Acqui Terme

Undici pietre d'inciampo per ricordare i deportati nei lager

Il prossimo 15 gennaio, con partenza da piazza Levi alle 14 sarà realizzata la posa di 11 “Pietre di Inciampo” a ricordo di altrettanti cittadini e cittadine di fede ebraica che, prelevati a forza dalle loro abitazioni tra il dicembre 1943 e la primavera del 1944, furono deportati nei campi di concentramento di Auschwitz, di Mauthausen e di Dacau

ACQUI TERME - Dopo Alessandria e Novi, e prima di Piasco(Cn), l'artista tedesco Gunter Demnig poserà undici 'sampietrini' con i nomi dei deportati acquesi, in ricordo delle vittime delle deportazioni naziste. Sono le pietre d'inciampo un'iniziativa proprio di Demnig che gira in tutte le città d'Europa per depositare in modo definitivo, tra le pietre di strade e piazze, i nomi di chi perì nella shoah. 

Ad Acqui Terme, il prossimo 15 gennaio, con partenza da piazza Levi alle 14 sarà realizzata la posa di 11 “Pietre di Inciampo” a ricordo di altrettanti cittadini e cittadine di fede ebraica che, prelevati a forza dalle loro abitazioni tra il dicembre 1943 e la primavera del 1944, furono deportati nei campi di concentramento di Auschwitz, di Mauthausen e di Dacau. E non fecero più ritorno. 

"Le ‘Pietre di Inciampo’ sono un invito tangibile a riflettere, ricordare e non dimenticare", ha sottolineato l’Assessore alla Cultura Alessandra Terzolo. "Questi undici sampietrini dedicati ai nostri concittadini vittima dell’Olocausto rappresentano un monito, affinché non succeda mai più".

L’installazione delle “Pietre" fa parte di un più ampio calendario dedicato alla Giornata della Memoria di fine gennaio.

La posa prevede sette momenti di riflessione. Da Piazza Levi, sede del Palazzo municipale donato nel 1909 ad Acqui dal cittadino di religione ebraica Abram Levi si andranno a toccare i luoghi in cui intere famiglie sono state distrutte dalla follia delle deportazioni. L’itinerario si concluderà in via Saracco, in prossimità dei portici antistanti l’ingresso di quella che fu la locale Sinagoga.
 
12/01/2018







blog comments powered by Disqus


Fai, Novi diventa delegazione: "Un successo per tutto il territorio"

Novi Ligure | Tre anni di continua crescita e così il gruppo novese del Fai, il Fondo ambiente italiano, si è conquistato di diritto il passaggio al ruolo di Delegazione. Un successo sancito da oltre 300 iscritti e quasi 12 mila visitatori alle tre Giornate di primavera finora organizzate

Amemanera: i brani della tradizione piemontese in una veste contemporanea e moderna

Alessandria | Appuntamento sabato 29 settembre in piazza Marconi con il concerto. Proposte gastronomiche e aperitivi per l’AperiGagliaudo

I ragazzi dell'Aias Novi in scena al Giacometti

Novi Ligure | Simone, Salvatore, Andrea, Paolo, Chiara L., Chiara G.C., Giovanna e Laura sono i ragazzi della sezione Aias (Associazione italiana assistenza spastici) di Novi Ligure che propongono l'invito ad assistere al loro spettacolo teatrale "Il barone tra gli alberi"

"Filming Alessandria": contest per videomaker

Cinema | Un’iniziativa del Festival Adelio Ferrero. Ogni film deve contenere un segno distintivo (un elemento naturale, un monumento, una piazza, un edificio, un mezzo di trasporto) caratteristico del Comune di Alessandria e deve obbligatoriamente svolgersi all’interno dei confini della città

''I Tartassati'': tanti curiosi per l'inizio delle riprese

Ovada  | Nel corso della giornata il regista Carlo Marinotti della CDM Movie di Bistagno ha dato le prime indicazioni al centinaio di comparse, tra figuranti in vestiti d'epoca e mugugni attuali, come previsto dal progetto