sport@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Junior Casale batte San Miniato e va in finale al Memorial Pellegrini

Basket - Serie A2 | E' la Novipiù Casale ad aggiudicarsi la semifinale del XII Memorial Mirco Pellegrini conquistando così il diritto di giocarsi la finale per il 1/2 posto con la Virtus Cassino, questa sera, sabato 22, alle 19

La cantina era l'emporio della coca. Studenti e commesse gli acquirenti

Casale Monferrato | La Prefettura di Alessandria valuterà l’opportunità di sottoporli agli accertamenti sanitari per confermare o meno i requisiti psico-fisici per il mantenimento della patente di guida. Pusher di 22 anni vendeva dalla cantina

L'auto rubata era nel cortile di un carrozziere, denunciati in quattro

Casale Monferrato | Il mezzo è stato rintracciato grazie al GPS, proprio mentre veniva scaricato a casa di un carrozziere di origini albanesi. Altri tre italiani sono stati denunciati per ricettazione

Un affare di famiglia

Cinema | "Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo". Sembra nascere e crescere sotto questo assunto, l’ultima opera cinematografica - vincitrice della Palma d'oro la scorsa primavera al Festival di Cannes - del giapponese Kore'eda, indefesso e acuto esploratore della complessità dei legami familiari già nei suoi precedenti film

A proposito di zanzare, tre domande all'assessore regionale

Provincia | Il vicepresidente della Provincia di Alessandria, Federico Riboldi, torna sulla questione zanzare e pone tre domande aperte all'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta