Cronaca

Intossicato da monossido, un morto a Melazzo

Il monossido di carbonio ha fatto un'altra vittima in Provincia. A perdere la vita è stato un uomo di 67 anni, a Melazzo. La donna che era con lui è in gravi condizioni, ricoverata a Torino [AGGIORNAMENTO]

CRONACA - 19.00
Si chiamava Salvatore Mastria l'uomo di 67 anni trovato senza vita in un piccolo appartamento a Melazzo, adiacente al ristorante Monna Lisa, in località Molli. 
Con lui c'era una donna, Maria Armano, 62 anni, ricoverata in gravi condizioni all'ospedale di Torino.
Quando i soccorsi sono giunti sul posto, per l'uomo non c'era già più nulla da fare. La donna era invece ancora in vita ed è stata trasportata con l'elisoccorso. 
Il monossido si è probabilmente sprigionato da un braciere, ricavato da un bidone di latta vuoto. L'appartamento era infatti senza riscaldamento, essendo chiuso da tempo. Le indagini da parte dei carabinieri sono in corso per capire per quale motivo la coppia si trovava in quello stabile, chiuso da tempo.



Il monossido di carbonio ha causato un'altra vittima in Provincia. A perdere la vita a causa delle esalazioni letali è un uomo di 67 anni, a Melazzo.
Con lui, all'interno dell'appartamento, era presente una donna di 63 anni. Quando sono arrivati i soccorsi, poco prima delle 12, la donna era ancora in vita. E' stata trasportata con l'elisoccorso a Torino. Le sue condizioni sono critiche. Per l'uomo invece non c'era già piu nulla da fare.
Il gas letale, secondo una prima ricostruzione, si è sprigionato da un braciere acceso all'interno di un piccolo apparamento, in località Molli, vicino all'ex ristorante Monnalisa. 
Sul posto sono immediatamente intervenuti gli operatori del 118, insieme ai Vigili del Fuoco e i carabinieri che stanno cercando di ricostruire la dinamica. L'appartamento era infatti chiuso e disabitato da tempo. Non era probabilmente riscaldato e i due potrebbero aver deciso di accendere il braciere. Resta da chiarire perchè l'uomo e la donna si trovassero in quel luogo.
Seguiranno aggiornamenti

9/02/2018







blog comments powered by Disqus


Il crollo del ponte Morandi a Genova, una tragedia per tutto il paese

Cronaca | Il crollo del ponte Morandi a Genova ha sconvolto tutto il Paese per la drammaticità delle immagini che arrivano dal capoluogo ligure. Dalla Provincia di Alessandria sono partiti alcune unità dei vigili del fuoco per la ricerca delle persone. L'appello della Protezione Civile: state lontani dal luogo della tragedia per consentire le operazioni di soccorso e ripristino

Proseguono i lavori per ripristinare il tetto del Palazzo Comunale

Alessandria | L'intervento in corso anche per evitare danni agli affreschi e alle decorazioni del piano nobile in caso di nuoeve piogge. Un intervento più ampio già programmato a partire da settembre

La tragedia di Genova, anche la Provincia con il fiato sospeso

Cronaca | Intorno alle 11.50 di questa mattina il ponte Morandi sull'autostrada A10 è improvvisamente crollato. Al momento sono 35 le vittime accertate, tra queste anche un bambino. Il numero, però, pare destinato a salire. Dal comando vigili del fuoco di Alessandria sono partite 9 unità per ricerca persone. Caos nei collegamenti ferroviari

Polstrada in azione sulle strade delle vacanze

Cronaca | Durante i controlli sull'A26 un arresto per false generalità e guida senza patente. Sull'A21 trovato un uomo che doveva scontare un anno e sei mesi di reclusione per furti continuati

Polemica sul web: medico del Pronto Soccorso insulta "no vax"

Alessandria | Insulti e minacce per i" no vax" in un post pubblicato sotto il profilo social di un medico genovese sostenitore dell'obbligatorietà dei vaccini e operante presso il pronto soccorso dell'ospedale di Alessandria ha scatenato una vera e propria 'guerra' sui social. Il medico ha rimosso poi il post, scusandosi per la frase....