Cronaca

Attivisti No Tav indagati per gli scontri a Radimero

Una cinquantina di attivisti hanno ricevuto nei giorni scorsi un avviso di garanzia per gli scontri al cantiere di Radimero per la manifestazione dell'aprile 2014. Si attendono altri avvisi per le manifestazioni successive? Ecco come avevamo raccontato noi quella giornata di protesta

CRONACA – Due verità si confronteranno probabilmente davanti al tribunale di Alessandria: quella della procura di Alessandria, con il pubblico ministero (arrivato da Torino) Andrea Paladino e quella dei No Tav, difesi dall'avvocato Laura Tartarini.
L'inchiesta per i presunti reati di resistenza, danneggiamento e lesioni in concorso non è ancora terminata. Oltre ai fatti contestati per la manifestazione dell'aprile 2014, la prima in cui salì la tensione e furono lanciati lacrimogeni da parte delle forze dell'ordine, potrebbero aggiungersi, secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, altri episodi, a Libarna e a Pozzolo, nonché il tentativo di occupazione della sala consiliare di Novi Ligure durante una seduta dedicata al tema.
In tutto, stando a quanto riferiscono i quotidiani La Stampa e Il Secolo XIX (stesso articolo a firma di Massimo Numa), sarebbero circa 150 gli indagati, tutti attivisti di età compresa tra i 27 e i 73 anni, compreso l'attivista che fu colpito alla testa. Negli scontri rimasero contusi anche alcuni agenti delle forze dell'ordine, in tenuta anti sommossa, che si fecero refertare le contusioni dal pronto soccorso.
Quel giorno c'era anche Alessandrianews. Qui potete leggere quanto fu scritto all'epoca.
I No Tav forniscono la loro versione, sostenendo che a ricevere l'avviso di garanzia sarebbero state anche persone che non erano presenti alla manifestazione. Qui il link

L'inchiesta, ad ogni modo, è alle prime battute. Dopo la conclusione delle indagini ci dovrebbe essere comunque un udienza preliminare in cui il giudice potrà rinviare a giudizio o archiviare.
14/02/2018







blog comments powered by Disqus


L'ex impiegata risarcisce il Comune e chiede di patteggiare la pena

Cronaca | L'impiegata del comune di Ovada, accusata di aver sottratto circa 130 mila euro dalle casse dell'ente ha chiesto di patteggiare la pena. Ha già risarcito parte della somma

Accusato di omicidio premeditato l'uomo che ha fatto bere acido muriatico alla sorella

Cronaca | E' agli arresti, anche se si trova nel reparto di rianimazione dell'ospedale, l'uomo di 67 anni di San Salvatore accusato di omicidio premeditato. Ha fatto ingerire alla sorella 73enne acido muriatico ed ha tentato di togliersi la vita, bevendo a sua volta l'acido

Acqui-Genova: un’estate con qualche treno?

Ovada | Per i pendolari del Basso Piemonte quella del 2018 potrebbe essere un’estate meno pensate che in passato, visto che le Ferrovie potrebbero mantenere tre coppie di treni anche durante il tradizionale periodo di chiusura nel mese di agosto

Incidente tra tre auto

Cronaca | Per estrarre una persona dall'auto è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco. Gli altri occupanti erano già stati soccorsi dal personale del 118

Inizio settimana con tempo instabile

Meteo | Lunedì e martedì saranno ancora due giornate instabili in cui si verificheranno temporali intermittenti nell'arco della giornata, localmente intensi e grandigeni. Da mercoledì a venerdì l'atmosfera dovrebbe presentarsi un po' più stabile