Novi Ligure

Muore d'infarto a 22 anni, lo stesso destino che toccò al padre

Un ragazzo di appena 22 anni è morto questa notte a Novi Ligure. Il giovane si trovava a casa della propria fidanzata quando ha avuto un infarto

NOVI LIGURE – Un ragazzo di appena 22 anni è morto questa notte in via Abba, a Novi Ligure. Il giovane si trovava a casa della propria fidanzata quando ha avuto un infarto ed è morto praticamente sul colpo. Inutili i soccorsi che il personale del 118, chiamato dalla ragazza, gli ha prestato appena arrivato sul posto. Il giovane, Edoardo Giavino, a quanto si apprende soffriva da tempo di una patologia cardiaca e anche il padre era deceduto a causa di un attacco di cuore. Un tragico destino che li ha uniti nella vita e nella morte.

Foto: immagine d'archivio.
17/10/2018







blog comments powered by Disqus


Città off limits per tre anni, ma lo hanno trovato davanti all'Ospedale

Alessandria | Fermato ed identificato da fuori l'Ospedale, si è visto che il 35enne non avrebbe dovuto trovarsi in quella via. E nemmeno in quella città. Se n'è tornato a casa con l'ennesima denuncia

Butta i rifiuti dall'auto, "beccato" dal sindaco e multato

Francavilla Bisio | E' stato fermato dal sindaco in persona un 45enne di Tassarolo intento a buttare dalla propria auto un sacchetto di rifiuti a bordo strada. E' successo a Francavilla Bisio

Tenta di buttarsi dalla finestra, due carabinieri l'afferrano per le gambe e la salvano

Novi Ligure | Dopo una lite con il compagno, la donna ha provato a gettarsi dalla finestra del bagno ma i militari sono riusciti ad afferrarla per le gambe e a salvarle la vita

Falsi infortuni milionari, nella gang anche medici e avvocati

Tortona | Su più persone venivano stipulate importanti polizze infortuni. Con la compiacenza di professionisti che refertavano l'incidente avvenuto la truffa alle assicurazioni era servita. Scoperta anche per la denuncia improbabile di una falsa vittima

Stacca la sbarra del passaggio a livello e poi scappa

Acqui Terme | Con l'auto aveva divelto l'ostacolo, ma aveva ingranato la marcia cercando di far perdere le proprie tracce. Un 82enne dovrà però rispondere dei ritardi provocati da quell'incidente sui treni acquesi