Casale Monferrato

Svelato il mistero dell'accoltellamento in piazza: era per 'incastrare' il rivale

Non aveva mai convinto fino in fondo la versione del ferito, che sosteneva di essere vittima di aggressione. La Polizia Municipale ha scoperto invece che il ragazzo si è accoltellato proprio per incolpare il connazionale

CASALE MONFERRATO - La Polizia Locale ha fatto chiarezza su una brutta vicenda tra due nigeriani richiedenti asilo ospiti a Casale, uno dei quali accoltellato, pare, per una vendetta innescata da futili motivi. 

Il 27 febraio, poco dopo le 9,30, una pattuglia della Municipale era ststa chiamata per sedare una rissa scoppiata in pazza Castello. In quella circostanza era spuntato fuori un coltello imbrattato di sangue. 

I due fermati U.G. di 23 anni e E.K. di 19 anni, hanno però raccontato due versioni diverse della vicenda. Il primo, mostrando una ferita, sosteneva di essere stato accoltellato dal rivale, che però rigetava ogni accusa. 

Gli investigatori della Municipale - che già nutrivano dubbi sulla natura della ferita, in mancanza di strappi sui vestiti corrispondenti ai tagli - hanno analizzato le immagini di videosorveglianza ed ascoltato educatori e ospiti del centro accoglienza. L'ipotesi sempre più insistente era dunque quella che il più giovane non avesse sferrato i fendenti. 
Pressato dagli agenti, U.G. ha quindi confessato di essersi autolesionato il braccio sinistro per incolpate il connazionale con cui aveva avuto un diverbio giorni prma.

"Dalle testimonianze raccolte è emersa anche la personalità prevaricante e non incline ai percorsi di integrazione di U.G.", commenato dalla Municipale, "Pertanto è stato segnalato per i reati sulla finta aggressione, e per valutare la sua posizione di richiedente asilo".

 
5/03/2018







blog comments powered by Disqus


Addobbi natalizi e botti pericolosi, migliaia di sequestri in tutta la provincia

Alessandria | Sono quasi ottomila i pezzi sequestrati dai Finanzieri (addobbi, luminarie, giochi pirotecnici) non conformi alle norme di sicurezza e commercializzati illegalmente. Continueranno i controlli in tutta la provincia per arginarne le vendite

Mercati e mercatini, lavoratori in nero e non solo

Casale Monferrato | Tra i banchi del mercato bisettimanale lavoravano persone non contrattualizzate. Per le ditte sono scattate sospensione e sanzioni. Controlli serali anche nei locali: anche lì qualcuno lavorava in nero

Sparò all'ex compagno di cella, condannato per tentato omicidio

Cronaca | E' stato condannato a 7 anni e 6 sei mesi di reclusione per tentato omicidio l'uomo residente a Serravalle ed autore della sparatoria avvenuto lo scorso aprile a Novi, dove rimase ferito il 43enne Roland Kola

Polstrada in festa con le parole degli ex comandanti

Ovada | Una giornata per ribadire il ruolo delle forze dell'ordine e l'impegno sulla strada di uomini e donne. Dal Comune di Ovada una targa agli agenti Marco Gastaldi e Antonio Fiore

Accusato di lesioni e stalking, condannato

Cronaca | Un uomo di 60 prese “di mira” due giovani donne, una delle quali non aveva accettato di avere una relazione con lui. In tribunale è stato condannato