Economia e lavoro

Bando per il rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili

L’obiettivo principale è quello di finanziare progetti di innovazione sociale in ambiti connessi al benessere dei cittadini e allo sviluppo dei territori. Domande dal 15 ottobre

ECONOMIA E LAVORO - P.O.R. “Competitività regionale e occupazione” F.E.S.R. 2014‐2020. Obiettivo tematico III.3 ‐ Competitività dei sistemi produttivi. Obiettivo specifico III.3c.7 ‐ Diffusione e rafforzamento delle attività economiche a contenuto sociale. Azione III.3c.7.1

Il Bando intende sostenere interventi di innovazione sociale concentrandosi sulla crescita di nuove iniziative imprenditoriali di ampio impatto sociale, oltre che sulla scalabilità e l’eventuale replicabilità delle stesse, intesa come il ricorso a soluzioni già efficacemente sperimentate altrove in contesti che richiedano un intervento simile.

L’obiettivo principale è quello di finanziare progetti di innovazione sociale in ambiti connessi al benessere dei cittadini e allo sviluppo dei territori. Il Bando vuole fornire un ulteriore stimolo alla soluzione di problemi sociali attraverso sistemi e soluzioni capaci di migliorare la salute, l’inclusione sociale e il benessere dei cittadini. A tal fine, è rilevante il contributo delle imprese che realizzino progetti capaci di integrare l’intervento pubblico con soluzioni economicamente e socialmente più sostenibili.

Sono previste due linee di intervento:
A) sostegno a progetti di rilevanti dimensioni in ambito sanitario e socio‐assistenziale: servizi e beni pubblici altrimenti non assicurati dal sistema imprenditoriale for profit, anche attraverso il ricorso a soluzioni e strumenti di policy innovativi, capaci di moltiplicare gli effetti e gli impatti delle iniziative poste in essere dal sistema regionale;
B) sostegno a progettualità di piccolo taglio che producono effetti socialmente desiderabili in ambito culturale, educativo, assistenziale, sanitario, formativo e occupazionale prioritariamente a vantaggio di soggetti deboli.

Le attività e le funzioni relative alla gestione economico‐finanziaria del presente Bando e del procedimento di concessione, erogazione ed eventuale revoca dell’agevolazione sono affidate a Finpiemonte S.p.A.
L’agevolazione consiste in un prestito agevolato fino a copertura del 100% delle spese ammissibili, così composto: 70 o 80% con fondi regionali, a tasso zero (fino ad un massimo di € 1.000.000); 30 o 20% con fondi bancari, a tasso convenzionato.

Tipologie di attività
Linea A
I progetti dovranno avere le seguenti caratteristiche:
elementi qualificanti e distinguibili di innovazione sociale
capacità di offrire soluzioni alternative in relazione a bisogni specifici
ambito di intervento: salute e benessere, sanitario e socio‐assistenziale
valore economico del progetto: almeno 500.000 euro.

Linea B
I progetti dovranno avere le seguenti caratteristiche:
elementi qualificanti e distinguibili di innovazione sociale
capacità di offrire soluzioni alternative in relazione a bisogni specifici
ambito di intervento: culturale, educativo, assistenziale, sanitario, formativo e occupazionale prioritariamente a vantaggio di soggetti deboli. La soglia indicata è da intendersi riferita ai costi ammessi a finanziamento a seguito dell’istruttoria
valore economico del progetto: da un minimo di 30.000 euro a un massimo di 100.000 euro.

Destinatari
PMI no-profit in forma singola o associata; micro e piccole imprese, profit e no-profit, in forma singola o associata.

Dotazione finanziaria disponibile
La dotazione finanziaria complessiva ammonta a euro 5.000.000,00
Nello specifico la somma stanziata è ripartita nelle due linee di intervento sopra descritte come segue:
Euro 4.000.000,00 per i progetti di cui alla Linea A
Euro 1.000.000,00 per i progetti di cui alla Linea B.

Scadenza Bando
Il Bando prevede quale procedura valutativa il “procedimento a sportello” di cui all’art. 5 del D.Lgs. n. 123/1998.
È possibile presentare le domande a partire dal 15/10/2018. Le domande vengono valutate in ordine cronologico.

Costi ammissibili
Sono ammissibili i seguenti costi: costi del personale, impianti, macchinari e attrezzature; spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti, competenze tecniche, brevetti, know how.
Solo per la Linea B: sono incluse anche le spese non ordinarie per le consulenze strettamente connesse alla realizzazione del progetto di tipo fiscale e legale, servizi di accompagnamento, capacity building e audit, promozione di networking tra imprese e soggetti portatori di servizi e competenze.

link al bando in originale
Per info:
LAMORO scarl
via Leopardi, 4 – 14100 Asti
0141 532516
info@lamoro.it
2/10/2018







blog comments powered by Disqus


I danni da prodotti contraffatti spiegati ai giovani

Tortona | Con uno spettacolo teatrale Confindustria Alessandria ha voluto sensibilizzare i giovani su danni e pericoli dei prodotti contraffatti, vera e propria piaga economica italiana. Prima tappa piemontese per diffondere legalità

"Sanità, Ambiente e ricerca scientifica": le opportunità per il territorio

Alessandria | “Sanità, ambiente e ricerca scientifica” è il titolo del convegno organizzato da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con l’Associazione Cultura e Sviluppo, LAMORO Agenzia di sviluppo del territorio e la Fondazione SolidAL Onlus, il prossimo 24 ottobre a Palatium Vetus. L'obiettivo è quello di "approfondire e informare sulle opportunità che già esistono e su quelle che si possono realizzare sul territorio"

Dall'idea all'azienda: storie di giovani imprenditori

Pozzolo Formigaro | Organizzato dall'associazione culturale La Frascheta, l'incontro "Startup: dall'idea all'impresa" si terrà nella sala convegni dell'ex asilo Raggio: verranno presentate tre storie di persone cgiovani che hanno dato vita a progetti in ambiti diversi e che stanno raccogliendo esiti positivi

Terzo Valico, sciopero a oltranza nel cantiere Radimero

Arquata Scrivia | Sciopero a oltranza nel cantiere del Terzo Valico allestito in località Radimero, ad Arquata Scrivia. L'hanno proclamato i sindacati degli edili per protestare contro il mancato pagamento della retribuzione

Mense: sciopero e presidio in piazza della Libertà. "Garantito il pasto alternativo"

Lavoro | E' arrivato il giorno dello sciopero indetto dalla UilTucs per i lavoratori del servizio di refezione scolastica con un presidio in piazza della Libertà dalle 9.30. Intanto "garanzia del pasto di emergenza" con panino, acqua, succo di frutta e merenda da parte delle due aziende Coop Solidarietà e Lavoro per Alessandria e Vivenda su Valenza