Cronaca

Muore travolto dal treno, era un giovane laureato al quale è stato negato il permesso di soggiorno

Saranno celebrati questa mattina, venerdì, a Genova, i funerali di Prince Jerry, il giovane che lunedì 28 è stato travolto da un treno a Tortona. Di nazionalità nigeriana era laureato ed era in Italia in cerca di un futuro migliore. Poco prima di Natale gli era stato rifiutato il permesso di soggiorno per motivi umanitari. Aperta un'inchiesta

CRONACA - Era un giovane di nazionalità nigeriana, Prince Jerry, il 25enne morto dopo essere stato travolto da un treno, nella stazione di Tortona. Viveva a Genova, nella comunità di accoglienza Multedo. I funerali saranno celebrati questa mattina, venerdì, nella chiesa dell'Annunziata a Genova. 
Ad accompagnarlo nell'ultimo viaggio saranno gli ospiti della comunità, insieme don Giacomo Martino, responsabile della fondazione Migrantes. E' stato don Giacomo a raccontare ai parrocchiani la storia di Prince Jerry, arrivato in Italia con una laurea in tasca e con la speranza di trovare un lavoro ed un futuro migliore.
E' toccato a don Giacomo riconoscere, lunedì, quel che restava del corpo del giovane, dopo essere stato travolto dal treno. 
Jerry potrebbe aver scelto di morire. Lo stabilirà l'indagine in corso. Il giovane laureato che aveva tante speranze potrebbe aver scelto la morte, piuttosto che affrontare la paura e l'incertezza del futuro.
Poco prima di Natale, racconta don Giacomo, aveva ricevuto la notizia del diniego del permesso di soggiono. "Scoprendo che non avrebbe potuto contare neppure sul permesso umanitario, che è stato annullato dal recente Decreto, si è tolto la vita buttandosi sotto un treno", scive il parroco.
E' un'ipotesi che andrà verificata, certo. Ma è un'ipotesi agghiacciante. Scegliere di morire, pur di non tornare indietro. 
La storia di Prince Jerry ha fatto in poco tempo il giro dell'Italia, sulla rete, trascinando con se scorcento e polemiche. "Aabbiamo deciso di portarcelo su a Coronata e seppellirlo nel cimitero lassù. Venerdì mattina alle 11:30, all'Annunziata, celebrerò il suo funerale. Quanti vorranno e potranno essere presenti sarete il segno dell' ultimo abbraccio terreno a questa vita così desolata. Una preghiera per lui e la sua famiglia", conclude don Giacomo.

(nella foto immagine generica)
1/02/2019







blog comments powered by Disqus


Moglie e amici portavano avanti l'attività del "boss"

Cronaca | I retroscena dell'arresto della moglie di Domenico Dattola e del gruppo di collaboratori. Per convincere i debitori a saldare il "dovuto" usavano anche manganelli. Resta sotto sequestro la pizzeria "Bandiera"

Inchiesta Monopoli, finisce in carcere anche la moglie di Dattola

Novi Ligure | Altre due persone sono finite in carcere nell'ambito dell'inchiesta Monopoli, che a dicembre dello scorso anno aveva portato all'arresto del 48enne di Novi Ligure Domenico Dattola. Nei guai anche un 21enne di Ovada

Concussione, indagato l'ex presidente del Tribunale

Alessandria | Sciaccaluga sentito dai magistrati di Milano. Omissione di atti d'ufficio per il Pm Bosco?

Smog e “finta primavera”: in tilt le colture, e ad Alessandria torna lo stop fino agli 'euro 4'

Provincia | Preoccupano le temperature minime di 2,2 gradi superiori alla media. Ad Alessandria, da martedì 19 fino a giovedì 21 stop ai diesel fino a euro 4

Piazza XX settembre: si apre il cantiere per il restyling

Ovada  | Si tratta del primo passo per l'inizio dei lavori che - come annunciato nelle scorse settimane - cambieranno il volto della zona. L'intervento avrà un costo di 420 mila euro, di cui 124 mila provenienti dalla Regione