Castellazzo Bormida

“Musica dalle radici” con Amemanera

Domenica 17 settembre nell'ambito del Settembre Castellazzese lo spettacolo musicale con Marica Canavese e Marco Soria

CASTELLAZZO BORMIDA - Domenica 17 settembre alle 21 al Centro Comunale Polivalente di piazzale 1° Maggio, nell’ambito del Settembre castellazzese, si terrà lo spettacolo musicale del gruppo Amemanera (alla mia maniera) con Marica Canavese e Marco Soria dal titolo Musica dalle radici.

Amemanera è un duo ma è anche un progetto, frutto di un percorso unico. Il repertorio di Amemanera è frutto di ricerche meticolose da un lato e di un paziente lavoro di interpretazione dall’altro, per tagliare e cucire su ogni brano un vestito nuovo, accostando a una lingua antica, un modo contemporaneo di fare musica. Non ci sono ghironde, né altri strumenti tradizionali. E non ci sono i ritmi incalzanti e serrati della musica conviviale. “Noi non facciamo musica folk, volutamente. Le melodie hanno un respiro più ampio, più fluido. Come un fiume che arriva al delta e si allarga. Possiamo prendere un brano che in origine era quasi una marcetta e stirarlo come la pasta del pane, aggiungendo delle pause, smussando le asperità”. Pezzi fatti su misura per la voce calda e avvolgente di Marica, che riesce a fondere l’immediatezza di testi nati secoli fa per essere cantati fra amici, di fronte a un bicchiere di vino o durante la vendemmia, con i timbri country e blues d’oltreoceano.

Marica e Marco, innamorati della musica tradizionale, dopo qualche anno di cover, con i repertori più vari, dai Beatles a De Gregori, creano finalmente il loro progetto. Insieme interpretano canti popolari antichi accanto ai quali Marco scrive testi nuovi, usando la lingua piemontese e creando melodie che hanno il respiro morbido delle colline, ma anche il ritmo rilassato della musica nera, l‘energia del rock, l’introspezione elegante del jazz.

“Molti musicisti - dice Marica - si rifiutavano di suonare questi brani. Dicevano che erano troppo facili, banali. Io invece penso che una canzone possa essere bella anche se è semplice. Le altre culture sono orgogliose della loro musica popolare, basta pensare agli irlandesi e alle loro ballate, ma anche ai campani in Italia, e invece noi piemontesi quasi ce ne vergogniamo, per questo ho proposto a Marco di cantare in dialetto perché i nostri brani tradizionale non hanno nulla da invidiare agli altri grandi traditional internazionali e in più sapevo che solo Marco con la sua esperienza musicale e conoscenza armonica sarebbe riuscito ad esaltare le antiche armonie senza snaturarle, ma anzi impreziosendole”.
14/09/2017







blog comments powered by Disqus


Il Medioevo come metafora della civiltà contemporanea nel libro Pàrtagas

Novi Ligure | Sabato 25 novembre, in Biblioteca Civica a Novi, lo scrittore Gianluca D’Aquino presenterà il romanzo "Pàrtagas", affrontando, con la partecipazione dell’autrice Silvia Vigliotti, il tema centrale della guerra di religione, analizzando la pericolosa deriva del mondo occidentale

'Somewhere out there', la mostra di Aqua Aura apre la Biennale d'arte Omnia

Alessandria | La mostra, organizzata dall’associazione culturale ‘Libera Mente – Laboratorio di Idee’ con il patrocinio del Comune e della Provincia di Alessandria sarà l’evento di apertura della II^ edizione della Biennale d’Arte di Alessandria Omnia 2017

Amemanera: in Sala Ferrero il nuovo sound del Piemonte

Alessandria | Venerdì 24 novembre la cantante Marica Canavese e il chitarrista Marco Soria si esibiranno accompagnati da altri tre musicisti: il gruppo unisce con sapienza il patrimonio della tradizione piemontese con i linguaggi letterari e compositivi più moderni e assolutamente originali

“Appunti di viaggio”: spettacolo teatrale per l’Associazione Enrico Cucchi

Csvaa Informa | Venerdì 24 novembre al Teatro Civico di Tortona una serata per stimolare la popolazione ad avvicinarsi al mondo del volontariato e far conoscere ciò che l’Associazione fa per le persone gravemente malate e per i loro famigliari

Rebuilding Spaces: visita guidata gratuita alla mostra

Casale Monferrato | Sabato 25 novembre visita guidata dall'assessore alla Cultura Daria Carmi. In mostra una quarantina di opere suddivise in cinque macro-temi che da sempre interessano l'aspetto fenomenologico del fare arte: Luce , Natura, Materia, Spazio e Caos