Alessandria

A Solvay il “premio dei premi” per l'innovazione

Lo stabilimento di Spinetta Marengo è stato determinante per il gruppo nell'ottenimento del riconoscimento istituito dalla presidenza del Consiglio dei Ministri. Qui si applica un sistema di produzione digitale, con il monitoraggio degli impianti tramite una app. Bigini : “puntiamo ad una crescita nei prossimi 20 anni”

ALESSANDRIA – Solvay Special Polymers è fra i vincitori del “Premio dei Premi”, riconoscimento istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri su mandato del Presidente della Repubblica.
Lo stabilimento di Spinetta Marengo ha avuto un ruolo determinate nell'assegnazione del premio. Il nucleo di valutazione ha fatto visita, infatti, sia nello stabilimento di Bollate, “testa” del gruppo, e in quello di Spinetta dove viene applicato il nuovo modello organizzativo nel sistema di produzione.
Il premio è stato istituito da Confindustria come riconoscimento per l'innovazione. I parametri di cui la commissione di valutazione ha tenuto conto sono: innovazione di prodotto, dei processi produttivi, nei processi organizzativi, nella sostenibilità.
“Solvay è una delle aziende italiane che depositano il maggior numero di brevetti: una media fra settanta e ottanta all’anno”, ha spiegato il direttore di stabilimento Stefano Bigini (nella foto con il presidente Confindustia Luigi Buzzi). Dal punto di vista del prodotto, “il portafogli viene rinnovato del 30% ogni cinque anni”.

Lo stabilimento di Spinetta, ha spiegato, ha fatto la sua parte per quanto riguarda soprattutto il processo organizzativo: “utilizziamo un sistema di produzione e trasformazione digitale. Gli operatori utilizzano una applicazione su tablet in grado di monitorare gli impianti, segnalando, ad esempio, gli interventi di manutenzione da effettuare”. Il sistema sarà a breve importato anche negli stabilimenti francesi e statunitensi dove una equipe partirà proprio da Alessandria per seguire e supportare il personale americano.
Sul fronte dell'ambiente, poi, Solvay è impegnata nell'applicazione del protocollo di Parigi per la riduzione entro il 2025 del 40%dei gas serra.
“Il 2017 chiude positivamente, con una crescita del 10% del fatturato – annuncia il direttore – Lo stabilimento di Spinetta ha prodotto una cifra d'affari di mezzo miliardo di euro (su due miliardi a livello di gruppo, ndr). Gli ultimi investimenti, come il rinnovo della rete elettrica ad alta tensione e la centrale a cogenerazione, ci permettono di guardare alla crescita del polo nei prossimi 20 anni”.
“E’ un riconoscimento prestigioso e ci rende orgogliosi – commenta Luigi Buzzi, Presidente di Confindustria Alessandria – attribuito ad un’azienda del nostro territorio, attiva con lo stabilimento di punta del Gruppo Solvay a Spinetta Marengo, che investe con successo nell’innovazione d’eccellenza nel settore dei polimeri ed altamente competitiva in campo mondiale”.
22/12/2017







blog comments powered by Disqus


Solvay: due ore di sciopero

Alessandria | Il gruppo Solvay di Spinetta Marengo aderisce allo sciopero indetto a livello nazionale (FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL) per la vendita dello stabilimento di Porto Marghera. "Nessuna preoccupazione per Alessandria, ma certamente un impatto potrebbe esserci, visto che i semi lavorati di Porto Marghera vengono utilizzati anche qui da noi". Al centro dell'attenzione il "ripristino delle relazioni sindacali"

Macelleria Gastaldo a Serravalle: la carne migliore al prezzo giusto

Informazione dalle aziende | Alla macelleria di Maurizio Gastaldo a Serravalle Scrivia la tradizione è una sola: proporre ai propri clienti carni di alta qualità a prezzi accessibili. E per le famiglie un'offerta speciale che propone ben 5 chilogrammi di carne di vari tagli

Rimozione dell’amianto: ultimi giorni per partecipare al bando nazionale

Piemonte | Il 30 aprile scade il bando del Ministero dell’Ambiente a cui possono partecipare i Comuni e le pubbliche amministrazioni. Valmaggia: “Affrettatevi, queste opportunità non devono essere sprecate”

Oltre il reddito di cittadinanza: incontro con l'esperto Andrea Fumagalli

Alessandria | Il docente dell'Università di Pavia ospite al Laboratorio Sociale giovedì 19 aprile. Sostenitore della necessità di introdurre un reddito minimo di esistenza, ha anche studiato la fattibilità di politiche di sostegno al reddito

Beppe Sardi e la sua "lezione" d'imprenditoria: ecco il suo "bollitone" da gustare a casa

Alessandria | Dopo la decisione di chiudere il Grappolo, storico ristorante in città, per non cedere alla decisione di abbassarne la qualità, il grande chef alessandrino si dimostra un vulcano di idee ed attività: un bell'esempio di intraprendenza, essenziale per rilanciare il commercio. Questa volta la proposta è il bollito misto sottovuoto